Text Size
Venerdì, Maggio 14, 2021
Tv Streaming 2 Odeon Tv Streaming

Messico: i misteri della zona del silenzio

Uno dei misteri più affascinanti ma anche meno conosciuti del nostro pianeta si trova in una zona desertica di 50 km quadrati a Nord del Messico, dove convergono gli stati di Durango, Coahuila e C...

I segreti Nasa sugli UFO violati da un hacker inglese

 LONDRA. Con la frangetta scura e gli occhi a mandorla, ha l'aria vagamente stranita di Mister Spock. Il che non stona più di tanto, visto che Gary McKinnon, lo hacker che gli Stati Uniti accusano di ...

Mistero Satelliti Pioneer anni '70

 Sono state lanciate agli inizi degli anni '70. E tutti si aspettavano che le sonde Pioneer avrebbero rivoluzionato le nostre conoscenze sul sistema solare e oltre, lanciandosi nel cuore del misterios...

La raccolta dei video UFO filmati dalla Nasa

Durante l'esperienza spaziale americana e russa non sono stati rari gli incontri con oggetti non identificati, non solo i classici Ufo ma anche navicelle di forma assolutamente diverse. In questa ra...

L'importanza dei filamenti stellari, la strana storia di Vesta ed il possibile ritorno in funzione del telescopio spaziale Kepler

La distribuzione in massa delle stelle è chiamata Funzione Iniziale di Massa (IMF è l’acronimo inglese) ed è una caratteristica importante di tutte le galassie, non solo della nostra. Derivare la ...

Lo strano oggetto esploso nei cieli della Nuova Zelanda

I rapporti sono venuti alla luce di un testimone che ha visto muoversi nel cielo strano oggetti tra Wellington e Christchurch. WeatherWatch dice che è stato inondato di segnalazioni di una meteora ...

  • Messico: i misteri della zona del silenzio


    Publish In: Uomini e Misteri
  • I segreti Nasa sugli UFO violati da un hacker inglese


    Publish In: Le Prove
  • Mistero Satelliti Pioneer anni '70


    Publish In: Tecnologia Spaziale
  • La raccolta dei video UFO filmati dalla Nasa


    Publish In: Le Prove
  • L'importanza dei filamenti stellari, la strana storia di Vesta ed il possibile ritorno in funzione del telescopio spaziale Kepler


    Publish In: News Astronomia
  • Lo strano oggetto esploso nei cieli della Nuova Zelanda


    Publish In: Le Prove

Odeon Tv Streaming

Clicca qui

Odeon TV è una syndication italiana a diffusione nazionale. Diffonde il proprio segnale in analogico attraverso tredici emittenti locali. Il palinsesto dell'emittente, di stampo generalista, si articola in tre fasce orarie quotidiane, per un totale di 6 ore complessive.

La diffusione satellitare, la cui programmazione è di 24 ore al giorno, avviene mediante Odeon24, ricevibile gratuitamente da tutti i decoder satellitari e presente sul canale 827 dello SKYBOX.
Nasce dalle ceneri di Euro Tv il 6 settembre 1987  come syndication a opera dell'imprenditore Calisto Tanzi, proprietario della Parmalat, e di Vincenzo Romagnoli, proprietario dell'Acqua Marcia e della Titanus. Quest'ultimo il mese dopo lascerà le proprie azioni al costruttore marchigiano Edoardo Longarini.

Alla nascita della rete collabora anche Marco Bassetti, futuro presidente di Endemol Italia. Capofila è l'emittente milanese Telereporter. Il circuito poggia su venti televisioni locali, diciassette delle quali provenienti da Euro Tv.

La rete si prefigge di inserirsi stabilmente nel sistema televisivo italiano, dominato dal duopolio RAI - Fininvest, a fronte di un investimento triennale di 250 miliardi di lire e con l'obiettivo dichiarato iniziale del 5% di share, per puntare in un secondo momento all'8% dell'ascolto.

La Channel 4 italiana, secondo gli intenti di Tanzi, viene inaugurata con un gran galà condotto da Paolo Villaggio e Roberta Termali dal famoso sporting club di Montecarlo, e vede la presenza di numerosi ospiti internazionali tra cui Joan Collins e Dionne Warwick. Per competere con i colossi televisivi, Lillo Tombolini, direttore generale della Titanus e del nuovo canale (che era stato anche direttore della programmazione dell' Italia 1 Rusconiana), costruisce un palinsesto generalista competitivo di 8 ore di programmazione al giorno, lasciando fasce di autonomia alle emittenti locali appartenenti al consorzio (come quella delle 19, dedicata all'informazione).

Il primo palinsesto della rete prevede il programma musicale Jenny 20 21 alle 11,30 con Michel Pergolani, la telenovela Il segreto di Jolanda con Veronica Castro alle 14, il contenitore di cartoni animati Slurp con Paola Rota (che è stata anche la prima annunciatrice del canale) dalle 16,30, e due quiz preserali a partire dalle 19,30. Il primo è La ruota della fortuna condotto da Casti e acquistato dalla rete americana CBS (che in seguito sarà trasmesso dal network concorrente Canale 5), il secondo è la riedizione dello storico quiz di Retequattro M'ama non m'ama, con Sebastiano Somma. La programmazione della rete lascia grande spazio allo sport, dal calcio al basket.

Tra i successi più grandi, la trasmissione Forza Italia, in onda il vederdì sera e condotta da Fabio Fazio insieme al calciatore Walter Zenga, affiancati in studio da Roberta Termali (allora fidanzata di Zenga) e come inviata sul campo da Cristina Parodi. Tra i volti dell'emittente Guido Bagatta, il cestista Dino Meneghin e Alessandro Ippolito, ideatore del format Barzellette. La rete punta anche sul cinema, con un magazzino di 280 nuove pellicole oltre che con il pacchetto Canon ereditato da Euro Tv. Tra i telefilm trasmessi in prima visione televisiva, Biancaneve a Beverly Hills, T & T, Buona fortuna Schimansky e Captain Power. Molti i cartoni animati proposti, tra cui I Cavalieri dello Zodiaco.

Nonostante le ambizioni dell'editore, ovvero quelle di scalfire il duopolio televisivo italiano, e lo sforzo messo in atto per produrre un palinsesto concorrenziale, la syndication non decolla. Il fatto di non trasmettere in contemporanea su tutto il territorio italiano e di non disporre di un network integrato come quello della Fininvest non consentono alcun consolidamento economico della rete, che nel 1989 ha già 100 miliardi di lire di debiti gravanti sulle tre società del gruppo (Odeon programmi, Odeon network e Odeon pubblicità). La rete (assistita dagli avvocati Ghedini, Cavani e Raffaelli) intenta una causa contro la Finivest (assistita da Vittorio Dotti) denunciando una serie di illeciti e abusi, utilizzati per premere su alcune emittenti dell'ex circuito Euro Tv, assorbito parzialmente da Odeon Tv e in parte dalla syndication concorrente Italia 7 (alla quale Publitalia e Fininvest garantiscono pubblicità e programmi), costituita appena un mese dopo la nascita di Odeon Tv.

In effetti il gruppo di Silvio Berlusconi, titolare dei tre maggiori network privati in Italia, subito cerca di contrapporsi all'eventualità di un successo commerciale sul piano televisivo di un altro gruppo (come quello facente capo al circuito di Odeon Tv), le cui premesse sembrano minare il duopolio televisivo che di fatto si era costituito nel Paese. La Fininvest non solo promuove la fondazione di una syndication alternativa (Italia 7), scippando alcune emittenti locali alla nascente Odeon Tv, ma acquista un pacchetto di oltre mille film e 73 serie televisive, per un totale di 5000 ore di trasmissione, dal distributore Vittorio Balini, per accaparrarsi i diritti di molti programmi.

Alla fine del 1989 la rete viene acquisita dalla Sasea del finanziere Florio Fiorini per la cifra di 150 miliardi di Lire. Il prezzo pagato alla Sara, la finanziaria della famiglia Tanzi, viene giudicato troppo alto dal Tribunale di Milano che accusa gli ex proprietari di concorso in bancarotta della Sasea.


Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit