Text Size
Lunedì, Maggio 17, 2021
Scienza e Futuro Facendo esercizio fisico, secondo la scienza, si modifica anche il DNA

L'avvistamento Ufo di massa avvenuto in Australia nel 1966. Il caso di Westall School

  La mattina del 6 aprile 1966 alle 11 circa i ragazzi di una classe della Westall High School (ora Westall Secondary College) si trovavano nel cortile della scuola, dove stavano completando la le...

L'esperimento delle 100 scimmie

Nell’arcipelago giapponese esiste una scimmia il cui nome è Macaca Fuscata. Il comportamento di questa scimmia è stata studiata per circa 30 anni. L’esperimento di cui ti voglio parlare inizia nel 19...

Real mistery: il fantasma che si manifesta in un negozio americano

A fine giornata, in negozio americano, il commesso sistema i vari prodotti, quando ad un certo punto, succede qualcosa di strano. Intanto il carrello si era spostato da solo e poi continuavano a cad...

La prima microcamera digitale che imita gli occhi degli insetti

Vedere il mondo con gli occhi di un insetto: lo consente una nuova microcamera digitale realizzata sul modello dell’occhio composto, l'apparato visivo degli artropodi, da un gruppo di ricercatori g...

Nuove sorprese dalla nebulosa del Granchio, l'acqua delle comete e l'ozono di Venere

La Nebulosa del Granchio non smette di sorprendere. Un gruppo di ricerca ha infatti annunciato di aver misurato un'emissione di radiazione gamma proveniente dal centro della nebulosa che supera il ...

Il mistero della mappa del 1531 di Fineus dove è segnalata anche l'Antartide priva di ghiacci

                  Una famosa mappa, considerata da Graham Hancock e altri appassionati di "misteri" la prova che l'Antartide era già conosciuta secoli prima della sua effett...

  • L'avvistamento Ufo di massa avvenuto in Australia nel 1966. Il caso di Westall School


    Publish In: Le Prove
  • L'esperimento delle 100 scimmie


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Real mistery: il fantasma che si manifesta in un negozio americano


    Publish In: Uomini e Misteri
  • La prima microcamera digitale che imita gli occhi degli insetti


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Nuove sorprese dalla nebulosa del Granchio, l'acqua delle comete e l'ozono di Venere


    Publish In: News Astronomia
  • Il mistero della mappa del 1531 di Fineus dove è segnalata anche l'Antartide priva di ghiacci


    Publish In: Oopart Archeomisteri

Facendo esercizio fisico, secondo la scienza, si modifica anche il DNA

Che l'esercizio fisico faccia bene alla salute è un fatto noto e dimostrato innumerevoli volte. Difficile tuttavia immaginare che l'effetto positivo arrivi fino a un livello biologico fondamentale come quello genetico, come invece ha riscontrato una nuova ricerca - illustrata sulle pagine della rivista “Cell Metabolism” - che ha scoperto come anche pochi minuti di esercizio possano produrre, in persone inattive ma in buona salute, un cambiamento immediata del DNA.

Ovviamente, il codice genetico codificato dalla sequenza nucleotidica delle cellule muscolari non cambia con l'esercizio: le modificazioni riguardano altri aspetti chimici e strutturali del DNA e sembrano rappresentare i primi eventi di una riprogrammazione genetica dei muscoli che ha lo scopo di variare il metabolismo celluare e, in ultima istanza, aumentare la forza e la resistenza muscolare.

“I nostri muscoli hanno una plasticità incredibile”, spiega Juleen Zierath, del Karolinska Institut svedese. “Spesso si dice che siamo quello che mangiamo: almeno per i muscoli ciò è vero; se non li usiamo li perdiamo e quello che abbiamo scoperto è uno dei meccanismi che permette che ciò avvenga”.

I cambiamenti relativi al DNA in questione sono noti come modificazioni epigenetiche e coinvolgono l'attivazione o la disattivazione di marcatori genetici, in particolare sui nucleotidi, generalmente indicati con le lettere A, G, T e C. Secondo i risultati del nuovo studio, il DNA delle cellule dei muscoli scheletrici di persone che hanno da poco effettuato un esercizio fisico mostra un numero di gruppi metile inferiore rispetto a quello che si misura in assenza di esercizio. In particolare, la metilazione attiva geni importanti per l'adattamento dei muscoli all'esercizio.

Sulla base dei risultati ottenuti, i ricercatori hanno ipotizzato che anche la caffeina introdotta nell'organismo con il caffè del mattino sia in grado di influire sui muscoli secondo meccanismi analoghi. Per quanto riguarda la caffeina, Zierath sottolinea infatti che questa sostanza è in grado di riprodurre la contrazione muscolare che si verifica in seguito all'esercizio fisico. In termini generali, i risultati mostrano con tutta evidenza che il nostro genoma è molto più dinamico di quanto si pensasse.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit