Text Size
Venerdì, Maggio 07, 2021
Razze Aliene I Nordici

Il preoccupante oggetto di dimensioni planetarie filmato dalla Nasa

Nel video seguente vinene mostrato un misterioso oggetto di dimensioni planetarie e ripreso dalla Nasa. L'oggetto in questione fa pensare a Hercolubus che sarebbe un pianeta/cometa previsto da Carlo...

L'enigma irrisolto del popolo più avanzato del X sec AC: il popolo Nok

Nok è il nome di un piccolo villaggio al centro della Nigeria, dove nel 1928 un gruppo di minatori portò alla luce una serie di reperti in terracotta, testimonianza di un’antica civiltà perduta. ...

I giganteschi cerchi di pietra il cui scopo è avvolto nel mistero

[Live Science] Giganteschi cerchi di pietra sono stati osservati durante il sorvolo della Giordania, rivelando dettagli di strutture il cui scopo è avvolto nel mistero da decenni. In una rece...

Il misterioso volto gigante scoperto in una remota isola del Canada

Un misterioso volto gigante è stato individuato sulla scogliera di una remota isola canadese, parte del Pacific Rim National Park Reserve. In realtà, si tratta di una riscoperta, in quanto l’en...

La macchina del tempo

Anche se per molti sembrerà fantascienza è stata davvero costruita una macchina in grado di viaggiare nel tempo, facendo vedere in una televisione i fatti successi in questo pianeta dall'inizio dei te...

Viviamo davvero in un Universo simulato? La scienza indaga

ALL'INIZIO dell'anno Elon Musk, visionario fondatore di Tesla e di Space X con cui vuole portarci su Marte nel giro di un paio d'anni, ha spiegato una delle sue tante tesi sul presente e sul futu...

  • Il preoccupante oggetto di dimensioni planetarie filmato dalla Nasa


    Publish In: Le Prove
  • L'enigma irrisolto del popolo più avanzato del X sec AC: il popolo Nok


    Publish In: Civiltà Misteriose
  • I giganteschi cerchi di pietra il cui scopo è avvolto nel mistero


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Il misterioso volto gigante scoperto in una remota isola del Canada


    Publish In: Uomini e Misteri
  • La macchina del tempo


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Viviamo davvero in un Universo simulato? La scienza indaga


    Publish In: Scienza e Futuro

I Nordici


Gli umanoidi di tipo Beta hanno aspetto perfettamente umano, al punto da potersi mescolare tra noi senza alcun problema di poter essere scoperti. Indossano tute bianco-azzurre, cinture che stringono la vita e gioielli dorati. Sono molto carini ai contattisti, ovvero ai sensitivi che asseriscono di aver stabilito una forma di contatto, fisico o mentale, con i "fratelli spaziali". A tale tipo apparterrebbero gli alieni che negli anni settanta contattarono il catanese Eugenio Siragusa con numerosi incontri ravvicinati sull'Etna e il contattista Billy Meyer in Svizzera

Essi, definiti da alcuni "angeli della Bibbia", sarebbero venuti per salvarci.  Esisterebbe poi una variazione detta Beta-2 costituita da individui  di pelle scuro-olivastra decisamente perfidi sarebbero in contrasto con i Beta, caratterizzati dal loro abbigliamento nero e dall'uso di veicoli scuri che avrebbero l'intenzione di ostacolare il "contatto" Alcuni li chiamano  M.I.B.(Man in black) o Uomini in Nero anche se alcuni studiosi sostengono che questi ultimi sarebbero in realtà individui terrestri utilizzati per nascondere alla popolazione mondiale il fenomeno UFO. Inoltre Steiger accenna anche le Beta-F, entità che compaiono come delle visioni ai giovani sensitivi, scambiate, a volte, anche per la Vergine Maria (Apparizioni mariane, Fatima, Lourdes ecc.).

Si distinguono, però, in questa categoria gli Ummiti. La loro collocazione, a detta di diversi contattisti spagnoli, è su Ummo, un pianeta distante 14,6 anni luce da noi, presso la stella Wolf 424. Gli Ummiti sono individui alti e biondi  distinguibili da un europeo nordico soltanto per la mancanza dell'epiglottide. Sembrerà insolito ma i pochi testimoni di incontro con gli Ummiti sostengono che essi parlino con una voce tipo Paperino e presentino chiazze a scaglie sulla pelle. Si sarebbero segretamente installati sulla Terra circa dagli anni '50, sulla montagna francese del Cheval Blanc a La Janvie.Qui avrebbero osservato per alcuni anni il comportamento di noi umani, poi, per mettersi in contatto con noi avrebbero pensato di... scrivere lettere ad ufologi di tutto il mondo! Difatti arrivarono migliaia di lettere, soprattutto ad ufologi e contattisti spagnoli, recanti come simbolo di identificazione, una  sorta di croce a sei braccia (come una    doppia  E). Il mistero sembra comunque stato risolto nel 1993 grazie al  ricercatore spagnolo Javier Sierra, il quale identificò in Jose' Luis Jordan Pegna, un parapsicologo paranoide fanatico per il sovrannaturale, il "mittente ummita". E' uno dei tipici fatti di falso di cui l'ufologia  è costellata e che hanno fatto scemare la credibilità di operatori e testimoni del settore



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit