Text Size
Domenica, Giugno 20, 2021
Oopart Archeomisteri Il mistero della colonna di Ashoca

Le misteriose statue ritrovate ad Ain Ghazal

Nel 1997, leggendo la rivista "Archeo", fui attratto dalla fotografia che vedete qui a sinistra. Perché? Innanzi tutto vorrei descrivervi la storia di questi reperti fotografati. "Nel 1997, presso...

Il futuro dell'estrazione mineraria è nello spazio,le nuove ipotesi sulle anomalie della corona solare e le comete che arriveranno nel 2013

Anche gli asteroidi possono tornare utili. Ne sono convinte due compagnie private: la Deep Space Industries e la Planetary Resources. Entrambe, ognuna per conto proprio, stanno studiando il modo d...

Le sonde ARTEMIS e la mappatura della Luna in 3D, il terremoto su Giove e l'orbita completata da Nettuno attorno al Sole

Ancora tre giorni e un'altra sonda ARTEMIS raggiungerà la Luna. Andrà ad aggiungersi a una sua compagna già entrata in orbita lo scorso 27 giugno. Le due si ritroveranno a girare attorno al nostro ...

Il perchè della differenza tra Venere e la Terra, l'asteroide 1998 qe2 e l'astronauta italiano nello spazio Luca Parmitano

Perchè la Terra è un paradiso e Venere un inferno? E’un dilemma per chi studia i pianeti ma forse siamo vicini alla soluzione. Venere è il pianeta che precede la Terra. E’ grande quasi come la Ter...

Presentato il nuovo schermo prototipo di Microsoft

Uno schermo trasparente che crea un ambiente tridimensionale con cui interagire direttamente senza altri dispositivi. E' il prototipo realizzato dalla sezione di Microsoft "Applied Sciences Group...

L'intervista a Budd Hopkins, il più famoso esperto americano nel campo delle Abduction

Budd Hopkins, il più famoso esperto americano nel campo delle Abduction, è morto il 21 Agosto 2011, dopo una lunga malattia contro la quale aveva lottato coraggiosamente. Altrettanto coraggiosame...

  • Le misteriose statue ritrovate ad Ain Ghazal


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Il futuro dell'estrazione mineraria è nello spazio,le nuove ipotesi sulle anomalie della corona solare e le comete che arriveranno nel 2013


    Publish In: News Astronomia
  • Le sonde ARTEMIS e la mappatura della Luna in 3D, il terremoto su Giove e l'orbita completata da Nettuno attorno al Sole


    Publish In: News Astronomia
  • Il perchè della differenza tra Venere e la Terra, l'asteroide 1998 qe2 e l'astronauta italiano nello spazio Luca Parmitano


    Publish In: News Astronomia
  • Presentato il nuovo schermo prototipo di Microsoft


    Publish In: Scienza e Futuro
  • L'intervista a Budd Hopkins, il più famoso esperto americano nel campo delle Abduction


    Publish In: Le Prove

Il mistero della colonna di Ashoca

La cosiddetta Colonna di Ferro (o colonna di Ashoka), situata a Delhi (in India), è una colonna in ferro423ruggine nonostante sia rimasta esposta per 1600 anni al clima monsonico. alta 7 metri e 21 centimetri dal peso di 6 tonnellate e di 41 centimetri di diametro, risalente almeno al d.C.. Non presenta

Venne eretta probabilmente da Chandragupta II Vikramaditya (375 d.C. - 414 d.C.), durante l'impero GuptaIV e il VI secolo. Alla sommità si trova una statua di Garuda. che regnò sull'India settentrionale fra il

La colonna originariamente si sarebbe trovata in un luogo chiamato Vishnupadagiri (collina dell'impronta di Viṣṇu). La collina oggi viene identificata con Udayagiri, circa 50 chilometri a est di Bhopal.

Durante l'impero Gupta Vishnupadagiri era un centro di studi astronomici, grazie al fatto che la collina si trova sul tropico del Cancro.

La colonna nel suo luogo originario proiettava un'ombra, che al solstizio d'estate (21 giugno) cadeva nella direzione del piede di Anantasayain Vishnu (in uno dei pannelli che si trovano a Udayagiri)

Quando Qutb-ud-din Aybak distrusse i templi preesistenti per erigere il Qutb Minar e la moschea Quwwat-ul-Islam, la colonna di Ashoka venne lasciata intatta, e la moschea stessa vi si sviluppò intorno.

La colonna riporta un'iscrizione secondo la quale essa venne costruita in onore di Vishnu e in memoria del re Chandragupta II.

Deve la sua fama, oltre al valore archeologico, al fatto che per anni è stata considerata un OOPArt, ossia un oggetto inspiegabile nel suo contesto storico. La resistenza alla corrosione e all'ossidazione ha spinto a formulare ipotesi inconsuete riguardo alle tecniche produttive o alla provenienza del manufatto.

Le analisi di esperti dell'Istituto Indiano di Tecnologia, guidati dal professor R. Balasubramaniam, hanno dimostrato che si tratta di una particolare proprietà del metallo di cui è fatta, un ferro molto puro, con una percentuale insolitamente elevata di fosforo dovuta ad una particolare tecnica di fusione realizzata dagli artigiani del tempo. Il fosforo col tempo avrebbe favorito la formazione per catalisi di uno strato protettivo (δ-FeOOH) sulla superficie della colonna, un composto di ferro, ossigeno e idrogeno spesso 5 centesimi di millimetro in grado di proteggere il ferro dolce dall'aggressione dell'atmosfera.

Secondo i sostenitori della sua posizione "fuori dal tempo" tale effetto sarebbe voluto, dimostrando che gli artigiani dell'antica India sarebbero stati in possesso di una tecnologia metallurgica particolarmente avanzata.

Di seguito i vido realizzati da Voyager su questa straordinaria colonna

Video 1

 

Video 2


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit