Text Size
Sabato, Giugno 12, 2021
News Astronomia Il telescopio Herschel e i filamenti delle nubi di gas,il buio oltre le stelle e nuovi ritardi per il lancio del James Webb

Le memorie dell'acqua di Masaru Emoto

Masaru Emoto è lo scienziato giapponese che ha dimostrato la capacità dell'acqua di memorizzare le informazioni che riceve dall'ambiente dando forma a cristalli diversi per ogni tipo di "messaggio".Ma...

Alma, il telescopio più grande mai costruito dall'uomo

E' frutto di un'ampia collaborazione internazionale a cui ha partecipato direttamente l'Italia sia per la parte scientifica sia per quella industriale Il più complesso osservatorio...

Selezione missioni da Comic Vision,la cometa brillante e il riciclo dei progetti Nasa

I partecipanti erano 52, i finalisti solo tre. Parliamo del concorso Cosmic Vision dell’Agenzia Spaziale Europea, nato per selezionare missioni scientifiche da lanciare nello spazio a partire dal 20...

Altre nuove prove della vita su Marte, i primi risultati di Alma e l'onda atmosferica gigantesca di Giove

C’è mai stata vita su Marte? Non lo sappiamo ma è molto probabile. A dircelo è la NASA, dopo le analisi eseguite dal rover Curiosity in missione sul pianeta. Curiosity ha scavato un piccolo buco i...

L'Ufo incandescente filmato in Siberia

Per uno straniero che sta cercando di esplorare la Terra, la lande ghiacciate della Siberia, potrebbero non essere i luoghi più interessanti da visitare. Il clip, girato nella remota regione della...

Il primo osservatorio dell'Africa orientale, le enigmatiche macchie di Cerere e la rotazione anomala di Mercurio

Si tratta del secondo stato più popoloso del continente africano e sta per lanciare il primo programma per le scienze spaziali dell’Africa orientale. Parliamo dell’Etiopia, dove verrà inaugurato ...

  • Le memorie dell'acqua di Masaru Emoto


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Alma, il telescopio più grande mai costruito dall'uomo


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Selezione missioni da Comic Vision,la cometa brillante e il riciclo dei progetti Nasa


    Publish In: News Astronomia
  • Altre nuove prove della vita su Marte, i primi risultati di Alma e l'onda atmosferica gigantesca di Giove


    Publish In: News Astronomia
  • L'Ufo incandescente filmato in Siberia


    Publish In: Le Prove
  • Il primo osservatorio dell'Africa orientale, le enigmatiche macchie di Cerere e la rotazione anomala di Mercurio


    Publish In: News Astronomia

Il telescopio Herschel e i filamenti delle nubi di gas,il buio oltre le stelle e nuovi ritardi per il lancio del James Webb

All’interno delle nubi di gas che occupano le vaste regioni di spazio fra stella e stella, si formano talvolta dei lunghi filamenti. È a queste scie gassose che il telescopio Herschel, dell’Agenzia Spaziale Europea, ha dedicato particolare attenzione riuscendo, per la prima volta, a prenderne le misure. Si è scoperto così che, indipendentemente da densità e lunghezza (indicativamente di alcune decine di anni luce), lo spessore di questi filamenti è sempre approssimativamente lo stesso, pari a circa 20’000 volte la distanza Terra-Sole.


Non può trattarsi di una coincidenza e gli astrofisici hanno cercato di capire quale meccanismo fisico potesse aver dato origine a questa inaspettata uniformità. Con l’aiuto di simulazioni al computer si è giunti a stabilire che a “pettinare”, per così dire, il gas siano delle onde d’urto a bassa velocità, dovute all’energia turbolenta che viene iniettata nello spazio interstellare in seguito all’esplosione delle stelle.

Queste onde si propagano quindi attraverso il gas, modellandolo in filamenti. Non si tratta di una prova diretta, ma di un forte indizio sul legame fra la turbolenza e i filamenti di gas. Un altro legame importante è quello fra i nodi, che talvolta si creano fra più filamenti, e la formazione stellare. I filamenti gassosi, quindi, si dipanerebbero fra l’esplosione di stelle e la nascita di nuove.


OLTRE L'OSCURO
"Il buio oltre le stelle", edizioni Codice, è il nuovo libro di Amedeo Balbi, cosmologo e ricercatore all’Università di Roma Tor Vergata e associato all'Istituto Nazionale di Astrofisica. Il libro racconta l'Universo che si vede e quello che non si vede, dalle onde elettromagnetiche non visibili all'occhio umano, sino alle ipotesi pù recenti sulla possibile natura della materia oscura e dell'energia oscura. Tante le risposte e tante le domande ancora aperte. Amedeo Balbi ci spiega a quale di queste domande vorrebbe trovare una risposta:

"Come cosmologo la risposta che vorrei ottenere in questo momento è capire che cos'è l'energia oscura, se è vero che c'è e che cosa è. Questo è il problema più grosso aperto in cosmologia, anzi direi che ha implicazioni per la fisica teorica in generale. Rappresenta il segno di una crisi complessiva della fisica e per riflesso anche della cosmologia e della nostra comprensione dell'Universo".


UN ALTRO RITARDO?
Si allontana la data di lancio del James Webb, successore del telescopio spaziale Hubble. Il James Webb Telescope dovrebbe andare in orbita nel 2014 ma secondo nuove indiscrezioni ci sono forti problemi di finanziamento. Il lancio potrebbe quindi slittare al 2018.



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit