Text Size
Sabato, Ottobre 23, 2021
Le Prove Un Ufo è stato immortalato alle Isole Tremiti

La foto di un'antica probabile tomba su Marte

Le prove che su Marte una volta c'è stata vita del tipo complesso, e molto probabilmete umana, ci continua ad arrivare dalle foto di strane rovine che ci invia la sonda Curiosity. Infatti, in una de...

Saturno

Saturno appare visibilmente schiacciato ai poli: i suoi diametri equatoriale e polare differiscono di quasi il 10% (120 536 km contro 108 728 km). Questa forma è il risultato della sua rapida rotazi...

Costruzioni aliene: gli antichi tubi di Baigong in Cina

All’interno del Monte Baigong, a circa 40 km dalla città di Delingha, nella provincia del Qinghai, Cina, nel 2002 furono trovate tre misteriose cavità piene di quelli che apparivano come tubi dest...

La Materia Oscura

Nel 1933 l'astronomo Fritz Zwicky stava studiando il moto di ammassi di galassie lontani e di grande massa, nella fattispecie l'ammasso della Chioma e quello della Vergine. Zwicky stimò la massa di og...

Le antiche lampade eterne che illuminavano perennemente i Templi

Restando in tema di oggetti strani qui si scoprì qualcosa di incredibilmente misterioso, un’enigma particolare: quello delle Lampade eterne. Fin dall’antichità, le cronache ci riportano dell’esist...

Con il progetto di Hawking e Zuckerberg raggiungeremo Alpha Centauri in breve tempo

È UNA SFIDA mai immaginata prima, almeno non in termini così pratici: spedire una sonda (per la precisione, molte mini-sonde) in orbita attorno a un'altra stella, Alpha Centauri. In termini di di...

Un Ufo è stato immortalato alle Isole Tremiti

Le isole Tremiti, in Provincia di Foggia, sono un arcipelago dell’Adriatico situato a 12 miglia nautiche a Nord del promontorio del Gargano e a 24 ad Est della costa molisana. In questa suggestiva cornice naturalistica, giovedì 17 Giugno 2010, alle 13:13, si è verificato un interessante evento di presunta natura ufologica che ha coinvolto i giovani coetanei Giovanni di Vincenzo e Mario Consorte, i quali stavano trascorrendo una giornata di relax.


Grazie a una video camera digitale MpeG4 Digital da 12.0 Megapisxel, Mario ha scattato una sequenza di fotografie al paesaggio marittimo e all’amico, senza accorgersi di una presenza anomala nel cielo terso. Solo l’indomani, scaricando le immagini sul computer, i ragazzi hanno notato che su una fotografia compariva un oggetto volante non identificato. «La meraviglia è stata tanta! Abbiamo ingrandito la foto, cambiata la risoluzione, alterato il colore e la luminosità ed abbiamo anche omesso il colore completo. Per noi – hanno raccontato i giovani a Il Democratico.com – non si tratta di un volatile, tantomeno di un aereo che riflette la luce del sole. E’ un UFO! Si deve essere mosso a velocità impressionante perché nella fotografia precedente, scattata un attimo prima, in cielo non c’è niente».

Dopo aver parlato con i testimoni, che ci sono sembrati in assoluta buona fede, ed essere entrati in possesso della fotografia in formato originale, abbiamo chiesto un parere a Corrado Malanga, ricercatore e docente di Chimica all’Università di Pisa, studioso di rilievo nazionale di fenomeni ufologici, nonché responsabile del portale UFOmachine.org.

«L’impiego di filtri diversi – osserva Malanga – facilita la visualizzazione dell’immagine, mettendo in evidenza alcuni importanti dettagli. Il presunto UFO, che non è presente nella fotografia scattata qualche secondo prima con la stessa inquadratura, appare tridimensionale e riflette la luce del sole. L’oggetto è reale e si caratterizza per una forma lenticolare. Sulla parte laterale, presenta dei fori semicircolari. Le ombre e le luci appaiono disporsi correttamente rispetto alle altre sagome presenti nell’immagine. Da come la luce del sole viene riflessa, si deduce che l’oggetto è di natura metallica o prevalentemente metallica. L’UFO si sposterebbe da destra verso sinistra, venendo lievemente in avanti. Questo dato non si evince tanto dalla foto in oggetto, bensì dallo studio di filmati e testimonianze di UFO lenticolari che assumono un’incidenza negativa quando volano a causa di una parte rotante all’interno del loro meccanismo. Si crea, quindi, una coppia di forze che fa inclinare l’UFO rispetto all’asse di marcia. Da escludere, inoltre, che l’oggetto volante non identificato possa essere un ombrellone in quanto non solo non è visibile il palo, ma quel giorno le condizioni meteorologiche, stando alle testimonianze raccolte, erano buone e non c’era vento. Non è nemmeno un classico tappo di bottiglia poiché il numero delle “increspature” lungo il bordo, ovvero dei “fori” semicircolari, è inferiore a quello dei classici tappi in commercio che sono tutti uguali fra loro in quanto prodotti da un unico modello di macchina». Le analisi in oggetto sono state divulgate anche da X Times, mensile di ufologia e informazione alternativa diretto da Lavinia Pallotta.

fonte:ildemocratico.com


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit