Text Size
Sabato, Ottobre 16, 2021
Le Prove Ufo filmati dala Nasa nella missione Tethered sts-75

L'enigma della sciamana dall’occhio d’oro. La protesi di 5.000 anni fa

Era alta una spanna più delle altre donne e non passava inosservata. Aveva tra i venticinque e i trent'anni, la fronte un po' sfuggente, il mento deciso e la pelle bruna. Si vedeva che era straniera...

L'incontro alieno avvenuto nei boschi in Bulgaria e ripreso da degli escursionisti

Un gruppo di giovani escursionisti, mentre attraversavano il denso bosco di Plovdiv in Bulgaria, si sono imbattuti in un vero e prorpio extraterrestre del tipo grigio. L'alieno, inquadrato nel video...

La tecnologia futuristica usata dagli antichi vichinghi che sorprende gli scienziati

Le cronache raccontano che chi brandiva una spada Ulfberht aveva un vantaggio significativo rispetto ai nemici. Anche se di dimensioni e forma simili ad una comune spada vichinga, la Ulfberht e...

Il batterio che vive nell'arsenico, le stelle comete di Dicembre e i problemi della sonda Akatsuki

Arsenico per noi significa veleno. Ma in un lago della California ci sarebbe un batterio che nell’arsenico non solo ci vive, ma forse lo assimila per sostenere la sua crescita. Una scoperta sorpren...

Lo strano oggetto che non dovrebbe esistere. L'enigmalite

John J. Williams, un ingegnere elettrico, nel 1998 ha fatto una scoperta davvero curiosa: un piccolo oggetto che sembrava un connettore elettrico a tre punte che spuntava dal terreno. Dopo aver ...

Progetti per i futuri motori spaziali,i 6 pianeti scoperti da Kepler e le vele della sonda NanoSail-D visibili dalla Terra

Esplorare il Sistema solare spendendo cifre meno astronomiche di quelle attuali. E' quanto si prefigge la NASA nei prossimi decenni, come dimostrano i progetti presentati proprio in questi giorni a...

  • L'enigma della sciamana dall’occhio d’oro. La protesi di 5.000 anni fa


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • L'incontro alieno avvenuto nei boschi in Bulgaria e ripreso da degli escursionisti


    Publish In: Le Prove
  • La tecnologia futuristica usata dagli antichi vichinghi che sorprende gli scienziati


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Il batterio che vive nell'arsenico, le stelle comete di Dicembre e i problemi della sonda Akatsuki


    Publish In: News Astronomia
  • Lo strano oggetto che non dovrebbe esistere. L'enigmalite


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Progetti per i futuri motori spaziali,i 6 pianeti scoperti da Kepler e le vele della sonda NanoSail-D visibili dalla Terra


    Publish In: News Astronomia

Ufo filmati dala Nasa nella missione Tethered sts-75

Durante la sperimentazione della tecnologia tethered nel 1996 effettuata dalla Nasa ci furono degli strani avvenimenti. Ma cos'è la tecnologia tethered?

Un satellite tethered è un satellite connesso ad un altro attraverso un sottile cavo detto tether.

Dopo studi da parte della NASA venne creato un progetto a breve termine per sviluppare un satellite con un cavo di 100 km. I satelliti tethered sono composti da tre parti: il satellite di base, il cavo (o tether) e il satellite ausiliario. Prima del posizionamento, il satellite di base contiene quello ausiliario e il cavo, e può non essere un satellite vero e proprio, ma anche uno Shuttle, una Stazione spaziale o la Luna. Il cavo collega i due satelliti ed è costituito da un complesso materiale formato da rame e kevlar. Il satellite ausiliario viene lanciato dal satellite di base verso un corpo che esercita attrazione.

Durante la fase di elongazione, il satellite ausiliario viene rilasciato verso un corpo attrattivo, come la Terra. Successivamente le fasi di messa in stazione e la fase di ritrazione richiedono una difficoltà molto maggiore, poiché la dinamica è governata da un insieme di equazioni differenziali ordinarie e parziali, non lineari. I problemi che emergono sono:

  • Dinamica del corpo rigido tridimensionale della stazione e del satellite ausiliario
  • Oscillazioni del cavo di massa finita
  • Spostamento del punto di aggancio del cavo dal baricentro della stazione spaziale
  • Vibrazioni trasversali del cavo
  • Forze esterne

La prima missione sperimentale fu la TSS-1

Il Tethered Satellite System 1 (TSS-1) fu sviluppato dall'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e venne lanciato durante la missione STS-46, sullo Space Shuttle Atlantis, dal 31 luglio all'8 agosto 1992. In questa missione vennero effettuate molte scoperte sulla dinamica dei sistemi tethered, anche se il satellite venne lanciato solo per 260 metri. Tuttavia questa lunghezza fu sufficiente per studiare come rilasciare, controllare e recuperare il satellite. Questo tipo di sistemi si rivelò più facile da controllare e anche più stabile di quanto non era stato previsto.

Le tensioni e le correnti raggiunte furono troppo esigue per effettuare la maggior parte degli esperimenti, tuttavia vennero effettuate molte misurazioni, tra cui le forze e le correnti indotte dal cavo e il comportamentamento degli elettroni che trasportano la corrente di ritorno.

In questa missione Shuttle partecipò per la prima volta un astronauta italiano Franco Malerba. Principal Investigator della missione (Theoretical and Experimental Investigation of TSS Dynamics) fu lo scienziato italiano Silvio Bergamaschi, allievo ed erede culturale di Giuseppe Colombo.

Ma la Nasa non fu la sola a raccogliere i dati di questa missione infatti furono avvistati attorno al satellite diversi UFO che sembravano incuriositi da questa nuova (almeno per noi) tecnologia

Di seguito il filmato sconvolgente realizzato dalla Nasa


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit