Il progetto ISIS: la grande piramide è una base aliena

Stampa

Una delle ultime testimonianze della presenza aliena nel passato dell'umanità ci arriva dall Russia. La storia sembrerebbe un falso se non fosse supportato da un filmato che proverebbe la veridicità del fatto. Nel 1950, durante la guerra fredda, le superpotenze erano in piena corsa tecnologica per avere la supremazia spaziale e militare e la Russia cercava di portarsi in vantaggio rispetto ai ricchi americani  cercando di scovare il segreto tecnologico di alcune civiltà antiche che lportavano una conoscenza superiore persino a quelle di oggi; e così finanziarono un progetto segreto tramite il KGB denominato ISIS che aveva proprio lo scopo di trovare tecnologie aliene nel passato. All'inizio non fu una ricerca molto proficua ma negli anni '60 trovarono in Egitto la "Tomba del visitatore".


La mummia aliena nel sarcofago


La scoperta fu quella di una tomba in Egitto, nella piana delle piramidi di Giza che conteneva il corpo di un presunto extraterrestre (il visitatore Osiris). L’età è stata stabilita all'incirca al 10500 A.C. oltre che col C14, anche con l’allineamento delle stelle. All’epoca infatti  i russi hanno dovuto ricreare attraverso il computer l’esatta posizione delle stelle, durante la costruzione delle piramidi. Essi hanno mostrato questa animazione e hanno mostrato che l’allineamento delle stelle, con le tre piramidi di Giza risaliva proprio a quella data. Il video mostra il ritrovamento della mummia “aliena”, lunga circa due metri e la sua testa è stata ricostruita al computer. I russi hanno così scoperto che era identica a quella dei famigerati “Grigi”.



Teschio della mummia ritrovata nella "tomba del visitatore"


Il KGB aveva trovato anche un'altra camera. La camera della conoscenza.
Si narra che in questa camera ci fosse il loro sapere, e che (forse) una volta aperta, avrebbe potuto portare all'estinzione dell'umanità.
Quindi si decise di non aprirla e di abbandonare il progetto. Le camere vennero richiuse e i segni degli scavi cancellati.

Le persone che parteciparono al progetto impazzirono o morirono, sicuramente era un piano nascosto del kgb per evitare la fuga di notizie

Di seguito il servizio realizzato dal programma "Mistero"



blog comments powered by Disqus
jeux gratuit