Text Size
Sabato, Luglio 22, 2017
Uomini e Misteri Coscienti solo di giorno, mentre di notte si paralizzano. Il mistero dei bambini del Sole

Coscienti solo di giorno, mentre di notte si paralizzano. Il mistero dei bambini del Sole

Attivi di giorno, in 'coma' di notte. La comunità scientifica si interroga sul caso di Shoaib Ahmed e Abdul Rasheed, 9 e 13 anni, del Pakistan. Nel corso della giornata sono attivi e vivaci, come tutti i loro coetanei, ma col passare delle ore cadono come in catalessi.

E’ un caso più unico che raro quello che sta sorprendendo il Pakistan e tutta la comunità scientifica. I protagonisti sono due fratellini di 9 e 13 anni. Stanno bene, sono vispi e attivi, giocano come tutti i piccoli della loro età, ma solo durante il giorno. Di sera, infatti, entrambi entrano in stato vegetativo. In altre parole, dopo essersi alzati al mattino (solitamente molto presto), durante la giornata perdono ora dopo ora la loro vitalità ed energia, fino a paralizzarsi al tramonto. Adesso l"Istituto di Scienze Mediche del Pakistan' ha chiesto l'aiuto di specialisti all'estero. "Non riesco a capire che cosa succede – spiega Javed Akram, docente di medicina all'Istituto di Scienze mediche, in Pakistan –  e non ho nessuna idea di che cosa provochi questi sintomi.  Per noi questo caso è una sfida, i nostri medici stanno facendo una serie di test per capire come mai i fratelli sono vivaci durante il giorno e non riescono né ad aprire gli occhi, né a parlare quando il sole tramonta".

Shoaib Ahmed e Abdul Rasheed provengono da una famiglia povera di un villaggio del Belucistan, Mian Kundi, la più grande provincia del Pakistan. Il governo sta fornendo loro cure gratuite a Islamabad. Campioni del loro sangue sono stati inviati all'estero per accertamenti e riscontri. Gli esperti stanno anche raccogliendo campioni di terra e di materiali che si trovano nell'abitazione della famiglia, per capire se ci possa essere una sostanza all'origine del problema. Hashim, il padre dei già ribattezzati "bambini del Sole",  assicura comunque che Mian Kundi garantisce una discreta vivibilità, poiché libera da malattie e avente tutti i servizi di base come elettricità, telefono e gas. Hashim e la madre dei due bimbi sono cugini. Due dei loro sei figli sono morti in tenera età, mentre gli altri bambini non hanno problemi di salute. "I miei figli prendono tutta la loro energia dal sole” dice lui, ma ciò è da escludere secondo i medici, visto che Shoaib e Abdul si muovono normalmente di giorno anche se sono in casa e quindi non esposti direttamente ai raggi solari.

Video-documentario



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit