Text Size
Mercoledì, Ottobre 23, 2019
Uomini e Misteri Dashi-Dorgio Itighilov. Il mistero del Lama non morto

La fuga dei gravitoni dal buco nero, pericolo collisione per l'asteroide 2011 AG5 e la stazione spaziale cinese

I buchi neri devono ancora svelarci molti segreti. Come previsto dalla teoria della Relatività, sono così massicci che nulla può sfuggire alla loro attrazione. Eppure, a dispetto della Relatività,...

L'avvistamento di diversi Ufo sopra Macerata

Ufo di notte, sopra il cielo del campo da baseball in via Cioci. Ad immortalarli l’occhio elettronico dello smartphone di un giocatore appena uscito dagli allenamenti. Gli scatti sono finiti sul sit...

La futura morte del nostro pianeta, come si formano i pianeti attorno alle stelle e lo studio della cometa Lovejoy

Nella nostra galassia ci sono innumerevoli stelle simili al Sole ma con età molto diverse. Attorno alle stelle più giovani girano pianeti giganti fatti di gas, come il nostro Giove. Ma attorno all...

Chip del futuro,il ritorno di Hayabusa e il satellite con la vela

Microchip ancora più piccoli, veloci ed economici. Saranno prodotti entro il prossimo anno, aumentando le prestazioni di computer, automobili e telefonini senza incidere sul prezzo. Tutto questo ...

Un nuovo segreto scoperto nel quadro della Gioconda di Da Vinci

Il mistero della Gioconda, uno dei più celebri dipinti di ogni tempo, probabilmente resterà tale fino alla fine dei tempi. E come tale continuerà a scatenare una continua ridda di ipotesi più o me...

La prima integrazione tra circuiti nervosi ed elettronici

Una ricerca  mostra che è possibile far crescere i neuriti delle cellule nervose all'interno di sottili nanotubi in materiale semiconduttore a base di silicio e germanio Creare un embrio...

  • La fuga dei gravitoni dal buco nero, pericolo collisione per l'asteroide 2011 AG5 e la stazione spaziale cinese


    Publish In: News Astronomia
  • L'avvistamento di diversi Ufo sopra Macerata


    Publish In: Le Prove
  • La futura morte del nostro pianeta, come si formano i pianeti attorno alle stelle e lo studio della cometa Lovejoy


    Publish In: News Astronomia
  • Chip del futuro,il ritorno di Hayabusa e il satellite con la vela


    Publish In: News Astronomia
  • Un nuovo segreto scoperto nel quadro della Gioconda di Da Vinci


    Publish In: Uomini e Misteri
  • La prima integrazione tra circuiti nervosi ed elettronici


    Publish In: Scienza e Futuro

Dashi-Dorgio Itighilov. Il mistero del Lama non morto


I non-morti appartengono alla tradizione della letteratura e del cinema horror, e soprattutto al regno della fantasia: ma non è il caso del Lama buddista russo Dashi-Dorgio Itighilov, sepolto nella nativa Buriazia nel 1927 e riesumato nel 2002, il cui corpo appare intatto, né mummificato né congelato, semplicemente integro come se i tessuti fossero ancora viventi.

Gli scienziati hanno quasi gettato la spugna: il mistero è assolutamente inspiegabile in base alle attuali conoscenze. Perciò, a cinque anni dalla sorprendente esumazione, hanno deciso di indire un convegno internazionale sul fenomeno, che ha dato vita anche a un apposito centro di studi. Parteciperanno almeno 150 fra ricercatori e religiosi e sarà presentata una ventina di rapporti che cercheranno di spiegare l'inspiegabile, con maggiore o minore verosimiglianza. Fra questi, uno che sostiene come la causa sia il luogo di sepoltura, in un punto di congiunzione fra i tre fiumi Amur, Lena e Ienissei (i più grandi della Siberia), una zona geologica unica nella quale può avvenire di tutto.

Gli studiosi, riferiscono i media russi, cercheranno anche di dare un senso più preciso a un manoscritto di Itighilov trovato nel 2003 nella biblioteca del monastero di Ivolginski, dove il corpo del Lama è stato collocato in un'urna di vetro sotto una statua del Buddha. In quello scritto, l'antico capo spirituale dei buriati descrive le sue dodici esistenze sulla Terra, cinque in India, cinque in Tibet, due in Buriazia, oggi repubblica autonoma russa.

Dashi-Dorgio Itighilov, nato nel 1852, fu eletto Khambo Lama - capo dei lama buriati - nel 1911, come dodicesimo rappresentante della stirpe. Venerato come santo, apprezzato dallo stesso zar Nicola II, annunciò nel 1927 ai fedeli l'intenzione di passare a un altro livello di esistenza per raggiungere il Nirvana - la meta spirituale definitiva dei buddisti - e, messosi in posizione di loto, seduto a gambe incrociate, semplicemente smise di respirare.

Prima di farlo aveva pronosticato agli attoniti adepti l'orrore delle purghe staliniane che sarebbero presto arrivate. Aveva anche promesso, vuole la tradizione, di tornare sulla Terra come incarnazione del Buddha, e aveva pure indicato una data, il 2002. Venne messo, in quella stessa posizione di loto nella quale era - forse - morto, in un sarcofago di cedro e sepolto alla profondità di un metro e mezzo. Il corpo era stato cosparso di sale e avvolto in bende. Nel 2002, per obbedire alla profezia, è stato esumato, e il mistero è apparso in tutta la sua forza. La salma - se di salma si tratta - è stata anche consegnata, col beneplacito dell'attuale Khambo Lama, agli scienziati russi, che hanno fatto esami approfonditi. I campioni di tessuto prelevati sembrano appartenere a un uomo vivo, o tutt'al più morto da poche ore. Vi è traccia di processi fisiologici in atto, anche se come sospesi. Il monastero è luogo di pellegrinaggio continuo da parte di fedeli e curiosi, ma anche di esterrefatti scienziati che vogliono vedere con i loro occhi l'inspiegabile fenomeno. Le autorità buriate stanno costruendo un sacrario apposito per il loro Lama: che comunque non accenna a volersi svegliare dal lungo sonno.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit