Text Size
Sabato, Maggio 27, 2017
Uomini e Misteri Il misterioso caso di Gil Perez. Un caso di teletrasporto spontaneo

Il misterioso caso di Gil Perez. Un caso di teletrasporto spontaneo

Gil Perez era un soldato vissuto nel 16° secolo. Era un membro della Guardia Civile filippina e prestava servizio a Manila, al palazzo del Governatore Generale, nelle Filippine. Conduceva la tipica vita dei soldati del tempo. Svolgeva regolarmente le sue mansioni per il Governo, quanto meno fino al suo ultimo turno di guardia quando, all’improvviso, fu oggetto di teletrasporto spontaneo e catapultato in un’altra nazione.
Il teletrasporto è un tema comune alla letteratura, al cinema ed alla fantascienza.  Non si può negare che il teletrasporto è una sorta di orpello della narrativa, perché lascia spazio alla più fervida interpretazione, delocalizzando personaggi intriganti e catapultandoli in un percorso ignoto. Non è possibile conoscere gli effetti collaterali e le conseguenze del teletrasporto.
Il teletrasporto sarebbe una tecnica utilissima e conveniente anche nella vita di tutti i giorni. Potrebbe anche cambiare il volto della guerra moderna e rendere impossibile rintracciare i criminali. Questo, almeno, nel contesto di un teletrasporto scientifico, consapevole e controllato. Ma, cosa potrebbe accadere se non ci fosse alcun controllo? Cosa accadrebbe se alcune persone fossero teletrasportate spontaneamente senza averne conoscenza ? Questo è quanto accaduto a Gil Perez . Un caso esemplificativo di teletrasporto spontaneo.
Il 24 ottobre 1593, Gil Perez era di ronda al palazzo del Governatore a Manila. Pirati cinesi, la notte prima, avevano assassinato il governatore – Gomez Perez Dasmarinas, e le guardie sorvegliavano il palazzo nell’attesa che fosse nominato un nuovo Governatore. Stanco, Gil Perez si appoggiò ad un muro socchiudendo gli occhi. Quando aprì gli occhi, si trovò in un luogo sconosciuto. Non sapendo cosa pensare e come agire, continuò a svolgere le sue mansioni di guardia fino a quando fù avvicinato da uno sconosciuto che iniziò a porgli alcune domande, rappresentandogli che si trovava a Plaza Mayor, a Città del Messico.

Gil Perez ed il teletrasporto spontaneo.

Gil Perez fu interrogato e raccontò la storia del suo presunto teletrasporto spontaneo e l’assassinio del Governatore di Manila. Nessuno, a Città del Messico, aveva ancora avuto notizia della morte del Governatore ma Gil Perez indossava l’uniforme delle guardie del palazzo di Manila. Perez fu arrestato, ritenendo potesse trattarsi di un disertore o di un servo del diavolo. Dopo due mesi, giunse una nave dalle Filippine, portando la notizia della morte del governatore. Alcuni membri dell’equipaggio affermarono di conoscere Gil Perez , anche se non sapevano che si trovava a Città del Messico. L’ultima volta, era stato visto al Palazzo del Governatore a Manila il 23 Ottobre.
Le autorità di Città del Messico decisero di rilasciare Gil Perez. Si presume che, da quel momento, non abbia avuto ulteriori esperienze di teletrasporto spontaneo. Se la vicenda è reale, Gil Perez fu un uomo davvero fortunato a non essere stato trasportato in un paese dove non si parlava la lingua spagnola, oppure in un luogo gelido e desolato. Alcune fonti affermano che la storia sia documentata negli archivi di polizia di Città del Messico. Tuttavia, senza documenti a disposizione, è arduo stabilire se la storia di Gil Perez è realmente accaduta o è solo un racconto di fantasia. Si è trattato di una vera e propria forma di teletrasporto spontaneo?

Video Documentario



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit