Text Size
Mercoledì, Luglio 18, 2018
Uomini e Misteri Scoperte in Transilvania le più antiche tracce di uomo moderno mai trovate

Gli avvistamenti Ufo ripresi dalla Nasa nel 2012

Anche durante quest'ultimo anno la Nasa, durante le varie missioni spaziali, è stata testimone involontaria di alcuni avvistamenti Ufo immortalati inconfutabilmente nei suoi video e foto. La Nasa no...

Le 5 meraviglie della scienza che ci porteranno nel futuro

Strutture che sembrano provenire da altri mondi, tecnologie surreali, enormi macchinari: alcuni incredibili 'monumenti scientifici' sono stati costruiti per attuare le piu' avanzate ricerche. Ecco 5 t...

Il dito e la mano fossile di 100 milioni di anni

Homo "Cambrianensis"... Vi starete di certo chiedendo cosa possa significare questo termine, la risposta è ovvia: niente! Nello studio delle ere geologiche si definisce "cambriano" lo strato in cui ...

La possibile acqua di Tritone,il passaggio di Venere davanti al Sole e l'insolito aumento dei raggi cosmici negli anni 774 e 775

Tritone ci nasconde qualcosa. E forse quel qualcosa è tanta acqua liquida. Il che sarebbe una sorpresa vista la sua lontananza dal Sole. Tritone è un piccolo satellite di Nettuno, ultimo pianeta ...

Il segreto di Stonehenge (sembra) è stato svelato

Le recenti scoperte di un team internazionale di archeologi chiariscono, almeno in parte, il mistero che ancora oggi aleggia attorno a Stonehenge: quando fu costruito? E perchè? Secondo Henry Ch...

Secondo alcuni ricercatori russi lo Yeti esiste e mostrano le prove

Lo yeti, versione europea dell’American Bigfoot, esisterebbe realmente. A dirlo alcuni ricercatori russi  che avrebbero portato a sostegno di questa teoria prove, secondo loro, inconfutabili.Certo, no...

  • Gli avvistamenti Ufo ripresi dalla Nasa nel 2012


    Publish In: Le Prove
  • Le 5 meraviglie della scienza che ci porteranno nel futuro


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Il dito e la mano fossile di 100 milioni di anni


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • La possibile acqua di Tritone,il passaggio di Venere davanti al Sole e l'insolito aumento dei raggi cosmici negli anni 774 e 775


    Publish In: News Astronomia
  • Il segreto di Stonehenge (sembra) è stato svelato


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Secondo alcuni ricercatori russi lo Yeti esiste e mostrano le prove


    Publish In: Uomini e Misteri

Scoperte in Transilvania le più antiche tracce di uomo moderno mai trovate

La Transilvania non è diventata famosa solo per la leggenda immortale del Conte Dracula e il suo ambiente quasi spettrale.

Si tratta di una regione ricca di storia, nella quale si sono combattute molte battaglie.

Inoltre, nella sua storia millenaria, il territorio della Transilvania è appartenuto ad una grande varietà di imperi e stati, tra cui i Celti, gli Sciti, il Regno di Dacia e l’Impero Romano.

Oltre ad essere uno degli scenari privilegiati della storia dell’umanità, in tempi più recenti la Transilvania ha offerto alcuni reperti che potrebbero contribuire a cambiare la comprensione sul nostro passato.

Una serie di impronte sono state rinvenute nella Grotta di Ciur-Izbuc, sui monti carpazi, che secondo i ricercatori potrebbero rappresentare la più antica testimonianza di tracce di uomo moderno in Europa, e forse nel mondo.

Nel 1965, nella Grotta di Ciur-Izbuc furono rinvenute circa 400 impronte umane. Inizialmente, gli scienziati attribuirono le orme ad una famiglia di uomini moderni vissuta tra i 10 mila e i 15 mila anni fa.

Ma, come riporta Science News, la datazione al radiocarbonio di alcuni frammenti ossei di un orso delle caverne trovate sotto un’impronta rivela che queste tracce in realtà risalgono almeno a 36,5 mila anni fa.

I risultati dello studio delle 51 impronte rimaste (il passaggio di speleologi e turisti ha distrutto tutte le altre) sono stati pubblicati il 7 luglio scorso dal dottor David Webb, antropologo presso l’Università della Pennsylvania, sulla rivista American Journal of Physical Anthropology.

Le analisi delle impronte suggeriscono che sei o sette persone, tra cui almeno un bambino, entrarono nella grotta dopo che un diluvio aveva rivestito il pavimento di fango sabbioso. “L’età delle orme è calcolata in associazione con le ossa dell’orso delle caverne, e con la convinzione che gli orsi delle caverne si sia estinto verso la fine dell’ultima era glaciale”, scrivono i ricercatori.

Dunque, quelle di Ciur-Izbuc potrebbero essere le orme di uomo moderno più antiche d’Europa, e forse del mondo. In una conferenza del 2011, un gruppo di scienziati annunciò di aver trovato presso il sito di Engare Sero, in Tanzania, orme di Homo Sapiens antiche di 120 mila anni.

Se le conclusioni sulle impronte di Engare Sero fossero corrette, vuol dire che sarebbero queste le impronte di Sapiens più antiche del mondo. Tuttavia, i risultati non sono stati ancora pubblicati, facendo ritenere a Webb che i colleghi possano aver avuto un problema di datazione o di autenticità.

All’inizio di quest’anno, invece, una squadra di ricercatori di vari istituti di ricerca ha scoperto in Inghilterra una serie di orme appartenute ai nostri antenati più antichi, databili a circa 800 mila anni fa.

La scoperta di Ciur-Izbuc, insieme a molte altri sorprendenti ritrovamenti antichi, mostra ancora una volta quanto poco sappiamo sulle nostre antiche origini e sulla storia del nostro pianeta.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit