Text Size
Mercoledì, Gennaio 29, 2020
Uomini e Misteri Immortalata l'ultima luce che emette il corpo al momento della morte

La nostra storia secondo Zecharia Sitchin

Tra le ipotesi sull' evoluzione dell'uomo, sia culturalmente che fisiologicamente, quelle di Zecharia Sitchin destano più domande che risposte facendo crollare tutte le credenze, sia scientifiche che ...

Quattro Ufo in formazione vengono fotografati dallo spazio dalla Nasa

Una delle ultime testimonianze sulla presenza Ufo nel nostro pianeta, viene direttamente dalla Nasa che, involontariamente, ha fotografato 4 Ufo che volavano in formazione. La foto in questione, (vi...

Real mistery: lo strano essere (fantasma o entità aliena) ripresa durante lo tsunami in Giappone

Una strana ripresa video è stata girata duranta il tremendo Tsunami avvenuto in Giappone. Nel video viene inquadrata una creatura che salta dal torrente e poi si arrampica su un edificio prima di sp...

Le migliori riprese degli Ufo effettuati dalla Nasa sull'ISS

Nel video seguente viene mostrata una sequenza molto interessante di video di Ufo ripresi dalle webcam montate sulla Stazione Spaziale Internazionale. I vari Ufo sono stati filmati nello spazio aper...

La simulazione dei robot miniaturizzati che imitano le formiche

Un gruppo di ricercatori del Centro di ricerca sulla cognizione animale dell’Università Paul Sabatier a Tolosa-CNRS, e del New Jersey Institute of Technology a Newark, negli Stati Uniti, che firman...

Diversi Ufo filmati mentre stazionano a Belgrado in Serbia

Nel video seguente, realizzato nel centro di Belgrado in Serbia, vengono filmati diversi Ufo che sono rimasti stazionari per diversi minuti. Il fenomeno ormai degli Ufo, come potete constatare voi s...

  • La nostra storia secondo Zecharia Sitchin


    Publish In: La Nostra Storia
  • Quattro Ufo in formazione vengono fotografati dallo spazio dalla Nasa


    Publish In: Le Prove
  • Real mistery: lo strano essere (fantasma o entità aliena) ripresa durante lo tsunami in Giappone


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Le migliori riprese degli Ufo effettuati dalla Nasa sull'ISS


    Publish In: Le Prove
  • La simulazione dei robot miniaturizzati che imitano le formiche


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Diversi Ufo filmati mentre stazionano a Belgrado in Serbia


    Publish In: Le Prove

Immortalata l'ultima luce che emette il corpo al momento della morte

Al momento della morte una onda di luce fluorescente azzurra si sprigiona dalla cellule e, da una cellula all’altra, si propaga nell’intero organismo: lo ha scoperto una ricerca internazionale che per la prima volta ha fotografato ‘l’onda della morte’.

Descritta sulla rivista PLoS Biology, l’onda azzurra della morte è stata fotografata in un organismo semplice, come un minuscolo verme, dal gruppo coordinato dal britannico University College London.

È un passo importante per comprendere come la morte cellulare si diffonda in tutto il corpo, anche nel caso di organismi complessi come l’uomo, dal momento che i meccanismi cellulari nei mammiferi sono simili a quelli dei vermi.

La scommessa di questa ricerca, ha detto il coordinatore del lavoro, David Gems, è indentificare i geni che controllano l’invecchiamento e le malattie collegate.

Quando le singole cellule muoiono si innesca una reazione chimica a catena che porta alla rottura dei componenti cellulari e a un accumulo di detriti molecolari. Ma se queste reazioni sono ben comprese a livello cellulare, si sa molto poco invece, su come la morte raggiunge tutte le cellule dell’organismo.

Il sopraggiungere della morte è stato osservato al microscopio in uno degli organismi più semplici e studiati nei laboratori di biologia e genetica: il minuscolo verme Caenorhabditis elegans.

La morte appare come un’onda fluorescente azzurra che si diffonde in tutte le cellule. Un effetto, questo, che dipende da una sostanza chiamata acido antranilico e la sua diffusione avviene tramite il calcio, che agisce come un messaggero di cellula in cellula.

Inizialmente si sospettava che la fonte della fluorescenza blu fosse una sostanza chiamata lipofuscina, che emette luce di un colore simile ed è anch’essa collegata all’invecchiamento perché si accumula con l’età, causando danni molecolari. Ma poi è stato osservato che la lipofuscina non è coinvolta.

I ricercatori hanno anche provato a bloccare il percorso chimico che propaga la morte cellulare, ma sono riusciti a ritardare solo la morte indotta da uno stress come un’infezione e non la morte per vecchiaia.

Ciò suggerisce che la morte dovuta a un’infezione è più facile da rallentare perché è innescata da un numero minore di processi, mentre la morte dovuta all’invecchiamento è più difficile da ritardare perché entrano in gioco numerosi processi che agiscono in parallelo e che sono più difficili da contrastare.

Video


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit