Text Size
Lunedì, Ottobre 14, 2019
Uomini e Misteri Il villaggio addormentato: il misterioso caso del Kazakistan

Quanto è grande esattamente il nostro Universo? La scienza risponde

Domanda: se osserviamo una galassia lontana nata appena 700 milioni di anni dopo il big bang, a che distanza si trova ora la galassia in questione rispetto alla Terra, usando come unità di misura ...

La storia di tutta l'umanità passata,presente e futura scritta sulle Foglie del Destino

Nella lontana e spirituale India vengono conservate migliaia di foglie di palma sulle quali, si dice, che ci sia scritto il destino degli uomini. La tradizione vuole che, migliaia di anni fa, degli...

Padre Crespi e la cospirazione per nascondere la verità sulla storia dell'umanità

Padre Carlo Crespi nacque a Milano nel 1891 e morì nel 1982. E’ stato un prete missionario salesiano che ha vissuto nella piccola città di Cuenca, in Ecuador, per più di 50 anni, dedicando la sua...

L'incredibile ritrovamento di una mummia aliena in Perù

“Hanno trovato uno scheletro di un alieno mummificato in Perù!” Questo il titolo della notizia che pochi giorni fa è stata pubblicata dal canale TV CNC Perù, dove appunto è stato presentato il fil...

La congiunzione tra Giove e Venere, l'ossigeno rilevato dalla Cassini su Dione ed i furti dei pc della Nasa

Due punti luminosi che brillano di una luce ferma e intensa. In questi gironi appaiono in cielo appena diventa sera e notarli è inevitabile. In realtà non brillano di luce propria ma si limitano a ...

La straordinaria resistenza della tela del ragno che resiste agli uragani

La resistenza delle tele intessute dai ragni ha sempre affascinato l'uomo, che ne ha cercato il segreto della robustezza nella composizione chimica della  seta. Da sola, tuttavia, questa non può spi...

  • Quanto è grande esattamente il nostro Universo? La scienza risponde


    Publish In: Scienza e Futuro
  • La storia di tutta l'umanità passata,presente e futura scritta sulle Foglie del Destino


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Padre Crespi e la cospirazione per nascondere la verità sulla storia dell'umanità


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • L'incredibile ritrovamento di una mummia aliena in Perù


    Publish In: Le Prove
  • La congiunzione tra Giove e Venere, l'ossigeno rilevato dalla Cassini su Dione ed i furti dei pc della Nasa


    Publish In: News Astronomia
  • La straordinaria resistenza della tela del ragno che resiste agli uragani


    Publish In: Scienza e Futuro

Il villaggio addormentato: il misterioso caso del Kazakistan


I residenti del remoto villaggio di Kalachi, nel nord del Kazakistan, sono stati colpiti da una misteriosa malattia che fa dormire fino a quattro giorni di fila.

I medici, tuttavia, non sono stati ancora in grado di identificare la causa del disturbo che ormai tormenta i residenti da quasi quattro anni.

La malattia ha colpito il 14% della popolazione di Kalachi, in tutto 600 persone. I residenti riportano che i casi di contaggio sono aumentati notevolemente nel corso degli anni. Molti vivono nella paura di non risvegliarsi più dall’enigmatico sonno.

Nelle ultime settimane, più di 60 persone sono state portate in ospedale lamentando vertigini, affaticamento e problemi di memoria. Alcune di esse hanno riferito anche di vivide allucinazioni.

Ma qual è la causa della misteriosa condizione? I medici hanno già escluso virus o infezioni batteriche, come ad esempio la meningite. Inoltre, non sono stati trovati agenti chimici nel terreno o nell’acqua che potessero causare il disturbo del sonno.

Molti abitanti della regione sono convinti che la causa sia da imputare alla vicina miniera di uranio di epoca sovietica e ora abbandonata. Tuttavia, i minatori che lavoravano nel sito non hanno mai riportato i sintomi della malattia. Per di più, le misurazioni hanno dimostrato che i livelli di radiazione di Kalachi sono gli stessi della vicina Krasnogorsk, una fiorente cittadina ora abbandonata.

Eppure, un documentario girato da Russia Today rivela che le rilevazioni di radiazioni negli ultimi mesi sono 16 volte superiori rispetto a quanto ci si aspetterebbe vicino all’ingresso di una miniera abbandonata di uranio. Qualcuno sospetta che rifiuti tossici possano essere stati sepolti nei dintorni.

Comunque, ad oggi i medici brancolano ancora nel buio, classificando la malattia come encefalopatia, ovvero una malattia generica del cervello, data l’origine incerta della condizione.

Le TAC hanno indicato che molti pazienti colpiti dalla malattia mostrano eccessivi livelli di liquido nel cervello, fenomeno noto come edema cerebrale. “Tutti i bambini colpiti mostrano un edema cerebrale diffuso”, riporta Kair Abdurakhmanov, medico anziano presso l’ospedale psichiatrico regionale, “ma non c’è un deterioramento dei tessuti neurologici”.

“È improbabile che si tratti di semplice narcolessia”, spiega il professor Jim Horne, esperto del sonno al Centro di Ricerca sul sonno della Loughborough University. “La narcolessia colpisce le persone per brevi periodi di tempo, non per giorni e giorni. Non credo si tratti di un disturbo del sonno. È più probabile che sia una forma lieve di encefalite”.

Cosa determini la condizione è ancora un mistero. Russia Today ha riferito che nessun componente della troupe ha avuto problemi di sonno durante la ripresa del documentario. Dunque, cosa sta succedendo ai cittadini di Kalachi?

Video


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit