Text Size
Venerdì, Agosto 14, 2020
Uomini e Misteri Il misterioso segnale registrato a 36 Km dalla Terra

La congiunzione tra Giove e Venere, l'ossigeno rilevato dalla Cassini su Dione ed i furti dei pc della Nasa

Due punti luminosi che brillano di una luce ferma e intensa. In questi gironi appaiono in cielo appena diventa sera e notarli è inevitabile. In realtà non brillano di luce propria ma si limitano a ...

Secondo Chris Andarson, il futurista, i contadini saranno robot

SAN FRANCISCO «Le cose cambiano più in fretta di quanto molti si immaginano. I miei figli, per esempio, non vogliono più comprare i giocattoli. Se li vogliono stampare con la stampante 3D dopo ...

La nuova tecnologia che allungherà la durata della batteria dello smartphone

La ricerca spasmodica di una spina per attaccare il telefono potrebbe finire se il progetto del professor You-jip Won dovesse funzionare: si chiama WALDIO (Write Ahead Logging Direct IO) ed è una t...

La quarta dimensione dell'Universo, i bracci delle galassie a spirale e l'interazione elettrica tra Saturno ed Encelado

Più si espande, più l'Universo acquista nuove dimensioni. Questa l'ipotesi di alcuni fisici americani. Il concetto di partenza è che l'Universo, nelle prime epoche dopo il Big Bang, avesse una sola...

I quattro nuovi elementi della tavola periodica e la possibilità di fuggire da un buco nero secondo Hawking

Aggiungi un posto a tavola. Anzi quattro. Le vecchia tavola periodica degli elementi è un perenne work in progress: nel 2011 erano stati aggiunti nuovi tasselli, poi lo scorso gennaio l'Unione in...

Exosuit, la tuta morbida ultratecnologica per tornare a camminare

Un aiuto robotico per far tornare a camminare soggetti con problemi motori. L’idea è di Conor Walsh, trentacinquenne irlandese che fa ricerca alla Harvard University, e non è affatto peregrina. H...

  • La congiunzione tra Giove e Venere, l'ossigeno rilevato dalla Cassini su Dione ed i furti dei pc della Nasa


    Publish In: News Astronomia
  • Secondo Chris Andarson, il futurista, i contadini saranno robot


    Publish In: Scienza e Futuro
  • La nuova tecnologia che allungherà la durata della batteria dello smartphone


    Publish In: Scienza e Futuro
  • La quarta dimensione dell'Universo, i bracci delle galassie a spirale e l'interazione elettrica tra Saturno ed Encelado


    Publish In: News Astronomia
  • I quattro nuovi elementi della tavola periodica e la possibilità di fuggire da un buco nero secondo Hawking


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Exosuit, la tuta morbida ultratecnologica per tornare a camminare


    Publish In: Scienza e Futuro

Il misterioso segnale registrato a 36 Km dalla Terra


Daniel Bowman, studente dell’università del North Carolina, nel corso di un’esercitazione ha intercettato un misterioso suono a circa 36 chilometri dalla superficie terrestre.

«Sembra qualcosa di molto simile al suono di un X-Files. Questo suono potrebbe arrivare dal limite estremo dello spazio», ha spiegato Bowman.

Si tratta di un infrasuono, dunque non percepibile all’orecchio umano. Sconosciuta la fonte di emissione, tanto che neppure la Nasa è riuscita a fornire una spiegazione logica a riguardo, almeno per ora.

Tra mistero, fantasia e logica sono già molti a pensare che si tratti di un messaggio alieno, o comunque di un contatto con qualcosa o qualcuno di cui fino ad oggi si ignorava l’esistenza.

Bowman ha raccontato a Live Science di aver costruito un pallone aerostatico su cui poi ha montato il microfono a infrasuoni. Era il 9 agosto del 2014 e il pallone era sospeso tra l’Arizona e il New Mexico. «Questo suono potrebbe arrivare dal limite estremo dello spazio», commenta lo stesso Bowman.

Nessun esperimento riguardante gli infrasuoni era stato condotto a una simile altezza. E il suono non può essere udito senza prima essere “tradotto” in una frequenza che l’orecchio umano può percepire. Per risolvere il problema basta velocizzare la registrazione. Dopo averlo reso udibile, Bowman ha parlato della sua scoperta lo scorso 23 aprile durante un congresso di scienziati a Pasadena.

E la scoperta di Bowman potrebbe aprire una nuova frontiera per la ricerca. C’è già chi propone di inviare una sonda del genere su Marte o su Venere per cercare di captare qualche altro suono del genere.

“Esistono alcune frequenze che non possono essere captati sulla terra perché vengono riflessi dall’atmosfera”, commenta Omar Marcillo, geofisico americano. Staremo a vedere, anzi ad ascoltare. Con il desiderio segreto di poter ascoltare in diretta il “primo contatto” tra l’essere umano e chissà che cosa.

Video-servizio dell'utente youtube orsobyanco



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit