Text Size
Sabato, Gennaio 20, 2018
Uomini e Misteri Le misteriose sorgenti energetiche rilevate dal telescopio spaziale Fermi della Nasa

L'Ufo sigariforme fotografato a Santa Rosa in California

Nel video seguente un Ufo a forma sigariforme viene fotografato a Santa Rosa in California in pieno giorno da un testimone ignaro, che si è accorto di averlo fotografato solo quando passa la foto al...

John Titor - L'Uomo venuto dal futuro

John Titor è un sedicente crononauta che si è fatto conoscere pubblicamente attraverso alcuni forum di Internet ad accesso libero.Il suo primo post, con nickname TimeTravel_0, è del 2 novembre 2000 ...

Secondo la scienza i robot del futuro sentiranno anche il dolore come un essere umano

I ROBOT non sentono dolore, o perlomeno così abbiamo sempre pensato. Mentre se noi lo avvertiamo, una ragione c'è: il dolore fisico ci fa percepire ed evitare il pericolo. Semplicemente, ci imped...

Il mistero della scialuppa abbandonata sull’Isola di Bouvet nel circolo polare artico

Se c’è un luogo che può definirsi ‘in mezzo al nulla’, questo è certamente l’isola di Bouvet, un pezzo di terra vulcanico di 50 km² situata nell’oceno Atlantico, a sudovest del Capo di Buona Speranz...

Secondo il fisico del plasma John Brandenburg l'antica civiltà di Marte è stata annientata da esplosioni nucleari

[Daily Mail] Coloro che parteciperanno sabato prossimo al convegno annuale dell’American Physical Society potrebbero rimanere un po’ sorpresi, dato che in quella sede il dottor John Brandenburg, ...

Nuove sorprese dalla nebulosa del Granchio, l'acqua delle comete e l'ozono di Venere

La Nebulosa del Granchio non smette di sorprendere. Un gruppo di ricerca ha infatti annunciato di aver misurato un'emissione di radiazione gamma proveniente dal centro della nebulosa che supera il ...

  • L'Ufo sigariforme fotografato a Santa Rosa in California


    Publish In: Le Prove
  • John Titor - L'Uomo venuto dal futuro


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Secondo la scienza i robot del futuro sentiranno anche il dolore come un essere umano


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Il mistero della scialuppa abbandonata sull’Isola di Bouvet nel circolo polare artico


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Secondo il fisico del plasma John Brandenburg l'antica civiltà di Marte è stata annientata da esplosioni nucleari


    Publish In: Civiltà Misteriose
  • Nuove sorprese dalla nebulosa del Granchio, l'acqua delle comete e l'ozono di Venere


    Publish In: News Astronomia

Le misteriose sorgenti energetiche rilevate dal telescopio spaziale Fermi della Nasa

L’occhio umano è lo strumento per eccellenza dell’astronomia. Senza la sua capacità di percepire la luce, non potremmo ammirare stelle, pianeti e galassie.

Tuttavia, gli astronomi non possono spingersi oltre. Esiste, infatti, un regno fascinoso praticamente invisibile all’occhio umano.

Al di fuori del campo visivo umano esiste un intero spettro elettromagnetico delle meraviglie. Ogni tipo di luce, dalle onde radio fino ai raggi gamma, rivela qualcosa di unico nell’universo.

Alcune lunghezze d’onda sono perfette per studiare i buchi neri, altre rivelano stelle neonate e pianeti, mentre altre ancora ci permettono di gettare uno sguardo sui primi momenti della storia cosmica.

La NASA si serve di molti telescopi che lavorano a diverse lunghezze d’onda, coprendo buona parte dello spettro elettromagnetico. Uno di essi è il Fermi Gamma-Ray Space Telescope in orbita attorno alla Terra, il quale ha appena inaugurato una nuova frontiera nell’osservazione elettromagnetica dell’Universo.

“Fermi è in grado di riprendere fotoni ad altissima energia”, spiega sul sito della Nasa Dave Thompson, astrofisico al Goddard Space Flight Center. “Grazie ad esso siamo stati in grado di produrre la prima mappa del cielo dell’altissima energia dell’Universo. L’immagine mostra il cielo come appare molto vicino al bordo dello spettro elettromagnetico, tra i 10 e i 100 miliardi di elettronvolt”.

La luce che gli occhi umani riescono a percepire è costituita da fotoni con energie nell’intervallo di 2-3 elettronvolt. Quelli rilevati da Fermi sono miliardi di volte più energetici, dai 20 milioni a oltre 300 miliardi di elettronvolt. Questi fotoni di raggi gamma sono così energetici che non possono essere rilevati dagli specchi e dalle lenti dei telescopi ordinari.

Fermi utilizza un sensore che è più simile a un contatore Geiger che a un telescopio. Se potessimo indossare un paio di occhiali con le caratteristiche ottiche del Fermi, saremmo in grado di vedere potenti proiettili di energia espulsi da fenomeni cosmici come i buchi neri supermassicci e le esplosioni delle hypernovae. In cielo ci apparirebbe in attività frenetica.

Prima che Fermi fosse lanciato nel giugno del 2008, erano state individuate solo quattro sorgenti celesti di fotone a tale livello di energia. In tre anni, Fermi ne ha trovate quasi 500 in più, rivela Thompson. La cosa stupefacente è che circa un terzo delle nuove sorgenti non può essere collegato a nessuno degli corpi celesti noti che producono raggi gamma.

Si tratta di oggetti completamente sconosciuti agli astronomi. “Non abbiamo idea di cosa siano”, ammette Thompson. “Hanno solo una cosa in comune: l’energia prodigiosa”.

Alcuni dei raggi gamma sembrano provenire dalle “Bolle di Fermi”, strutture giganti che risiedono al centro della via lattea e che coprono un’estensione di 20 mila anni luce sopra e sotto il piano galattico. Come esattamente si siano formate queste bolle è un altro mistero.

Tuttavia, ora che la prima mappa del cielo è completa, Fermi ora verrà utilizzato per un’indagine più sensibile e dettagliata, al fine di scoprire i segreti che ancora conserva gelosamente il nostro universo.

“Nei prossimi anni, Fermi dovrebbe rivelare qualcosa di nuovo su tutti questi fenomeni, perché sono così come sono e perché generano tali livelli ‘ultraterreni’ di energia”, commenta David Paneque, leader in questo settore presso l’Istituto Max Planck in Germania. “Per ora, nel mondo di Fermi, ci sono più incognite che cose conosciute”.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit