Text Size
Martedì, Settembre 19, 2017
Uomini e Misteri Le conseguenze parzialmente note sullo spostamernto dell'asse terrestre

I poteri della mente: la Telepatia

Uno dei poteri nascosti nella nostra mente è la Telepatia. La telepatìa, detta anche trasmissione del pensiero, è la ipotetica capacità di comunicare con la mente, cioè senza l'utilizzo di altri sensi...

La quarta dimensione dell'Universo, i bracci delle galassie a spirale e l'interazione elettrica tra Saturno ed Encelado

Più si espande, più l'Universo acquista nuove dimensioni. Questa l'ipotesi di alcuni fisici americani. Il concetto di partenza è che l'Universo, nelle prime epoche dopo il Big Bang, avesse una sola...

La futura interazione tra macchina e cervello

La fantascienza cyberpunk degli anni ottanta raccontava di «impianti neurali» che connettevano il cervello a un dispositivo informatico. L’attore Keanu Reeves, protagonista di Johnny Mnemonic (1995)...

Nella giungla di Chiapas in Messico l'incredibile avvistamento di un ufo a forma di rombo

La regione messicana del Chiapas è famosa per i suoi siti archeologici, come ad esempio quello di Palenque o il sito archeologico di Bonampak, che si trova nella giungla, in provincia di Usumacinta...

I Marziani ad Atlantide

Quando i Marziani si inserirono nel nostro schema evolutivo ad Atlantide, noi avevamo raggiunto un livello paragonabile a quello di una ragazzina di 13 o 14 anni, mentre loro avevano un livello pari...

L'evoluzione dei telescopi, dal cannocchiale allo Spitzer

Lo strumento usato da Galileo per osservare il cielo era un oggetto semplice. Si trattava di un telescopio rifrattore che aveva due lenti ai due estremi di due tubi, di cui uno entrava nell'altro. ...

  • I poteri della mente: la Telepatia


    Publish In: Uomini e Misteri
  • La quarta dimensione dell'Universo, i bracci delle galassie a spirale e l'interazione elettrica tra Saturno ed Encelado


    Publish In: News Astronomia
  • La futura interazione tra macchina e cervello


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Nella giungla di Chiapas in Messico l'incredibile avvistamento di un ufo a forma di rombo


    Publish In: Le Prove
  • I Marziani ad Atlantide


    Publish In: La Nostra Storia
  • L'evoluzione dei telescopi, dal cannocchiale allo Spitzer


    Publish In: Tecnologia Spaziale

Le conseguenze parzialmente note sullo spostamernto dell'asse terrestre

Ma di quanto si realmente spostato l’asse terrestre dopo il terremoto in Giappone?

Ecco di seguito alcune dichiarazioni raccolte su siti esteri, ad oggi.

A) In seguito al terremoto in Giappone si è spostato di 10 cm l’asse terrestre. Gli scienziati russi dicono che è un frutto dell’impatto dell’avvicinamento della Luna al nostro pianeta e dei processi che si stanno verificando sul Sole.
L’intera isola del Giappone si è spostata di 2,4 metri.
Per il momento nessuno sa dire quali conseguenze globali attendono il nostro pianeta.

B) Il terremoto ha provocato l’accellerazione della rotazione della Terra, accorciando la lunghezza del giorno di 24 ore di 1,8 microsecondi, secondo geofisico Richard Gross della NASA’s Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California.
Il terremoto ha spostato l’isola principale del Giappone di circa 8 metri, secondo Kenneth Hudnut della US Geological Survey. Il terremoto ha inoltre spostato l’asse terrestre cifra di circa 6 1 / 2 pollici (17 centimetri), ha aggiunto Gross.


C) Non c’è nessuna evidenza di un movimento significativo dell’asse terrestre in seguito al terremoto avvenuto ieri in Giappone: è quanto risulta dalle prime misure effettive fatte dal centro di riferimento mondiale in questo campo, il Centro di Geodesia Spaziale dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) a Matera. Si ridimensionano così le stime rese note ieri, che in alcuni casi parlavano di uno spostamento di 10 centimetri. Le prime misure al mondo basate su osservazioni ed elaborate dall’Asi dimostrano che lo spostamento dell’asse terrestre è stato contenuto entro 1 o 2 centimetri.

Nel 2010, un altro terremoto in Cile aveva spostato l’asse di 8 cm. Il terremoto a Sumatra, nel 2004, di 7 cm.

L’asse terrestre è inclinato rispetto alla perpendicolare al piano dell’eclittica: questa inclinazione, combinata con la rivoluzione della Terra intorno al Sole, è causa delle stagioni. L’entità dell’inclinazione varia ciclicamente tra circa 22,5° e circa 24,5° con un periodo di 41.000 anni; attualmente è di 23°27’ ed in diminuzione.

Inoltre l’asse terrestre ruota lentamente intorno alla perpendicolare all’eclittica, descrivendo un doppio cono e compiendo un giro ogni 25.800 anni (52″ all’anno). Questo moto è chiamato precessione degli equinozi ed è dovuto alla forza di marea esercitata dalla Luna e dal Sole.

Vi sono infine delle oscillazioni dell’asse di minore entità (circa 20″) con un periodo più breve (circa 18,6 anni): quest’ultimo moto è detto nutazione.

Grossi spostamenti dell’asse terrestre, influirebbero naturalmente sul clima del pianeta, cosa che nel passato remoto sembra sia già accaduto, più volte.

Secondo diverse fonti “attendibili” provenienti dalla scienza ufficiale, l’asse in teoria si potrebbe spostare fino a 50 metri senza avere conseguenze serie su clima ed altro………..in teoria siamo daccordo, ma sarà davvero così?

 


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
www.prestitionline.it
jeux gratuit