Text Size
Sabato, Giugno 23, 2018
Uomini e Misteri Prahlad Jani: l'uomo che non mangia e beve da 70 anni

Il mistero dei cerchi di pietra considerati le linee di Nazca d'oriente

Se ne contano a migliaia e si estendono su una regione che va dalla Siria fino all'Arabia Saudita. Possono essere notati solo dal cielo e sono praticamente sconosciuti al grande pubblico. Cosa s...

Ritardi per il James Webb Telescope, Hayabusa missione compiuta e l'antimateria intrappolata per la prima volta nell' LHC

Altro che 2014: per il James Webb i costi aumentano sempre di più e la data di lancio sarà rimandata. Ora per la messa in orbita di questo telescopio, considerato il successore del vecchio telescop...

Verso il controllo della mente: creati e impiantati i primi ricordi artificiali ed il mimetismo fotonico dei camaleonti

Durante il sonno è possibile creare ricordi artificiali, utilizzando una stimolazione transcranica di alcune aree cerebrali in una particolare fase di attività dell'ippocampo: lo ha dimostrato uno s...

Rapiti dagli alieni: il caso di Pascagoula

La sera dell'11 ottobre 1973, giovedì, Charles Hickson e Calvin Parker, due operai di un cantiere navale rispettivamente di 42 e 19 anni, stavano pescando con la lenza sulla riva ovest del fiume Pa...

Il fenomeno straordinario della bassa mortalità conquistata dalla razza umana

La speranza di vita è costantemente aumentata nell’ultimo secolo nella maggior parte dei paesi sviluppati, superando in molti casi gli 80 anni. Si tratta di un sicuro progresso, giustamente sottolin...

La cometa Lovejoy visibile nei primi giorni di Gennaio, l'ipotesi alternativa sull'energia oscura e l'avvicinamento della sonda Dawn al pianeta nano Cerere

Il 2015 si apre con una piacevole sorpresa nei cieli serali: il passaggio della cometa C/2014 Q2 o più semplicemente Lovejoy, dal nome del suo scopritore, l’astrofilo australiano Terry Lovejoy. La...

  • Il mistero dei cerchi di pietra considerati le linee di Nazca d'oriente


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Ritardi per il James Webb Telescope, Hayabusa missione compiuta e l'antimateria intrappolata per la prima volta nell' LHC


    Publish In: News Astronomia
  • Verso il controllo della mente: creati e impiantati i primi ricordi artificiali ed il mimetismo fotonico dei camaleonti


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Rapiti dagli alieni: il caso di Pascagoula


    Publish In: Le Prove
  • Il fenomeno straordinario della bassa mortalità conquistata dalla razza umana


    Publish In: Scienza e Futuro
  • La cometa Lovejoy visibile nei primi giorni di Gennaio, l'ipotesi alternativa sull'energia oscura e l'avvicinamento della sonda Dawn al pianeta nano Cerere


    Publish In: News Astronomia

Prahlad Jani: l'uomo che non mangia e beve da 70 anni

Per la scienza è ancora tutto un mistero. I medici dell’esercito indiano stanno tenendo sotto osservazione un santone, Prahlad Jani di 83 anni ma chiamato rispettosamente Mataji, per scoprire se sia vera la tesi che sia sopravvissuto più di 70 anni senza cibo né acqua. Jani, infatti, sostiene di essere stato benedetto da una dea all’età di otto anni e da allora non ha mai mangiato o bevuto nulla. Non è neanche mai andato in bagno.

I dottori, con l’ausilio del centro ricerche della difesa nazionale indiana, stanno monitorando l'uomo per scoprire il suo segreto: al momento si trova in isolamento in una stanza d’ospedale dove uno staff di 30 esperti lo controlla costantemente. Gli esami stabiliranno se sta dicendo la verità, nell’auspicio che lo studio possa portare alla luce metodi, non ancora documentati, di sopravvivenza in condizioni estreme.


Il dottore Ilavazhagan, direttore dell'istituto militare di scienze fisiologiche,  ha detto al Telegraph
che per il momento Jani non presenta segni di disidratazione o di fame. L'uomo, infatti, non sta mangiando o bevendo da sei giorni. «Se quanto dice l'asceta viene accertato e verificato saremo in grado di contribuire a salvare vite umane in caso di catastrofi naturali e in altre situazioni difficili _ continua il medico _ Possiamo educare le persone sulle tecniche di sopravvivenza in condizioni avverse con poco o addirittura niente cibo o acqua a disposizione».

Gli esami, nell’ospedale nella città occidentale di Ahmedabad includeranno risonanze magnetiche, la misurazione dell’attività cerebrale di
Mataji e l’attività cardiaca con elettrodi e altri studi neuropsicologici. L’inchiesta durerà almeno venti giorni.

Fonte: Libero news

L'India non è nuova a questi uomini speciali che si definiscono Brethariani.

Un breathariano (in inglese breatharian, talvolta reso in italiano come brethariano o bretariano) è una persona che sostiene di essere in grado di sopravvivere senza mangiare (talvolta anche senza bere), e di nutrirsi semplicemente "respirando" (to breathe in inglese) prana (l'energia vitale dell'Induismo) o, in alcuni casi, l'energia del Sole. Sebbene questo concetto sia correlato principalmente all'ascetismo orientale, diversi sedicenti breathariani hanno sostenuto anche in Occidente questa pratica.

AGGIORNAMENTO 11/05/2010

Il Santone indiano che non mangia e non beve da 74 anni dice la verità. A documentarlo è l’accurato check-up cui Prahlad Jani stato sottoposto in una stanza isolata di un ospedale sorvegliata da telecamere 24 ore su 24.

Durante il periodo di osservazione lo yoghi, che vive in una grotta nello Stato settentrionale del Gujarat, "non ha consumato alcun cibo o bevuto acqua e non ha urinato o defecato". E’ quanto ha dichiarato al quotidiano indiano 'The Hindu' G. Ilavezhagen, capo del centro di ricerca militare che ha condotto l'esperimento. I medici si sono detti "sorpresi" dalle capacità dell'uomo che ha 82 ed è in perfetta salute. Il test é stato condotto da un team di 35 specialisti di un istituto appartenente al Defence Research and Development Organisation (Drdo) interessati a scoprire nuove 'tecniche di sopravvivenza'. Come riferisce il sito web svizzero bluewin.ch, il periodo di osservazione è terminato la scorsa settimana e Jani è già tornato alla sua vita da eremita lasciando i medici senza parole.

Ma non si tratta della prima volta che l’eremita, dal potere paranormale, è stato messo sotto osservazione. Stando a quanto riportato dall’Ahmedabad Mirror, Prahlad Jani in precedenza aveva passato 10 giorni sotto esame in un ospedale dello stato settentrionale del Gujarat, nella città occidentale indiana di Ahmedabad. L’uomo è stato studiato da un team di medici del Defence Institute of Physiologist and Allied Science (Dipas), un centro di ricerca della Difesa,che lo aveva costantemente monitorato grazie a delle telecamere.

Prahlad Jani è in grado di non mangiare né bere da 74 anni e continuare a sopravvivere grazie ad una particolare tecnica di meditazione yoga. Sudhar Shah, il medico che lo sta seguendo, sostiene che Prahlad Jani «sia capace di produrre urina nella sua vescica e, poi, in base esclusivamente alla propria volontà, di rimandarla in circolo». Dalle analisi del sangue, risulta in salute e ha i medesimi parametri fisici di un 25enne. L’uomo era stato sottoposto nel 2003 ad un’analisi approfondita da parte di un'altra squadra di medici. Anche allora avevano tentato di impadronirsi del suo mistero. Tuttavia, non erano riusciti a trovare una spiegazione scientifica al fenomeno

Fonte: Il sussidiario.it



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit