Text Size
Lunedì, Luglio 24, 2017

Popolo dei Dogon

Uno dei popoli che mi ha incuriosito di più è quello dei Dogon, popolo attualmente esistente allo stato primitivo in Africa, che basa la sua vita in base alla stella gemella Sirio b. La cosa strana è ...

Hyperloop, il treno del futuro che supererà la velocità del suono, già pronto nel 2019

QUELLO che abbiamo visto nel deserto del Nevada, lo scarno prototipo di un treno a velocità sonica, non era nulla. Il bello deve ancora venire e verrà presto. Lo scenario che preannuncia Bibop G. Gr...

L'avvistamento Ufo di massa avvenuto in Australia nel 1966. Il caso di Westall School

  La mattina del 6 aprile 1966 alle 11 circa i ragazzi di una classe della Westall High School (ora Westall Secondary College) si trovavano nel cortile della scuola, dove stavano completando la le...

Il possibile meteorite di Mercurio, il pianeta extrasolare dalle strane caratteristiche e gli acceleratori naturali dell'Universo

E’ un piccolo sasso di appena 100 grammi. Cosa ha di speciale? Potrebbe essere un piccolo frammento della superficie di Mercurio, il primo pianeta del sistema Solare. Il che lo renderebbe una vera...

Gli ultimi successi della Spacex, i problemi tecnici spaziali dell'India, la sonda Stardust torna operativa e news dell'astronauta Nespoli

SPACEX FA SUL SERIO Importante risultato per la compagnia spaziale privata SpaceX: lo scorso 8 dicembre è riuscita a mandare in orbita una delle sue capsule Dragon e a farla poi ridiscendere con un ...

La scienza afferma:la vita nell'Universo potrebbe essersi sviluppata prima di quanto pensiamo

FORME di vita aliena potrebbero essere state ospitata, subito dopo il Big Bang, da alcuni pianeti non appartenenti al Sistema Solare. Un evento avvenuto ben 13,8 miliardi di anni fa, si parla qui...

  • Popolo dei Dogon


    Publish In: Civiltà Misteriose
  • Hyperloop, il treno del futuro che supererà la velocità del suono, già pronto nel 2019


    Publish In: Scienza e Futuro
  • L'avvistamento Ufo di massa avvenuto in Australia nel 1966. Il caso di Westall School


    Publish In: Le Prove
  • Il possibile meteorite di Mercurio, il pianeta extrasolare dalle strane caratteristiche e gli acceleratori naturali dell'Universo


    Publish In: News Astronomia
  • Gli ultimi successi della Spacex, i problemi tecnici spaziali dell'India, la sonda Stardust torna operativa e news dell'astronauta Nespoli


    Publish In: News Astronomia
  • La scienza afferma:la vita nell'Universo potrebbe essersi sviluppata prima di quanto pensiamo


    Publish In: Scienza e Futuro

TG1

Clicca qui

Il TG1 è il telegiornale di Rai 1, primo canale della RAI, televisione di stato italiana.

Storia del TG1
Il primo direttore della testata, all'indomani della riforma RAI del 1975 che rendeva autonome le linee editoriali dei TG e dei GR, fu il democristiano Emilio Rossi. Diresse la testata in quelli che furono noti come gli anni di piombo e fu anche vittima di un attentato delle Brigate Rosse il 3 giugno 1977.

Le caratteristiche iniziali del neonato TG sono l'approfondimento, specialmente nell'edizione delle 20, che si conclude sempre con la rubrica Dentro la notizia.

Il primo conduttore del Tg1, che raccoglieva l'eredità del vecchio telegiornale unico, fu Emilio Fede in coppia con Bianca Maria Piccinino nell'edizione diurna. Nell'edizione serale il telegiornale veniva condotto da Massimo Valentini, che successivamente si sarebbe alternato, per cinque anni, con Emilio Fede. Altri volti noti erano i conduttori Bruno Modugno, Angela Buttiglione, Marcello Morace, Alberto Masoero, Alberto Michelini, Giuseppe Vannucchi, Liliano Frattini, Claudio Angelini, Ottavio Di Lorenzo.

In redazione vi erano altri giornalisti noti: Arrigo Petacco, Diego Cimara, Fulvio Damiani, Giuseppe Lugato, Adalberto Manzone, Mimmo Sacco, Dante Alimenti, Vittorio Citterich, Nuccio Fava, Paolo Frajese, Massimo Olmi, Mino Damato, Piero Forcella, Romano Battaglia, Elio Sparano e Bruno Vespa.

Le pagine della politica, nelle edizioni serali, erano firmate da Pierantonio Graziani, quelle dello sport da Paolo Valenti, Gian Piero Galeazzi, Beppe Viola e dal telecronista Nando Martellini.

Attualmente la pagina sportiva del Tg1 è curata da Fedele La Sorsa, Mario Barteletti, Donatella Scarnati e Marco Franzelli. Quest'ultimo diventerà, prima conduttore di Unomattina, e poi conduttore dell'edizione delle 17 del Tg1.

Tra gli speaker vi erano inizialmente Luigi Carrai e Giuseppe D'Amore; a loro si aggiunsero Roberto Di Palma e Adriana Retacchi.

Art director della testata è stato Giuseppe Rogolino dal 1985 al 1999. Sotto la direzione di Albino Longhi, Rogolino diede origine al logo e ai colori di testata giallo e blu. Autore di molte sigle televisive tra cui: Tg1 Sette, Tg7, Tv7, 90º Minuto, Meteo (1986-2005), TG Ragazzi (1º Versione), Italia Sera, Tg1 (ed. 1990), Linea Diretta, Primissima.

A seguito della riforma del 1975, in origine, dal 1 gennaio 1976, vi erano tre edizioni: alle ore 13,30, alle 20, e quella della notte. La domenica alle ore 13 andava in onda per 50 minuti TG l'UNA, un rotocalco di attualità e approfondimento con ospiti in studio e servizi filmati a cura di Alfredo Ferruzza, condotto prevalentemente da Paolo Cavallina, Enzo Stinchelli, Elio Sparano, Romano Battaglia, Giuseppe Breveglieri e Melo Freni, interrotto alle 13,30 da una breve edizione di 10 minuti del TG1.

Diana De Feo e Giorgio Ponti curarono Almanacco del giorno dopo, striscia quotidiana trasmessa per quindici anni. Vengono assorbite dal TG1 le rubriche Che tempo fa? e Il tempo in Italia (vedi Meteo1).

All'inizio degli anni ottanta vengono aggiunte l'edizione pomeridiana delle 17 e quella di mezza sera, condotta inizialmente da Tiziana Ferrario. In questi anni, in cui si afferma l'emittenza privata e commerciale, anche nella TV di Stato la pubblicità, per la prima volta, entra nei TG, che separano le notizie sportive o economiche dalle altre inserite nella prima parte. La "redazione cronaca", in pratica un "giornale nel giornale" per le molteplici competenze in quel tempo attribuitele (cronaca bianca e nera, cronaca estera, medicina, moda, ambiente, scienza) era diretta da Andrea Melodia e successivamente da Roberto Morrione. Vice Caporedattore era Massimo Valentini che conduceva pure l'edizione delle ore 20, capi servizio Angela Buttiglione e Sergio Modugno. Tra i redattori figuravano Giulio Sciorilli Borrelli, Maurizio Beretta e Barbara La Porta Scaramucci, che in seguito ricopriranno ruoli di primo piano nell'Azienda.

Negli anni novanta, con l'agguerrirsi della concorrenza esterna alla TV di Stato e la nascita del Tg5 di Enrico Mentana, già redattore e conduttore delle edizioni di mezza sera del Tg1, avviene il restyling della testata, che viene chiamata Telegiornale UNO: il vecchio logo, che negli anni aveva subito solo qualche piccolo cambiamento, cede il posto al nuovo, composto dalla scritta "UNO", a caratteri cubitali. Artefice del nuovo look è il direttore Bruno Vespa che commissiona a Gianni Boncompagni anche la progettazione di uno sfondo, composto da uno schermo video wall che trasmette una redazione virtuale, improntato allo stile americano, ma la sigla musicale resta sostanzialmente invariata.

Tra il 1993 e il 1994 esplode lo scandalo delle false "note spese" degli inviati RAI, che coinvolge molti nomi noti del video, e si conclude con una serie di provvedimenti disciplinari. La vicenda si apre con il licenziamento dell'inviato Enrico Massidda. Maria Giovanna Maglie viene "invitata" a dimettersi, mentre per più di una trentina tra giornalisti e tecnici anche di altre Testate RAI, tra cui Paolo Di Giannantonio, Giovanna Botteri, Massimo De Angelis, Filippo Landi e Giuseppe Bonavolontà, l' U.S.I.G.R.A.I., il sindacato giornalisti RAI, ottiene il ritiro delle lettere di licenziamento già firmate. Viene invece licenziato Giancarlo Infante, quest'ultimo all'epoca corrispondente da Londra. Altri nomi noti evitano l'espulsione con la restituzione di ingenti somme di denaro all'Azienda.

Nel 2000, dopo una polemica con la Commissione di Vigilanza RAI presieduta da Mario Landolfi (Alleanza Nazionale), il direttore del Tg1 Gad Lerner si dimette. Il motivo della polemica è la messa in onda di alcune immagini violente all'interno di un servizio di David Sassoli sul tema della pedofilia, trasmesse sia dal Tg1 che dal Tg3 diretto da Nino Rizzo Nervo.

Nel 2006 al termine dell'edizione delle 20 va in onda DopoTG, condotto dal direttore Clemente J. Mimun, già direttore del Tg2 e vicedirettore del Tg5 e attuale direttore del Tg5.

All'interno di una puntata di DopoTG il ministro Roberto Calderoli ha mostrato una t-shirt che riproduce una vignetta satirica su Maometto: la vicenda ha sollevato violente reazioni nel mondo islamico (tra cui un assalto al consolato italiano di Bengasi, in Libia) causando un incidente diplomatico con alcuni paesi arabi dove sono accadute violente manifestazioni con la morte di alcune persone. Il ministro si è in seguito dichiarato pentito di aver indossato la maglietta.

Il 13 settembre 2006 il consiglio d'amministrazione della RAI, su indicazione della maggioranza di centrosinistra guidata da Romano Prodi, ha nominato direttore del Tg1 il giornalista Gianni Riotta, che ha preso il posto di Mimun.

Il 12 ottobre 2006 Riotta ha inaugurato la via dell'editoriale da studio con la conduttrice Maria Luisa Busi. Dal settembre 2007 il Tg1 ha rinnovato le vesti grafiche e gli studi televisivi (uno per le edizioni del mattino, uno per le altre edizioni, uno per gli speciali e Tv7). Il nuovo impianto scenografico è stato, peraltro, progettato da 2 scenografi della Rai: Carlo Canè e Flaminia Suri. Autrice della nuova sigla e della linea grafica è Federica Pedercini (graphic designer Rai che ha realizzato anche le sigle di TV7, Benjamin, Terra e Sapori, Tg1 Le idee, Tg1 Storia). Dal gennaio 2008 fino a giugno 2009 le informazioni di politica interna venivano date, in entrambe le principali edizioni (13.30 e 20.00), con il nuovo formato della nota politica.

Il 18 gennaio 2009 il sottosegretario alle Comunicazioni, Paolo Romani, in un articolo su Il Tempo, dichiara: "...il Tg1 che sembra orientato con il centrosinistra".

Il 25 marzo 2009 vengono introdotte le didascalie all'interno dei servizi del TG, che ne spiegano il loro contenuto (una pratica già avvenuta all'inizio degli anni novanta dal Tg2 e attualmente anche dal Tg5) tuttavia questa pratica viene utilizzata solo per le edizioni principali delle 13.30 e delle 20.00 dove in quest'ultima, nei giorni di estrazione vengono utilizzati anche per "accogliere" i numeri del superenalotto.

Il 30 marzo 2009 il direttore Gianni Riotta rassegna le dimissioni per dirigere la testata giornalistica Il Sole 24 Ore al posto di Ferruccio De Bortoli passato nella stessa giornata al Corriere della Sera.

A seguito del terremoto dell'Aquila del 6 aprile 2009, il Tg1 viene fortemente contestato e accusato di sciacallaggio mediatico per avere esaltato, nell'edizione delle 13:30 del giorno successivo, i dati di ascolto delle edizioni dedicate al terremoto stesso.

Subentra come direttore ad interim Andrea Giubilo (già direttore del Tg3), fino alla nomina di Augusto Minzolini, attuale direttore del telegiornale.

La direzione di Minzolini è oggetto di contestazione in ambito politico e giornalistico per le scelte inerenti agli argomenti trattati, con particolare riferimento alle presunte omissioni sulle vicende riguardanti le frequentazioni del presidente del consiglio Silvio Berlusconi. Ha generato polemiche anche l'utilizzo abbastanza frequente degli editoriali da parte di Minzolini. La scelta del direttore di schierarsi pubblicamente è stata contestata dallo stesso comitato di redazione, che in alcune occasioni ha richiesto delle verifiche ai vertici dell'azienda Rai.

Il 10 giugno 2010 tre conduttori del telegiornale sono stati sollevati dall'incarico: si trattano di Tiziana Ferrario, conduttrice dell'edizione principale delle 20:00, Paolo Di Giannantonio, conduttore dell'edizione delle 13:30, e Piero Damosso, conduttore dell'edizione mattutina. I loro posti sono stati presi da Francesco Giorgino, per le 20:00, Laura Chimenti, per le 13:30 e Francesca Grimaldi.


Rubriche
Rubriche attualmente in onda:
* Unomattina (dal lunedì al venerdì, dalle 6.45 alle 10, in collaborazione con Rai 1)
* Speciale TG1 (domenica, in seconda serata)
* Tv7 (venerdì, in seconda serata)
* Tg1 Economia (dal lunedì al Venerdì, ore 14.00)
* Do Re Ciak Gulp! (sabato, all'interno del TG delle ore 13.30)
* Terra e sapori (venerdì, all'interno del TG delle ore 13.30)
* Un minuto di storia (all'interno del TG delle ore 8.00)
* Tg1 Storia (all'interno di Unomattina)
* Tg1 Turbo (lunedì, all'interno del TG delle ore 8.00)
* Tg1 Musica (martedì, all'interno del TG delle ore 8.00)
* Tg1 Cinema (mercoledì, all'interno del TG delle ore 8.00)
* Tg1 Mostre ed eventi (giovedì, all'interno del TG delle ore 8.00)
* Tg1 Teatro (venerdì, all'interno del TG delle ore 8.00)
* Tg1 Billy (Tg1 Libri) (domenica, all'interno del TG delle ore 13.30)

Edizioni attuali (aggiornate al 12 settembre 2010)
* Tg1 Mattina: In onda alle 8:00 dal lunedì al venerdì (all'interno di Unomattina, durata 30 minuti) e il fine settimana (all'interno di Mattina in Famiglia, durata 20 minuti). Sempre dal lunedì al venerdì il Tg1 si articola in diverse edizioni Flash alle 7:00, 7:30, 9:00 e 9:30 all'interno di Unomattina, e alle 11:00 c'è un'edizione flash. Nel fine settimana le edizioni flash vanno in onda alle 7:00, 9:00 e 9:30 all'interno di Mattina in Famiglia.
* Tg1 ore 13:30: In onda alle 13:30 tutti i giorni (durata 25 minuti).
* Tg1 ore 17:00: In onda alle 17:00 circa dal lunedì al sabato (durata 10 minuti), mentre ogni domenica alle 16:30 (per i non utenti).
* Tg1 ore 20:00: In onda alle 20:00 tutti i giorni (durata 30 minuti)
* Tg1 sessantasecondi: In onda tra la prima e la seconda serata intorno alle 23:00 circa tutti i giorni (durata 1 minuto). Sostituisce il Tg di mezzasera.
* Tg1 Notte: In onda verso 00:50 circa tutti i giorni (durata 30 minuti).

Direttori del Tg1
* Emilio Rossi (18 ottobre 1976-30 marzo 1980)
* Franco Colombo (31 marzo 1980-5 luglio 1981)
* Emilio Fede (6 luglio 1981-17 gennaio 1982 Vice Direttore Vicario)
* Albino Longhi (18 gennaio 1982-3 maggio 1987)
* Nuccio Fava (4 maggio 1987-24 settembre 1989)
* Bruno Vespa (25 settembre 1989-28 marzo 1993)
* Albino Longhi (29 marzo-25 luglio 1993)
* Demetrio Volcic (26 luglio 1993-20 marzo 1994)
* Carlo Rossella (21 marzo 1994-16 giugno 1996)
* Nuccio Fava (17 gugno 1996-9 marzo 1997)
* Rodolfo Brancoli (10 marzo-15 giugno 1997)
* Marcello Sorgi (16 giugno 1997-12 luglio 1998)
* Giulio Borrelli (13 luglio 1998-27 febbraio 2000)
* Gad Lerner (28 febbraio-28 maggio 2000)
* Albino Longhi (29 maggio 2000-1 settembre 2002)
* Clemente J. Mimun (2 settembre 2002-10 settembre 2006)
* Gianni Riotta (11 settembre 2006-17 maggio 2009)
* Andrea Giubilo (2009/ad interim)
* Augusto Minzolini (dal 18 maggio 2009)

Organigramma storico dei conduttori
* Tg1 Mattina; Piero Badaloni (nel 1986-1987), Stefano Menghini (dal 1987 al 1994), Claudia D' Angelo (dal 1986 al 1989), Paolo Giani (dal 1986 al 1988, poi nel 2007 introduce gli argomenti del Tg1 nel corso di Unomattina), Stefano Ziantoni (dal 1991 al 2002, poi nel 2009 cura le varie pagine di Unomattina estate e svolge lo stesso compito anche nella stagione 2009-2010 ), Fabrizio Binacchi (dal 1987 al 1990), Manuela De Luca (dal 1987 al 1991), Roberto Valentini (dal 1994 al 1997), Cristina Guerra (dal 1993 al 2005 poi dal 2007), Diletta Petronio (dal 1991 al 1993), Maria Luisa Busi (dal 1991 al 1992), Ludovico Di Meo (dal 1994 al 1997), Marco Betello (dal 1995), Laura Chimenti (solo 2005-2006), Leonardo Sgura (solo nel 2006), Francesco Primozich (solo 2006), Stefano Campagna (dal 2002 al 2009), Piero Damosso (nel 2009 - 2010)

* Tg1 Flash ore 12; Danila Bonito (dal 1984 al 1986), Alfredo Meocci (dal 1984 al 1989), Filippo Anastasi (dal 1985 al 1990), Marco Ravaglioli (dal 1984 al 1989), Alessandro Feroldi (solo nel 1991);

* Tg1 ore 13:30; Alberto Michelini (dal 1976 al 1981), Bruno Modugno (dal 1976 al 1979), Bruno Vespa (dal 1976 al 1983), Marcello Morace (dal 1976 al 1983), Bianca Maria Piccinino (dal 1976 al 1981), Piero Badaloni (dal 1981 al 1984), Angela Buttiglione (dal 1983 al 1989), Claudio Angelini (dal 1979 al 1992), Liliano Frattini (dal 1984 al 1987), Danila Bonito (dal 1984 al 1991), Giulio Sciorilli Borrelli (dal 1987 al 1992), Filippo Anastasi (solo nel 1986 - 1987), Lilli Gruber (nel 1992 - 1993), Maria Luisa Busi (dal 1992 al 1994), Tiziana Ferrario (dal 1993 al 2007), Margherita Ghinassi (dal 1995 al 1999), Marco Varvello (dal 1994 al 1995), Paolo Giani (dal 1991 al 1997), Donato Bendicenti (qualche mese nel 1998), David Sassoli (dal 1997 al 2000), Manuela Lucchini (solo 2005-2006), Attilio Romita (solo nei primi mesi del 2004), Susanna Petruni (dal 2004 al 2009), Paolo Di Giannantonio (dal 1997 al 2010), Francesco Giorgino (dal 2000-2004 poi dal 2006-2010), Laura Chimenti (qualche mese nel 2010);

Nota: Dal 1987 al 1991 fu usata una formula di una conduzione a coppie, e le coppie erano composte da Claudio Angelini e Danila Bonito, Giulio Sciorilli Borrelli e Angela Buttiglione e infine Liliano Frattini e Tiziana Di Simone.

* Oggi al Parlamento: Jader Jacobelli (dal 1976 al 1986), Vittorio Orefice (dal 1976 al 1989), Pierantonio Graziani (dal 1976 al 1988), Nuccio Fava (dal 1977 al 1987), Adalberto Manzone (dal 1976 al 1990), Nicoletta Orsomando (Settegiorni al Parlamento, dal 1976 al 1990), Rosanna Vaudetti (id. dal 1976 al 1989), Fulvio Damiani (dal 1978 al 1993), Roberto Di Palma (dal 1984 al 1994), Giulio Finocchio (dal 1982 al 1994), Giuseppe D'Amore[senza fonte] (dal 1986 al 1992), Giulio Cesare Pirarba (dal 1984 al 1992); Pino Berengo Gardin (dal 1984 al 1994), Alessandra Canale (dal 1991 al 1998), Luigi Carrai[senza fonte] (dal 1991 al 1994), Adriana Retacchi (dal 1984 al 1994).

* Tg1 Flash ore 18; Marco Varvello (dal 1990 al 1994), Dino Cerri (dal 1990 al 1995), Claudia D'Angelo (dal 1990 al 1992), Marco Ravaglioli (dal 1987 al 1989), Filippo Anastasi (dal 1987 al 1990), Alessandro Feroldi (dal 1987 al 1990), Fabrizio Binacchi (qualche mese nel 1990), Anna Scalfati (dal 1992 al 1994), Manuela De Luca (dal 1994 al 2004), Paolo Di Giannantonio (nel 1994 - 1995), Diletta Petronio (dal 1994 al 1995), Donato Bendicenti (nel 1995 - 1996), Susanna Petruni (dal 1995 al 1998 poi dal 2002 al 2003), Ludovico Di Meo (dal 1997 al 2002), Filippo Gaudenzi (dal 2000 al 2006), Stefano Ziantoni (dal 2004 al 2009), Piero Damosso (dal 2006 - 2009) Nicoletta Manzione (dal 2007 al 2009), Laura Chimenti (nel 2009 - 2010)

* Tg1 ore 20; Massimo Valentini (dal 1976 al 1984), Emilio Fede (dal 1976 al 1981 e poi dal 1982 al 1983), Alberto Michelini (dal 1981 al 1984), Paolo Frajese (dal 1984 al 1994), Bruno Vespa (dal 1984 al 1990), Piero Badaloni (dal 1991 al 1995), Vittorio Citterich (dal 1982 al 1989), Angela Buttiglione (dal 1987 al 1993), Maurizio Beretta (solo nel 1989 - 1990), Danila Bonito (solo nel 1991 - 1992), Giulio Sciorilli Borrelli (dal 1995 al 1998), Lilli Gruber (dal 1993 al 2004), Maria Luisa Busi (dal 1994 al 2010), Francesco Giorgino (solo nel 2004-2005 poi dal 2010), Lamberto Sposini (solo nel 1998 - 1999), David Sassoli (dal 2000 al 2009), Attilio Romita (dal 2004), Monica Maggioni (solo nel 2007), Tiziana Ferrario (dal 2007 al 2010);

* Tg1 Sport (dal 1993 al 1997); Fabrizio Maffei, Marco Franzelli, Donatella Scarnati e Fedele La Sorsa.

* Tg1 Sera edizione inaugurata nel 1982 da Tiziana Ferrario, Paolo Frajese Alberto Michelini, Enrico Mentana (dal 1982 al 1988), Tiziana Ferrario (dal 1982 al 1991) Giulio Borrelli (dal 1984 al 1987), Alfredo Meocci (dal 1988 al 1990), Liliano Frattini (dal 1988 al 1990), Lamberto Sposini (dal 1988 al 1991), Donato Bendicenti (dal 1994 al 1997), Francesca Grimaldi (dal 1994 al 2010), Manuela Lucchini (dal 1991 al 2004 poi dal 2006 al 2010), Dino Cerri (dal 1997 al 2003), Raffaele Genah (dal 2003 al 2010), Marco Frittella (dal 2004 al 2010);

* Tg1 Notte; Leonardo Valente (dal 1976 al 1982), Roberto Di Palma (dal 1976 al 1985), Giuseppe D'Amore (dal 1976 al 1986), Ottavio Di Lorenzo (dal 1976 al 1979), Luigi Carrai (dal 1978 al 1991), Adriana Retacchi (dal 1978 al 1991), Pierluigi Camilli (dal 1980 al 1986), Fabio Massimo Rocchi (dal 1982 al 1992 poi dal 1997 al 2002), Manuela Lucchini (dal 1987 al 1991), Lucio Orazi (dal 1976 al 1990), Alessandro Feroldi (dal 1990 al 1992), Francesca Grimaldi (dal 1989 al 1994), Nicoletta Manzione (dal 1992 al 1994), Danila Bonito (nel 1993 - 1994), Diletta Petronio (nel 1995 - 1996), Filippo Gaudenzi (dal 1995 al 1999), Marco Ravaglioli (dal 1997 al 1999), Puccio Corona (dal 2003 al 2006), Marco Frittella (dal 1999 al 2004), Paolo Giani (dal 1997 al 2009), Cinzia Fiorato (dal 2004 al 2008 poi dal 2010), Barbara Carfagna (dal 2007 al 2009), Laura Mambelli (dal 2007 al 2010), Maria Soave (qualche mese nel 2010), Mariasilvia Santilli (solo nel 2010)

Organigramma conduttori attuale
* Tg1 Mattina; Adriana Pannitteri, Cristina Guerra, Marco Betello, Alessandra Di Tommaso, Barbara Capponi;

* Tg1 ore 13:30; Marco Frittella, Filippo Gaudenzi, Nicoletta Manzione, Francesca Grimaldi;

* Tg1 Economia; Manuela De Luca, Loris Gai, Michele Renzulli; storico conduttore della rubrica è stato fino alla pensione nel 2008 Pierangelo Piegari, che ha lasciato il posto a Loris Gai;

* Tg1 ore 17:00; Marco Franzelli, Barbara Carfagna, Leonardo Sgura, Laura Mambelli;

* Tg1 ore 20:00; Francesco Giorgino, Susanna Petruni, Attilio Romita, Laura Chimenti;

* Tg1 Sessantasecondi; Alberto Matano, Mariasilvia Santilli, Emma D'Aquino, Maria Soave;

* Tg1 Notte; Cinzia Fiorato, Elisa Anzaldo, Alessio Zucchini.

Programmi della redazione giornalistica del TG1
I settimanali di approfondimento della testata sono Speciale TG1 e TV7

Altri programmi realizzati dalla redazione furono:

* Almanacco del giorno dopo, a cura di Giorgio Ponti e Flora Favilla
* Cronache del TG1
* Tam Tam
* Ping Pong
* Filo diretto, con Luisa Rivelli e Roberto Bencivenga
* Giorno per Giorno (la cui sigla era cantata da Domenico Modugno)
* TG L'una, rotocalco domenicale condotto da Paolo Cavallina, Romano Battaglia, Elio Sparano, Enzo Stinchelli, Giuseppe Breveglieri
* Tg1 Prisma, rubrica storica del Tg1, che andava in onda tutti i sabati dopo l' edizione delle 13:30.
* Tg1 Mercoledì Sport, storica rubrica sportiva del Tg1, condotta da Giampiero Galeazzi.
* Tg1 Estrazioni del Lotto, veniva mandato in onda tutti i sabati, al termine dell' edizione delle 13:30 e in replica alle ore 17:55 prima del Tg1 Flash.
* Tg1 Che tempo fa, rubrica storica del Tg1, andata in onda di Mattina alle ore 11:30, di sera alle ore 19:50 prima del telegiornale, di notte prima della programmazione notturna.
* Tg1 3 Minuti di..., rubrica storica del Tg1, che andava in onda tutti i giorni dopo l' edizione delle 13:30.

Tra le rubriche, Check-up, trasmissione di medicina in onda tutti i sabati alle 12.30, ideata da Biagio Agnes e coordinata da Pasquale Notari.


Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit