Text Size
Giovedì, Gennaio 28, 2021
Tecnologia Spaziale La propulsione a curvatura, secondo gli scienziati, è possibile

Gli ultimi avvistamenti Ufo analizzati dal programma inglese "this morning"

Eliminato dalla ripetizione normale iPlayer. Questo video contiene diversi filmati UFO e la testimone Bridgette Barclay ed un acceso dibattito tra Gary Heseltine e d il Professor Chris French di Cop...

I nuovi calcoli per la fascia di abitabilità dei pianeti, la strana tempesta di Saturno ed il fenomeno precusore delle supernovae IIn

La ricerca di nuovi pianeti abitabili si complica. Va infatti rivista la posizione della cosidetta fascia di abitalità, ovvero la distanza giusta che un pianeta deve avere dalla sua stella per ess...

Il generale Miller degli Stati Uniti dichiara la minaccia di uno scontro con eserciti ibridi ed omini verdi

Come riportato dal sito web di informazione OpenMinds, in una conferenza organizzata poche settimane fa presso l’Università di Norwich, il generale Mark A. Milley, capo di stato maggiore dell’Eserc...

La flotta di navi spaziali apparsa nei cieli di Londra

Un nuovo avvistamento Ufo portato alla ribalta dal web nelle scorse ore sarebbe avvenuto nei cieli di Londra. Alcuni cacciatori  di alieni sono stati allertati da una misteriosa immagine apparsa in...

Gli ologrammi colorati in luce bianca

Una nuova tecnica consente di produrre ologrammi multicolori in cui i colori restano gli stessi anche cambiando direzione di vista, come nell'oggetto originale Una nuova tecnica che sf...

Il decollo di un Ufo ripreso da un'equipe televisiva svedese

Un'equipe televisiva di una Tv svedese ha ripreso quello che sembra essere un decollo di un Ufo avvenuto vicino alla base militare svedese di Björkvik. Cosa stavano facendo gli alieni a terra? Il mi...

  • Gli ultimi avvistamenti Ufo analizzati dal programma inglese "this morning"


    Publish In: Le Prove
  • I nuovi calcoli per la fascia di abitabilità dei pianeti, la strana tempesta di Saturno ed il fenomeno precusore delle supernovae IIn


    Publish In: News Astronomia
  • Il generale Miller degli Stati Uniti dichiara la minaccia di uno scontro con eserciti ibridi ed omini verdi


    Publish In: Le Prove
  • La flotta di navi spaziali apparsa nei cieli di Londra


    Publish In: Le Prove
  • Gli ologrammi colorati in luce bianca


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Il decollo di un Ufo ripreso da un'equipe televisiva svedese


    Publish In: Le Prove

La propulsione a curvatura, secondo gli scienziati, è possibile

Viaggiare alla velocità della luce, anzi superarla per raggiungere mondi lontani decine di anni luce dalla Terra, utilizzando la «propulsione a curvatura» (warp drive). Ci stanno studiando due scienziati americani, Gerald Cleaver e Richard Obousy della Baylor University , che hanno rubato l'idea alla quarantennale e fantascientifica saga di Star Trek, di ritorno in questi giorni sugli schermi con il capitolo 11.

La propulsione a curvatura è un immaginario tipo di propulsione che permette alle navi stellari dell'universo immaginario, ma molto creativo di Star Trek, di intraprendere viaggi interstellari ad una velocità superiore a quella della luce per cercare nuovi mondi e nuove civiltà. E', in pratica, il sogno nel cassetto di molti scienziati, che nella finzione cinematografica è già diventato «realtà».

Ma come pensano i due scienziati di viaggiare ad una velocità superiore a quella della luce, senza scontrarsi con le leggi della fisica e di trasferire nella scienza la finzione cinematografica?

Sull'ultimo numero del Journal of the British Interplanetary Society, Cleaver e Obousy teorizzano di poter manipolare, utilizzando una grandissima quantità di energia, le dimensioni dello spazio-tempo che circondano una navicella spaziale, allo scopo di creare una «bolla», che lancerebbe il veicolo ad una velocità maggiore di quella della luce.

Per creare la «bolla» , i ricercatori dovrebbero, innanzitutto, come riporta oggi il Science daily, creare energia oscura intervenendo sull'11ma dimensione prevista dalla M-teoria o Teoria del Tutto (TOE), un perfezionamento della teoria delle stringhe, che si manifesta , appunto, in 11 dimensioni. Per i ricercatori, è questa undicesima dimensione che può far viaggiare la navicella più velocemente della luce.

Il metodo da seguire per realizzare tutto questo si basa sul concetto di velocità superluminale, una velocità che permette di propagare le informazioni o di spostare la materia ad una velocità superiore a quella della luce nel vuoto. In realtà, un problema in un universo in cui vige la teoria della relatività di Einstein. Ma grazie ad un fisico messicano, Miguel Alcubierre , che ha teorizzato la possibilità di viaggiare nello spazio utilizzando una «bolla di curvatura», la stessa alla quale si rifanno i due fisici americani e Star Trek, in cui lo spazio di fronte alla bolla, nella quale si trova il veicolo spaziale, viene contratto mentre quello dietro viene espanso, sarebbe possibile far viaggiare la navicella all'interno della bolla più velocemente di un raggio di luce che viaggia all'esterno della bolla , senza infrangere i limiti della relatività.

I fisici hanno valutato che la quantità di energia necessaria per «manipolare» l'11ma dimensione e trasformare in realtà Star Trek, è equivalente all'intera massa di Giove convertita in energia. Troppo anche per scienziati così audaci, che ammettono che per ora i viaggi interstellari ad una velocità superiore alla luce, si possono fare solo partecipando alla saga di Star Trek, a meno che non si riesca a realizzare tecnologie che possano sfruttare energie infinite o molto, molto grandi come viene mostrato nel video-documentario sotto.



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit