Text Size
Domenica, Ottobre 20, 2019
Scienza e Futuro Il prima passo scientifico alla crezione di una chimera. La nascita del primo embrione umano-maiale

Ufo continuano ad essere avvistati in Giappone

L'ondata senza precedenti di avvistamenti UFO e filmati che hanno accompagnato il tragico terremoto e lo tsunami che si sono verificati in Giappone non è diminuito. Solo questa settimana, quello...

Sesso: ecco come lo faremo nel futuro

Il futuro è pieno di cose, ed è pieno di noi: logico aspettarsi rivoluzioni in ogni campo, dalla tecnologia alla politica, con qualche lieve differenza di passo per religione e società. Come ca...

Gli alieni sono buoni o cattivi? Una piccola analisi

Gli alieni sono buoni o cattivi? Da quando nel 1946 a Roswell è avvenuto quel famoso incidente il caso degli alieni è divenuto popolare, come se la razza umana avesse ricevuto uno scossone e si fosse...

I strani volti di Bélmez

Volti di Bélmez (Caras de Bélmez in spagnolo) è il nome dato ad alcuni fenomeni paranormali, presentatisi per la prima volta in una casa di Bélmez de la Moraleda, paesino spagnolo di 3695 anime nella ...

Le prove che esistono delle strutture aliene sulla Luna sono evidenti secondo Glenn Steckling, ex dipendente della Nasa

Glenn Steckling, un noto investigatore, ha rilasciato un’intervista molto interessante durante il programma televisivo “Coast to Coast AM”.  Steckling, durante la conversazione con il conduttore Art...

I Nostri Creatori

Facciamo ora un piccolo salto indietro nel tempo, esattamente a circa 400.000 anni fa, alla scoperta dei nosri creatori.Cercheremo ora di assemblare le teorie di Thot e di Zecharia Sitchin. Sitchin ...

  • Ufo continuano ad essere avvistati in Giappone


    Publish In: Le Prove
  • Sesso: ecco come lo faremo nel futuro


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Gli alieni sono buoni o cattivi? Una piccola analisi


    Publish In: La Nostra Storia
  • I strani volti di Bélmez


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Le prove che esistono delle strutture aliene sulla Luna sono evidenti secondo Glenn Steckling, ex dipendente della Nasa


    Publish In: Le Prove
  • I Nostri Creatori


    Publish In: La Nostra Storia

Il prima passo scientifico alla crezione di una chimera. La nascita del primo embrione umano-maiale

PER la prima volta in laboratorio è stato sviluppato un embrione che è parte maiale e parte umano. L'esperimento, pubblicato sulla rivista scientifica Cell, è stato portato a termine da un team di scienziati americani del Salk Institute of Biological Studies (California) ed è destinato a far discutere. La ricerca ha comportato l'iniezione di cellule staminali umane nell'embrione di un maiale, poi impiantato nell'utero di una scrofa per permettendogli di crescere. Dopo quattro settimane, le cellule staminali si erano sviluppate nei precursori di vari tipi di tessuti, inclusi cuore, fegato e neuroni, e una piccola parte del maiale in sviluppo era composta da cellule umane.

Si tratta di un passo significativo verso la creazione di organi per trapianti. I ricercatori, tuttavia, sarebbero giunti a uno stadio assolutamente iniziale e avrebbero incontrato difficoltà molto maggiori di quanto previsto. "E' un importante primo passo", ha detto il responsabile del team Juan Carlos Izpisua Belmonte e ha aggiunto: "L'obiettivo finale è di creare tessuti funzionanti e trapiantabili, ma siamo ancora molto lontani da tutto ciò".

La possibilità di creare organismi misti uomo-animale è da tempo al centro di dispute etiche. Uno dei dirigenti del Salk Institute, Jun Wu, ha detto che nell'esperimento il livello del contributo di cellule umane è stato "basso" e non include cellule cerebrali.

Dal 2015 i National Institutes of Health hanno stabilito una moratoria sul finanziamento della maggior parte degli studi su chimere uomo-animale. La ricerca del Salk Institute è stata realizzata senza finanziamenti federali e punta a salvare le vite di chi muore in attesa di un intervento. Gli organi sviluppati su una piastra di Petri non sono identici a quelli cresciuti in esseri viventi, dicono i ricercatori. "Ecco il razionale di questo tipo di esperimento - spiega ancora Belmonte - E se lasciamo che la natura faccia il lavoro per noi? Che cosa succede se mettiamo cellule umane all'interno dell'embrione e l'embrione sa cosa farci?".

Lo studio è il risultato di quattro anni di lavoro su qualcosa come 1.500 embrioni di maiale. Si tratta di animali ideali per le ricerche sulle chimere, dice il coautore Pablo Ross dell'University of California a Davis. I loro organi hanno dimensioni analoghe a quelli umani, ma si sviluppano più in fretta. I ricercatori hanno usato vari tipi di staminali per i loro esperimenti. La strada è ancora lunga, ma per i ricercatori questo approccio non è più fantascienza: sta diventando realtà.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit