Text Size
Sabato, Febbraio 29, 2020
Scienza e Futuro La scoperta dell'incredibile squalo che vive fino a 400 anni

Il futuro degli oggetti comuni sarà touch - Video

OLTRE IL TOUCHSCREEN c'è un mondo nuovo, come quello di Alice nel paese delle meraviglie e di Fantasia. E forse non è un caso se dietro tutte queste raffigurazioni di universi fantastici compare il ...

Dal Giappone il cane robot che guiderà i ciechi

E' in grado di guidare il padrone indicando, con voce femminile, il percorso e gli ostacoli. Il debutto dell'animale meccanico risale al 2005 ma la sua prima versione non riusciva a superare nemme...

Il gigantesco ufo ripreso da un astronomo amatoriale sulla Luna

Il 3 Dicembre 2016, un astronomo dilettante di Miami (Florida) ha registrato solo per casualità un misterioso oggetto a forma di disco, che transitava mentre veniva osservata la Luna in diretta vi...

Il più grande ammasso di Galassie che mette in difficoltà gli astronomi,il panorama simile alla Terra di Titano e il modulo spaziale gonfiabile "beam" realizzato dalla Nasa

E’ il più grande insieme di galassie mai individuato finora e mette in dubbio uno dei fondamenti della cosmologia moderna: il principio cosmologico. Andiamo con ordine: il gruppo è molto lontano e...

La sostanza dell'isola di Pasqua che ci permetterà di vivere a lungo

  E' il sogno dell'umanità da sempre. Un elisir di lunga vita, una sostanza cioè che faccia vivere a lungo, anzi a lunghissimo, meglio se si evita anche l'invecchiamento. Dalla lontana e misteri...

Ufo nei cieli inglesi ripreso da Paul Sinclair

                      Il tabloid britannico The Sun ha pubblicato oggi sul suo sito web un video, amatoriale, girato a Scarborough, nel nord dell'Inghilterra. La clip, finita subito...

  • Il futuro degli oggetti comuni sarà touch - Video


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Dal Giappone il cane robot che guiderà i ciechi


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Il gigantesco ufo ripreso da un astronomo amatoriale sulla Luna


    Publish In: Le Prove
  • Il più grande ammasso di Galassie che mette in difficoltà gli astronomi,il panorama simile alla Terra di Titano e il modulo spaziale gonfiabile "beam" realizzato dalla Nasa


    Publish In: News Astronomia
  • La sostanza dell'isola di Pasqua che ci permetterà di vivere a lungo


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Ufo nei cieli inglesi ripreso da Paul Sinclair


    Publish In: Le Prove

La scoperta dell'incredibile squalo che vive fino a 400 anni

Alcuni di loro probabilmente nuotavano nell’oceano Atlantico ancor prima che Galileo inventasse il telescopio. E sono ancora vivi. Stiamo parlando degli squali della Groenlandia, che un studio apparso su Science giovedì 11 agosto ha incoronato come i vertebrati più longevi di tutto il pianeta: possono infatti raggiungere e superare i 400 anni. Biologi marini di centri di ricerca di Danimarca, Norvegia e Groenlandia hanno infatti stimato che la vita media del Somniosus microcephalus, questo il nome scientifico del pesce, è circa 270 anni.

Benché le caratteristiche di questa specie di squalo siano ancora poco conosciute, è noto però che il loro tasso di crescita è di un centimetro l’anno. E gli esemplari adulti di questi animali raggiungono in media i 4-5 metri di lunghezza, ma non è raro pescare squali anche di 6 o 7 metri, pesanti più di una tonnellata. Paragonando queste misure con l’età dei due esemplari più anziani presi in esame nello studio, lunghi circa cinque metri e vecchi di 335 e 392 anni, la conclusione a cui sono arrivati i ricercatori è dunque che gli squali della Groenlandia possono vivere almeno fino a 400 anni e probabilmente in qualche caso superare il mezzo millennio. Battono così tutti i record di longevità dei vertebrati di terra, mare e cielo.

Normalmente per calcolare gli anni di vita di un animale si analizza il loro tessuto calcificato, ma questa specie ne è particolarmente carente. Per determinare con precisione l’età degli squali i ricercatori sono ricorsi allora alla tecnica della datazione al radiocarbonio analizzando il cristallino degli occhi di 28 femmine finite accidentalmente nelle reti di pescherecci del nordatlantico. Dai loro dati è emerso che queste ultime raggiungono la maturità sessuale quando superano i quattro metri, che equivale a un’età minima di 156 anni. Significa che gli esemplari in grado di riprodursi oggi sono nati quando Vittorio Emanuele II veniva incoronato primo re d’Italia.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit