Text Size
Lunedì, Febbraio 19, 2018
Scienza e Futuro La pelle artificiale superelastica per i futuri robot

La tazza più antica che mette dubbi sulle ipotesi scientifiche moderne

          Tazza in ferro di Wilburton Durante uno scavo nel 1912 è stato trovato un oggetto alquanto insolito, infatti incastrato in un pezzo di carbone, venne rinvenuto un manufatto umano al...

Preparatevi: l'era degli animali-robot è appena iniziata

ROMA - L'ultima novità è il robot-camaleonte, un mini-quadrupede molliccio, capace di confondersi in pochi istanti tra il fogliame di un bosco o il pietrisco di una spiaggia. Una scoperta firmata d...

La strana esplosione avvenuta nello spazio profondo registrata a Sacramento in America

Un uomo di Sacramento durante una  scansione del cielo notturno ha ripreso un improvviso scoppio di luce attraverso il suo telescopio. Ha registrato questo strano spettacolo con il suo smartphone.CB...

L'incredibile foto dell'alieno immortalato su Marte dal Mars Curiosity

Ci sono numerose immagini inviate da Marte, attraverso i rover della NASA, che mostrano misteriose anomalie e strutture misteriose. Detto questo, ecco un’altra fotografia proveniente dal p...

Da ora è possibile registrare i propri sogni in video

Utilizzando la risonanza magnetica funzionale gli scienziati del laboratorio Gallant dell'Università di Berkeley sono stati in grado di ricostruire le immagini che un paziente immagazzina nel cervel...

Il mistero delle nascite dei "periodi assiali"

Durante la storia dell'umanità non si può fare a meno di notare che in determinati periodi storici ci sono state delle nascite che hanno influenzato il nostro modo di vivere e capire il mondo, ma la c...

  • La tazza più antica che mette dubbi sulle ipotesi scientifiche moderne


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Preparatevi: l'era degli animali-robot è appena iniziata


    Publish In: Scienza e Futuro
  • La strana esplosione avvenuta nello spazio profondo registrata a Sacramento in America


    Publish In: Le Prove
  • L'incredibile foto dell'alieno immortalato su Marte dal Mars Curiosity


    Publish In: Le Prove
  • Da ora è possibile registrare i propri sogni in video


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Il mistero delle nascite dei "periodi assiali"


    Publish In: Uomini e Misteri

La pelle artificiale superelastica per i futuri robot

SI ILLUMINA e cambia colore se viene sfiorata, è elastica al punto che riesce ad allungarsi fino al 500%, percepisce il tatto e la pressione: è la pelle hi-tech che si ispira al polpo e che in futuro potrebbe rivestire i robot, illuminandosi se il loro contatto con l'uomo non è abbastanza delicato, o rendendoli mimetici all'occorrenza. Descritta sulla rivista Science, è stata realizzata dal gruppo coordinato da Robert Shepherd, dell'americana Cornell University, in collaborazione con l'Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) di Genova. 

"Ci siamo ispirati alla pelle del polpo e abbiamo ottenuto un materiale con proprietà tattili e iper-elastico, al punto che può essere deformato del 500% e tornare all'aspetto originario", ha detto Barbara Mazzolai, dell'Iit, che è fra gli autori della ricerca e recentemente è entrata nella classifica internazionale delle donne geniali della robotica insieme a un'altra italiana, Cecilia Laschi, della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. La pelle artificiale, ha proseguito, è un punto di partenza che potrebbe portare a sviluppi imprevedibili. Il primo riguarda la possibilità che i robot del futuro possano avere una pelle come questa, tanto che i ricercatori l'hanno già utilizzata per rivestire un braccio robotico.

"Quando il braccio si piega il materiale si deforma e cambia colore, inoltre risponde alla stimolazione tattile e permette di controllare la pressione", ha spiegato la ricercatrice. La pelle hi-tech che imita quella del polpo è fatta di silicone al suo interno sono 'incastonati' elettrodi di idrogel e particelle di solfuro di zinco, rame e manganese. A seconda della miscela, la pelle brilla di colori diversi: si illumina in blu se prevale il rame  e di giallo se invece domina il manganese. È un altro passo lungo la strada che punta "a rendere i robot sempre più sicuri nell'interazione con l'uomo", ha osservato ancora. Si possono immaginare anche robot mimetici, insieme a nuovi dispositivi biomedici, una nuova generazione di sensori, fino a tessuti 'cangianti' al servizio della moda o di mobili 'sensibili'


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit