Text Size
Domenica, Luglio 05, 2020
Scienza e Futuro La nuova tecnologia che allungherà la durata della batteria dello smartphone

Cristopher Robinson il veggente dei nostri giorni

Christopher Robinson è nato in Inghilterra nell’ aprile del 1951. Durante i suoi primi 10 anni di vita si dice che abbia avuto gravi problemi al cuore. Durante un intervento chirurgico gli  è stata pe...

Il dossier "Ufo" divulgato nei giorni scorsi dall'FBI

La "propaganda comunista" di Joséphine Baker sotto le Torri e gli oggetti non identificati avvistati nel cielo di Bologna alla fine della seconda guerra mondiale. Entrambi i casi preoccupavano gli...

Scoperto il codice che consente di archiviare masse imponenti di dati sul DNA

Ventisei secondi del famosissimo discorso di Martin Luther King I have a dream e 154 sonetti di Shakespeare sono stati memorizzati – rispettivamente come file MP3 e come testo ASCII – in un filame...

Il mistero dei cerchi di pietra considerati le linee di Nazca d'oriente

Se ne contano a migliaia e si estendono su una regione che va dalla Siria fino all'Arabia Saudita. Possono essere notati solo dal cielo e sono praticamente sconosciuti al grande pubblico. Cosa s...

Tutti insieme a guardare Giove, altre prove di vita su Marte

Domenica scorsa Padova ha vissuto un pomeriggio all’insegna delle stelle. Mentre nell’aula Magna dell’Università 200 astronomi provenienti da 45 Paesi diversi dichiaravano chiuso l’ Anno Internazion...

Il perchè i pianeti del sistema stanno su piani diversi,la prima gigantesca mappa galattica e la fine del pianeta ucciso dalla sua stella

Perché i pianeti del sistema solare stanno su piani leggermente diversi e non sullo stesso piano? La domanda è più che lecita. Le stelle si formano da enormi nubi di gas e polveri. Ciò che resta d...

  • Cristopher Robinson il veggente dei nostri giorni


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Il dossier "Ufo" divulgato nei giorni scorsi dall'FBI


    Publish In: Le Prove
  • Scoperto il codice che consente di archiviare masse imponenti di dati sul DNA


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Il mistero dei cerchi di pietra considerati le linee di Nazca d'oriente


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Tutti insieme a guardare Giove, altre prove di vita su Marte


    Publish In: News Astronomia
  • Il perchè i pianeti del sistema stanno su piani diversi,la prima gigantesca mappa galattica e la fine del pianeta ucciso dalla sua stella


    Publish In: News Astronomia

La nuova tecnologia che allungherà la durata della batteria dello smartphone

La ricerca spasmodica di una spina per attaccare il telefono potrebbe finire se il progetto del professor You-jip Won dovesse funzionare: si chiama WALDIO (Write Ahead Logging Direct IO) ed è una tecnologia che permetterebbe di estendere la vita della batteria velocizzando la scrittura dei dati sugli hard disk dei vari dispositivi, e dunque anche sullo smartphone, e soprattutto minimizzando la quantità di dati da registrare nelle schede di memoria. 

Secondo questo studio del team della Hanyang University, in Corea del Sud, pubblicato su Usenix, le memorie elettroniche si usurano e perdono qualità mano a mano che le usiamo per salvare dati che poi cancelliamo per sovrascriverne altri. Ogni volta che facciamo un'operazione del genere occupiamo spazio, e dunque memoria, mentre la scheda si consuma. Se invece conservassimo nel telefono solo quelli davvero necessari, bypassando il ciclo di scrittura e riscrittura sul file system ((la struttura di organizzazione e 'stoccaggio' dati nell'hard disk) potremmo velocizzare il sistema operativo del nostro cellulare di almeno 20 volte e la batteria potrebbe durare il 39% in più.

Il sistema interverrebbe sul "journaling", tecnica utilizzata da molti file system moderni per preservare l'integrità dei dati che si basa sul concetto di transazione: ogni scrittura su disco è interpretata dal file system come una transazione. Pesante e ingombrante. Ad esempio, si legge nell'abstract della ricerca, scrivere un messaggio di testo digitando "Hi" significa almeno 48 KBytes nello spazio di archiviazione del telefono. "Con questo strumento in fase di sviluppo - ha detto Won - si memorizza solo una piccola parte di dati, rendendo possibile l'utilizzo di piccole memorie flash molto più economiche". Non si sa ancora, però, se e come Waldio possa essere installato su smartphone già esistenti o se verrà mai rilasciato al pubblico.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit