Text Size
Lunedì, Ottobre 21, 2019
Scienza e Futuro Un milione di volte più veloci e più sicure, le memorie flash in 3D che sostituiranno gli Hard disk

L'ultima immagine della montagna sprofondata inviata da New Horizons, il pianeta simile a Tatooine di star wars e la nuova mappa della materia oscura

Ogni giorno una nuova emozione con New Horizons e sarà così ancora per molti mesi. La sonda della NASA (lanciata nove anni fa alla volta di Plutone) invia dati e immagini uniche che ci fanno conos...

L'Ufo ripreso in pieno giorno da una troupe televisiva russa

Come ormai accade sempre più spesso, un altro Ufo è stato filmato ma, questa volta a riprenderlo era una troupe televisiva russa che ha ripreso il misterioso oggetto in Russia il quale non emetteva,...

Dalla Siria fino all'Arabia Saudita, il mistero delle "ruote di pietra"

Vengono considerate dagli archeologi come la versione mediorientale delle Linee di Nazca, i famosi pittogrammi giganti tracciati sul suolo del deserto del Perù. Gli archeologi impegnati nello ...

L'Ufo e l'alieno fotografati su Marte dalla sonda Curiosity

Che cosa cerca di nascondere ancora la Nasa? Nel video seguente vengono mostrate due immagini scattate dallo stesso Mars Rover Curiosity dove in una viene fotografato un ufo classico a disco ed in u...

Il video dell'Ufo che insegue un aereo di linea a Los Angeles

Un enorme oggetto luminescente è stato avvistato da alcuni automobilisti che si trovavano con la loro automobile per le strade di Los Angeles (California). Il fatto è accaduto il 7 Agosto 2016, quan...

Le rocce perfettamente scolpite fotografate da Curiosity su Marte

La nuova immagine registrata dalla MastCam del Curiosity Rover, ovvero la SOL 1448,  mostra uno strano oggetto con angoli definiti e linee rette, mezzo sepolto nel terreno. È questa la prova finale ...

  • L'ultima immagine della montagna sprofondata inviata da New Horizons, il pianeta simile a Tatooine di star wars e la nuova mappa della materia oscura


    Publish In: News Astronomia
  • L'Ufo ripreso in pieno giorno da una troupe televisiva russa


    Publish In: Le Prove
  • Dalla Siria fino all'Arabia Saudita, il mistero delle "ruote di pietra"


    Publish In: Uomini e Misteri
  • L'Ufo e l'alieno fotografati su Marte dalla sonda Curiosity


    Publish In: Le Prove
  • Il video dell'Ufo che insegue un aereo di linea a Los Angeles


    Publish In: Le Prove
  • Le rocce perfettamente scolpite fotografate da Curiosity su Marte


    Publish In: Le Prove

Un milione di volte più veloci e più sicure, le memorie flash in 3D che sostituiranno gli Hard disk

E' LA memoria flash con la più alta densità mai sviluppata. Ed è stata progettata nel nostro Paese da ingegneri italiani. Stiamo parlando dell'ultimo prodotto nato dalla collaborazione tra Intel, il colosso dei microprocessori, e l'azienda dell'Idaho Micron Technology che rivoluzionerà il mondo dell'elettronica e dell'informatica mandando in soffitta i vecchi hard disk.

Due anni fa gli ingegneri al lavoro nei centri di Padova e Avezzano della Micron avevano già annunciato la realizzazione di un dispositivo rivoluzionario da 128 gigabit per singolo chip di memoria, il più piccolo al mondo. Ma il progresso della tecnologia, ormai inarrestabile, e nuove esigenze hanno spinto ancora più in là i tecnici italiani portandoli verso nuovi traguardi. Il cambiamento decisivo è arrivato grazie all'utilizzo della tecnologia NAND 3D che posiziona le celle di archiviazione dei dati in verticale, con la massima precisione, creando dispositivi di storage con capacità tre volte superiore rispetto alle tecnologie NAND convenzionali a due dimensioni. Questa tecnologia 3D, sviluppata con il decisivo contributo dei progettisti dei centri di ricerca Micron situati in Avezzano e Padova, permette di superare i limiti tecnologici della tecnologia 2D e di ottenere elevate densità e si presta quindi all'utilizzo all'interno dei notebook leggeri, nei data center più veloci, in cellulari, tablet e dispositivi portatili.

La tecnologia 2D era arrivata già al suo limite tecnologico di sviluppo ed il passaggio alla tecnologia 3D ha permesso di di effettuare ulteriori aumenti di densità: dai 128 gigabit di memoria si è arrivati così a 384 gigabit per singolo chip di memoria. Questo risultato permette di mettere insieme diversi chip di memoria e ottenere un SSD (Solid state disk) che contiene 3,5 terabyte nel volume di una gomma americana.

Ciò significa che la "memoria di massa" del presente e del futuro prossimo manderà definitivamente in pensione i dischi fissi tradizionali. I vantaggi di un simile cambiamento sono notevoli: nessun motore, nessun rumore, minor peso, minori dimensioni fisiche, minor consumo di energia e una velocità di lettura un milione di volte superiore e una maggiore robustezza perché gli SSD non hanno puntine di lettura che nei vecchi dischi potevano rovinare il supporto magnetico in caso di urti o movimenti bruschi.

La nuova tecnologia NAND 3D posiziona le celle flash in 32 strati verticali per ottenere un die (la sottile piastrina di materiale semiconduttore sulla quale è stato realizzato il circuito integrato) MLC (Multi Level Cell) da 256 Gb e oppure un die TLC (Triple Level Cell) da 384 Gb che rientrano in un package standard. Queste capacità rendono possibili unità SSD con oltre 3,5 Terabyte di storage e unità SSD standard da 2,5 pollici superiori a 10 Terabyte. La versione MultiLeveCell da 256 Gb della NAND 3D è già in fase di campionamento, mentre il campionamento della versione TripleLevelCell da 384 Gb inizierà più avanti in primavera. La linea di produzione è già nelle fasi iniziali ed entrambi i dispositivi entreranno in piena produzione entro il quarto trimestre di quest'anno. Per dare supporto alla produzione di queste memorie 3D, Micron ha iniziato la costruzione di uno stabilimento a Singapore con un investimento di 4 miliardi di dollari per i prossimi anni.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit