Text Size
Sabato, Novembre 18, 2017
Scienza e Futuro Le prime fibre luminescenti perfettamente integrabili nei tessuti

L'apertura di una filiale a Silicon Valley per costruire le armi del Pentagono ed il grande progetto Nasa Nexss per gli esopianeti

SAN FRANCISCO - Le cyber minacce aumentano e il Pentagono guarda alla Silicon Valley, dove si appresta ad aprire il suo primo ufficio. L'obiettivo è quello di rafforzare le sue capacità tecnologich...

L'ultima immagine della montagna sprofondata inviata da New Horizons, il pianeta simile a Tatooine di star wars e la nuova mappa della materia oscura

Ogni giorno una nuova emozione con New Horizons e sarà così ancora per molti mesi. La sonda della NASA (lanciata nove anni fa alla volta di Plutone) invia dati e immagini uniche che ci fanno conos...

Un altro Ufo filmato mentre decelera ed entra nel vulcano Popocatepeti

Vi ricordate dell'Ufo che nei mesi scorsi era stato filmato mentre entrava nel vulcano attivo Popocatepeti in Messico? Bene recentemente è stato ripreso in video un altro Ufo che arriva da un lato, ...

L'ufo filmato da una fotocamera scientifica mentre entra nel vulcano attivo Popocatepeti in Messico

In una trasmissione televisiva messicana viene mostrato un Ufo che entra nel vulcano Popocatepeti mentre sta eruttando lava incandescente. A filmare l'oggetto è stata una camera scientifica che stav...

L'incredibile Ufo avvistato a Brema che ha causato la cancellazione dei voli

Dagli anni ’50 l’esistenza degli Ufo ha inquietato o eccitato (a seconda delle personali reazioni) la fantasia popolare, con tanto di avvistamenti rivelatisi poi delle bufale. Al punto che ormai s...

La più grande città sotterranea scoperta a Nevşehir, in Cappadocia, Turchia

La regione della Cappadocia, nella Turchia centrale, ospita uno dei paesaggi più spettacolari al mondo, ricco di valli profonde e vette rocciose puntellate di case, cappelle, tombe e templi. T...

  • L'apertura di una filiale a Silicon Valley per costruire le armi del Pentagono ed il grande progetto Nasa Nexss per gli esopianeti


    Publish In: Scienza e Futuro
  • L'ultima immagine della montagna sprofondata inviata da New Horizons, il pianeta simile a Tatooine di star wars e la nuova mappa della materia oscura


    Publish In: News Astronomia
  • Un altro Ufo filmato mentre decelera ed entra nel vulcano Popocatepeti


    Publish In: Le Prove
  • L'ufo filmato da una fotocamera scientifica mentre entra nel vulcano attivo Popocatepeti in Messico


    Publish In: Le Prove
  • L'incredibile Ufo avvistato a Brema che ha causato la cancellazione dei voli


    Publish In: Le Prove
  • La più grande città sotterranea scoperta a Nevşehir, in Cappadocia, Turchia


    Publish In: Civiltà Misteriose

Le prime fibre luminescenti perfettamente integrabili nei tessuti

Un grande passo verso i tessuti che emettono luce

Un nuovo tipo di fibre luminescenti perfettamente integrabili nei tessuti e prodotte con una tecnica scalabile a livello industriale è stato realizzato da un gruppo di ricercatori della Fundan University e dell'Università della California a Los Angeles che illustrano il metodo da loro adottato in un articolo pubblicato su “Nature Photonic”.

Fibre di questo tipo potrebbero avere numerose applicazioni, prima fra tutte la creazione di dispositivi e schermi indossabili, andando ben oltre le possibilità offerte dai diodi organici a emissione di luce (OLED), che permettono la produzione di monitor flessibili e schermi piatti. Gli OLED, infatti, hanno una potenza di funzionamento relativamente alta che li rende poco adatti all'uso in dispositivi indossabili.

Per questo la ricerca si è indirizzata allo studio di sottili fibre luminescenti, o PLEC (polymer light-emitting electrochemical cell), le prime delle quali vennero realizzate il laboratorio già vent'anni fa. Tuttavia, nonostante i notevoli progressi fatti in laboratorio, le fibre ottenute si scontravano con due problemi: la produzione di fibre di lunghezza adeguata alle possibili applicazioni e la difficoltà a integrarle nei tessuti.

Nel nuovo studio Qibing Pei, uno di pionieri della ricerca in questo campo, e colleghi, descrivono una tecnica per produrre fibre luminescenti che superano questi ostacoli. La nuova fibra è ottenuta creando un rivestimento di PLEC intorno a un sottilissimo filo di acciaio, del diametro di appena 127 micron. Questo rivestimento è formato da tre strati: uno di nanoparticelle di ossido di zinco che funziona come strato di trasferimento di elettroni; lo strato propriamente luminescente, costituito da una miscela di un polimero coniugato, un elettrolita e un sale; e un nanotubo di carbonio che funge da anodo trasparente.

Quando viene applicata una tensione tra il filo di acciaio che fa da catodo e il nanotubo, il filo inizia a generare luce, che raggiunge il massimo di luminosità nel giro di pochi minuti. Nei prototipi realizzati finora la luce emessa è solo gialla o blu, ma i ricercatori spiegano che con alcune variazioni nel metodo di preparazione sarà possibile ottenere anche altri colori. Le fibre luminescenti sono inoltre abbastanza flessibili da poter essere piegate più volte senza perdite significative delle prestazioni, e questo le rende perfettamente integrabili nei tessuti.
L'ultimo ostacolo ancora da superare è l'aumento della loro stabilità operativa, perché allo stato attuale, una volta raggiunta la luminosità massima, questa inizia lentamente a scemare.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit