Text Size
Mercoledì, Novembre 25, 2020
Scienza e Futuro In futuro gli Hard Disk avranno 5 dimensioni

Il gigante di ghiaccio in TW Hydrae, il cuore della Galassia M77 ed il colore rosso di Caronte

Il telescopio europeo ALMA, con un team guidato da astronomi giapponesi, torna a scrutare la stella TW Hydrae e soprattutto i suoi dintorni. L’interesse degli scienziati per questa stella simile a...

Perchè i dinosauri erano enormi? Ted Holden conosce la risposta

I dinosauri giganti sono affascinanti. Come hanno fatto a svilupparsi così tanto ? Come mai sono tutti morti...

Il telescopio Herschel e i filamenti delle nubi di gas,il buio oltre le stelle e nuovi ritardi per il lancio del James Webb

All’interno delle nubi di gas che occupano le vaste regioni di spazio fra stella e stella, si formano talvolta dei lunghi filamenti. È a queste scie gassose che il telescopio Herschel, dell’Agenzia...

Cuzco e il misterioso popolo Incas

Come facevano ad avere una conoscenza delle stelle così approfondita un antico popolo che non conosceva neanche la ruota? E sopratutto, come facevano a realizzare delle costruzioni così maestose con m...

Marte e l'incredibile strada fotografata in stile degli antichi egizi

Marte continua a far parlare di sè infatti, come vedrete nel video seguente, le immagini di Rover Curiosity hanno fotografato quello che sembra essere una antica pavimentazione in stile egiziano. Di...

Le Sacre Grotte di Piyang, quando gli Dei abitavano sulla Terra

Il Tibet, uno dei luoghi più misteriosi e sacri dell’umanità, conserva numerosi segreti di un remoto passato, normalmente inaccessibili ai semplici turisti. Tra questi, ci sono le Grotte di Pi...

  • Il gigante di ghiaccio in TW Hydrae, il cuore della Galassia M77 ed il colore rosso di Caronte


    Publish In: News Astronomia
  • Perchè i dinosauri erano enormi? Ted Holden conosce la risposta


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Il telescopio Herschel e i filamenti delle nubi di gas,il buio oltre le stelle e nuovi ritardi per il lancio del James Webb


    Publish In: News Astronomia
  • Cuzco e il misterioso popolo Incas


    Publish In: Civiltà Misteriose
  • Marte e l'incredibile strada fotografata in stile degli antichi egizi


    Publish In: Le Prove
  • Le Sacre Grotte di Piyang, quando gli Dei abitavano sulla Terra


    Publish In: Oopart Archeomisteri

In futuro gli Hard Disk avranno 5 dimensioni

Un tempo erano i floppy disk. Poi sono arrivati cd-rom, dvd e blu-ray. E infine è stata la volta delle velocissime memorie allo stato solido (per non parlare del cloud storage e degli attesissimi qubit): le soluzioni per archiviare dati elettronici, insomma, non mancano. L'offerta è variegata e accessibile a (quasi) tutti i portafogli. Ma una cosa così non l'avevamo ancora sentita. Una nuova tecnica, sviluppata dai ricercatori della University of Southampton, permette di conservare dati in modo altamente efficiente e duraturo usando le proprietà ottiche e geometriche di particolari lastre di vetro nanostrutturato. Il dispositivo messo a punto dagli scienziati è in grado di memorizzare informazioni per oltre un milione di anni ed è resistente al calore fino a oltre 1.000°C.

Il sistema era già stato descritto teoricamente, ma è la prima volta che viene realizzato e testato in laboratorio, come raccontano gli autori in un articolo presentato alla Conference on Lasers and Electro-Optics di San Jose: “Per la prima volta, dei dati reali sono stati memorizzati e successivamente recuperati usando la nostra tecnica”, spiega il ricercatore Jingyu Zhang. “Siamo riusciti a scrivere e leggere con successo un file pdf all'interno del vetro”. La tecnologia sfrutta cinque dimensioni del cristalo: le tre tradizionali – lunghezza, larghezza e spessore – e altre due aggiuntive, cioè l' orientazione degli assi della struttura e la birifrangenza, una proprietà ottica legata al modo in cui il materiale rifrange la luce. Usando così tante dimensioni, ogni punto del vetro riesce a memorizzare tre diversi bit d'informazione: il prototipo dei ricercatori ha una capienza totale di oltre 360 terabyte.

Il processo prevede l'utilizzo di un laser ultra-veloce a femtosecondi, molto più costoso rispetto alle componenti utilizzate per gli hard disk tradizionali: per questo motivo, secondo Zhang, la tecnologia non è destinata (almeno per ora) a soppiantare le soluzioni oggi in uso. “Ma potrebbe essere interessante per le grandi aziende di cloud storage dei dati”, conclude il ricercatore. La caccia al partner industriale per la commercializzazione del dispositivo è iniziata.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit