Text Size
Sabato, Novembre 25, 2017
Scienza e Futuro In futuro gli Hard Disk avranno 5 dimensioni

Mercurio

Mercurio è il primo pianeta del sistema solare in ordine di distanza dal Sole e il più piccolo in dimensioni. Si tratta di un pianeta terrestre di dimensioni modeste, con un diametro inferiore alla ...

Trovata la prima stella supergigante ibrida, Due pianeti per una stella velocissima e l'immagine più profonda, dettagliata e colorata dell'Univers

Immaginate di dovere identificare che tipo di motore possiede un’automobile, senza sbirciare sotto il cofano, utilizzando solo delle analisi chimiche. Con ogni probabilità, dalla composizione dei ...

Un altro Ufo filmato mentre decelera ed entra nel vulcano Popocatepeti

Vi ricordate dell'Ufo che nei mesi scorsi era stato filmato mentre entrava nel vulcano attivo Popocatepeti in Messico? Bene recentemente è stato ripreso in video un altro Ufo che arriva da un lato, ...

Lo strano ritrovamento di uno scheletro con il cranio allungato ad Arkaim in Russia

Uno scheletro con il teschio dalla forma insolita è stato portato alla luce nel sito archeologico di Arkaim, conosciuto come la Stonehenge della Russia. Alla diffusione della notizia, alcuni sos...

Camera di sicurezza registra la reazione di un cane all'Ufo a Istanbul in Turchia

Siamo ancora in Turchia dove, sembra che la presenza Ufo, non accenni a diminuire. In questo video, registrato da una camera di sorveglianza in un quartiere (Gezbe, vicino Istanbul) dove si studia l...

Akakor, l'antica città degli Dei

Antichissime città perdute nel cuore delle foreste brasiliane custodiscono segreti legati alla discesa di esseri di altri mondi. L’avventura del giornalista tedesco Karl Brugger ha inizio in un bar ...

  • Mercurio


    Publish In: L'Universo e il Sistema Solare
  • Trovata la prima stella supergigante ibrida, Due pianeti per una stella velocissima e l'immagine più profonda, dettagliata e colorata dell'Univers


    Publish In: News Astronomia
  • Un altro Ufo filmato mentre decelera ed entra nel vulcano Popocatepeti


    Publish In: Le Prove
  • Lo strano ritrovamento di uno scheletro con il cranio allungato ad Arkaim in Russia


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Camera di sicurezza registra la reazione di un cane all'Ufo a Istanbul in Turchia


    Publish In: Le Prove
  • Akakor, l'antica città degli Dei


    Publish In: Oopart Archeomisteri

In futuro gli Hard Disk avranno 5 dimensioni

Un tempo erano i floppy disk. Poi sono arrivati cd-rom, dvd e blu-ray. E infine è stata la volta delle velocissime memorie allo stato solido (per non parlare del cloud storage e degli attesissimi qubit): le soluzioni per archiviare dati elettronici, insomma, non mancano. L'offerta è variegata e accessibile a (quasi) tutti i portafogli. Ma una cosa così non l'avevamo ancora sentita. Una nuova tecnica, sviluppata dai ricercatori della University of Southampton, permette di conservare dati in modo altamente efficiente e duraturo usando le proprietà ottiche e geometriche di particolari lastre di vetro nanostrutturato. Il dispositivo messo a punto dagli scienziati è in grado di memorizzare informazioni per oltre un milione di anni ed è resistente al calore fino a oltre 1.000°C.

Il sistema era già stato descritto teoricamente, ma è la prima volta che viene realizzato e testato in laboratorio, come raccontano gli autori in un articolo presentato alla Conference on Lasers and Electro-Optics di San Jose: “Per la prima volta, dei dati reali sono stati memorizzati e successivamente recuperati usando la nostra tecnica”, spiega il ricercatore Jingyu Zhang. “Siamo riusciti a scrivere e leggere con successo un file pdf all'interno del vetro”. La tecnologia sfrutta cinque dimensioni del cristalo: le tre tradizionali – lunghezza, larghezza e spessore – e altre due aggiuntive, cioè l' orientazione degli assi della struttura e la birifrangenza, una proprietà ottica legata al modo in cui il materiale rifrange la luce. Usando così tante dimensioni, ogni punto del vetro riesce a memorizzare tre diversi bit d'informazione: il prototipo dei ricercatori ha una capienza totale di oltre 360 terabyte.

Il processo prevede l'utilizzo di un laser ultra-veloce a femtosecondi, molto più costoso rispetto alle componenti utilizzate per gli hard disk tradizionali: per questo motivo, secondo Zhang, la tecnologia non è destinata (almeno per ora) a soppiantare le soluzioni oggi in uso. “Ma potrebbe essere interessante per le grandi aziende di cloud storage dei dati”, conclude il ricercatore. La caccia al partner industriale per la commercializzazione del dispositivo è iniziata.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit