Text Size
Venerdì, Agosto 23, 2019
Scienza e Futuro L'atlante anatomico del cervello in 3D

Il susseguirsi di avvistamenti a San Pietroburgo in Russia

Un secondo avvistamento si è verificato a San Pietroburgo, in Russia questa settimana. Il primo avvistamento si è verificato il 9 aprile 2012 ed è stato registrato in video da più testimoni provenie...

Avete uno di questi quadri? Occhio alla maledizione

L'autore è un certo Giovanni Bragolin, nome d'arte del pittore veneziano Bruno Amadio. Della sua vita si sa poco, nacque intorno al 1890-1900 e si trasferì in Spagna, a Siviglia, durante la dittatur...

Ecco come saranno gli aerei che voleranno nel futuro

Come voleremo tra 15 o 20 anni? Se vi aspettate aerei simili ad astronavi e dalle prestazioni fantascientifiche, preparatevi a una delusione. Uno studio commissionato dalla NASA a università e aziend...

Kepler e la scoperta del pianeta di lava, l'antimateria scoperta nei fulmini ed i monitoraggi spaziali su Nespoli

A quando l'annuncio dell'esistenza di un pianeta simile al nostro? Forse già nei prossimi mesi, se Kepler continua di questo passo. Il telescopio spaziale americano sta infatti ottenendo risultati ...

L'Ufo avvistato durante la missione spaziale cinese shenzhou 9

Un UFO è stato filmato durante il lancio del razzo cinese Shenzhou 9.Il video,visto da milioni di persone,è stato ripreso con una telecamera ad infrarossi preposta al controllo del lancio stesso ...

La foto dell'UFO scattata dal satellite Rosetta sulla cometa Comet 67P Churymov Gerasimenko

Il fenomeno Ufo ancora non cessa di stupire infatti l'ultimo più strano avvistamento è avvenuto sulla cometa che stava monitorando il satellite europeo ROSETTA chiamato Comet 67P Churymov Gerasimenk...

  • Il susseguirsi di avvistamenti a San Pietroburgo in Russia


    Publish In: Le Prove
  • Avete uno di questi quadri? Occhio alla maledizione


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Ecco come saranno gli aerei che voleranno nel futuro


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Kepler e la scoperta del pianeta di lava, l'antimateria scoperta nei fulmini ed i monitoraggi spaziali su Nespoli


    Publish In: News Astronomia
  • L'Ufo avvistato durante la missione spaziale cinese shenzhou 9


    Publish In: Le Prove
  • La foto dell'UFO scattata dal satellite Rosetta sulla cometa Comet 67P Churymov Gerasimenko


    Publish In: Le Prove

L'atlante anatomico del cervello in 3D

Un atlante digitale del cervello, in 3D e ad altissima risoluzione, è stato messo a punto da ricercatori del Forschungszentrum Jülich, in Germania, e della McGill University a Montreal, che lo presentano in un articolo pubblicato su “Science”.

La nuova ricostruzione digitale, chiamata BigBRAIN, mette per la prima volta a disposizione della comunità scientifica l'anatomia microscopica del cervello con una risoluzione spaziale di appena 20 micron, a fronte della risoluzione standard di un millimetro offerta dalle immagini standard ottenute con risonanza magnetica, superando di un fattore 50 in ciascuna delle tre dimensioni i più dettagliati atlanti attualmente disponibili.

BigBRAIN, il cervello come non l'avete mai visto

Come sono ottenute le sezioni istologiche: dal cervello, immerso in un blocco di paraffina, vengono asportate con un microtomo sezioni sottilissime.

Grazie alla mappatura tridimensionale della citoarchitettonica del cervello umano, BigBRAIN permetterà di ridefinire con grande dettaglio i circuiti cellulari cerebrali e i singoli livelli e sottolivelli della corteccia: "I famosi atlanti sulla citoarchitettura dei primi anni del XX secolo sono disegni semplificati di un cervello, basati su un'analisi puramente visiva dei modelli di organizzazione cellulare", spiega Katrin Amunts, prima firmataria dell'articolo.

Per realizzare il montaggio in 3D dei dati cn modo da garantire la corretta corrispondenza fra gli elementi delle strutture disperse sulle diverse sezioni istologiche è stato necesario ricorrere alla potenza di calcolo del cluster di computer JUROPA (Jülich Research on Petaflop Architecture) del centro di supercalcolo di Jülich.

BigBRAIN, il cervello come non l'avete mai visto

Un momento della fase di colorazione dei preparati anatomici.

Questo atlante è il primo essenziale passo di un percorso che prevede da un lato la replica del lavoro appena compiuto su altri cervelli umani, per un necessario confronto, e dall'altro un ulteriore affinamento delle tecniche utilizzate per arrivare alla risoluzione di un solo micron, in grado di mettere in evidenza singoli dettagli della morfologia cellulare. In questo modo sarà possibile gettare un ponte fra le ricerche di tipo neuroanatomico e quelle biomolecolari che allo stato attuale faticano ancora a “parlare” fra di loro.

"Abbiamo in programma di integrare i dati sui recettori del cervello umano nel sistema di riferimento fornito dal BigBRAIN", ha infatti dichiarato Karl Zilles, uno dei coordinatori dello studio. “Ma anche le le mappe ad alta risoluzione dei dati quantitativi sulla distribuzione regionale e laminare dei diversi complessi recettoriali. Questo ci permetterà di esplorare il rapporto tra microanatomia corticale e molecole chiave della neurotrasmissione."


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit