Text Size
Lunedì, Luglio 24, 2017
Scienza e Futuro Facendo esercizio fisico, secondo la scienza, si modifica anche il DNA

Le incredibili statuine di 12.000 anni fa raffiguranti esseri rettiliani

Tra i molti reperti antichi che sicuramente minacciano le tradizionali scuole di pensiero dell’archeologia classica ci sono le Statuine Nomoli. Si tratta di piccole sculture in pietra alte dai...

Ecco come riusciremo a vedere anche gli oggetti nascosti dai muri

La capacità di vedere oggetti nascosti dietro i muri può rivelarsi essenziale in luoghi pericolosi o inaccessibili, per esempio all'interno di macchinari con parti in movimento, o in zone fortemen...

Memoto, la mini macchina fotografica che registra la nostra vita

Si chiama 'Memoto', micro macchina fotografica in grado di registare quasi ogni singolo istante della nostra esistenza. Con immagini scattate ogni 30 secondi si potrà così "rivivire" la propria v...

i sei Ufo fotografati vicino alla ISS mentre si avvicinano alla Terra

Una serie di Ufo, per la precisione sei, sono stati avvistati vicino alla Stazione Spaziale Internazionale. Nella foto ad alta risoluzione si vede sullo sfondo, facendo attenzione, 6 luci che non do...

La ricerca su grande scala dell'Energia Oscura, il lampo avvistato su Giove ed i pianeti al centro della Via Lattea

Vinca il migliore, e speriamo sopratutto che almeno uno dei due contendenti vinca qualcosa. Due survey (progetti di osservazione astronomica su grande scala) stanno per partire, in competizione...

Il misterioso "granchio" fotografato su Marte

Sembra proprio un granchio. Eh sì, davvero un’immagine straordinario, così che stavolta anche uno scienziato ha espresso la propria opinione. Seth Shostak, astronomo senior e direttore del SETI...

  • Le incredibili statuine di 12.000 anni fa raffiguranti esseri rettiliani


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Ecco come riusciremo a vedere anche gli oggetti nascosti dai muri


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Memoto, la mini macchina fotografica che registra la nostra vita


    Publish In: Scienza e Futuro
  • i sei Ufo fotografati vicino alla ISS mentre si avvicinano alla Terra


    Publish In: Le Prove
  • La ricerca su grande scala dell'Energia Oscura, il lampo avvistato su Giove ed i pianeti al centro della Via Lattea


    Publish In: News Astronomia
  • Il misterioso "granchio" fotografato su Marte


    Publish In: Le Prove

Facendo esercizio fisico, secondo la scienza, si modifica anche il DNA

Che l'esercizio fisico faccia bene alla salute è un fatto noto e dimostrato innumerevoli volte. Difficile tuttavia immaginare che l'effetto positivo arrivi fino a un livello biologico fondamentale come quello genetico, come invece ha riscontrato una nuova ricerca - illustrata sulle pagine della rivista “Cell Metabolism” - che ha scoperto come anche pochi minuti di esercizio possano produrre, in persone inattive ma in buona salute, un cambiamento immediata del DNA.

Ovviamente, il codice genetico codificato dalla sequenza nucleotidica delle cellule muscolari non cambia con l'esercizio: le modificazioni riguardano altri aspetti chimici e strutturali del DNA e sembrano rappresentare i primi eventi di una riprogrammazione genetica dei muscoli che ha lo scopo di variare il metabolismo celluare e, in ultima istanza, aumentare la forza e la resistenza muscolare.

“I nostri muscoli hanno una plasticità incredibile”, spiega Juleen Zierath, del Karolinska Institut svedese. “Spesso si dice che siamo quello che mangiamo: almeno per i muscoli ciò è vero; se non li usiamo li perdiamo e quello che abbiamo scoperto è uno dei meccanismi che permette che ciò avvenga”.

I cambiamenti relativi al DNA in questione sono noti come modificazioni epigenetiche e coinvolgono l'attivazione o la disattivazione di marcatori genetici, in particolare sui nucleotidi, generalmente indicati con le lettere A, G, T e C. Secondo i risultati del nuovo studio, il DNA delle cellule dei muscoli scheletrici di persone che hanno da poco effettuato un esercizio fisico mostra un numero di gruppi metile inferiore rispetto a quello che si misura in assenza di esercizio. In particolare, la metilazione attiva geni importanti per l'adattamento dei muscoli all'esercizio.

Sulla base dei risultati ottenuti, i ricercatori hanno ipotizzato che anche la caffeina introdotta nell'organismo con il caffè del mattino sia in grado di influire sui muscoli secondo meccanismi analoghi. Per quanto riguarda la caffeina, Zierath sottolinea infatti che questa sostanza è in grado di riprodurre la contrazione muscolare che si verifica in seguito all'esercizio fisico. In termini generali, i risultati mostrano con tutta evidenza che il nostro genoma è molto più dinamico di quanto si pensasse.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit