Text Size
Martedì, Maggio 30, 2017
Scienza e Futuro La straordinaria resistenza della tela del ragno che resiste agli uragani

Il cargo incenerito, il nuovo rover Curiosity e i 13 segnali dallo spazio

Riempito di spazzatura e lasciato bruciare nel suo rientro in atmosfera. E’ stata questa la fine del cargo giapponese della serie HTV: una fine ingloriosa solo in apparenza perché in realtà tutto si è...

Il teologo che già nel medioevo ipotizzava gli Universi paralleli

Chi l’avrebbe detto che in pieno Medioevo, periodo storico non certo aperto alla scienza, sarebbero stati gettati, seppur involontariamente, i semi di una delle teorie oggi più avanzata e dibattut...

I Nostri Creatori

Facciamo ora un piccolo salto indietro nel tempo, esattamente a circa 400.000 anni fa, alla scoperta dei nosri creatori.Cercheremo ora di assemblare le teorie di Thot e di Zecharia Sitchin. Sitchin ...

La Stella con i pianeti più vecchi finora scoperti, il tornado di Marte ed il sorvolo della Cassini sulla Luna ghiacciata Encelado

Pianeti così vecchi che non dovrebbero esistere. Eppure li abbiamo scoperti: sono due giganti gassosi che orbitano attorno a una stella della nostra galassia. Una stella antica, visto che la sua et...

La testimonianza video dell'ufo avvistato vicino al crop circle di Avebury

Un ufo è stato filmato, da alcuni testimoni, in Inghilterra nelle vicinanze del crop circle di Avebury. Sarà una coincidenza? L'ufo in questione, come mostrato nel video seguente, cresce di dimensio...

Elisabetta Bathory, la donna soprannominata contessa Dracula famosa per i suoi bagni nel sangue umano

Erzsébet Báthory, conosciuta anche come Elisabetta Bathory, soprannominata la Contessa Dracula o Contessa Sanguinaria (magiaro Báthory Erzsébet, /ˈbaːtori ˈɛrʒeːbɛt/; Nyírbátor, 7 agosto 1560 – Čachti...

  • Il cargo incenerito, il nuovo rover Curiosity e i 13 segnali dallo spazio


    Publish In: News Astronomia
  • Il teologo che già nel medioevo ipotizzava gli Universi paralleli


    Publish In: Uomini e Misteri
  • I Nostri Creatori


    Publish In: La Nostra Storia
  • La Stella con i pianeti più vecchi finora scoperti, il tornado di Marte ed il sorvolo della Cassini sulla Luna ghiacciata Encelado


    Publish In: News Astronomia
  • La testimonianza video dell'ufo avvistato vicino al crop circle di Avebury


    Publish In: Le Prove
  • Elisabetta Bathory, la donna soprannominata contessa Dracula famosa per i suoi bagni nel sangue umano


    Publish In: Uomini e Misteri

La straordinaria resistenza della tela del ragno che resiste agli uragani

La resistenza delle tele intessute dai ragni ha sempre affascinato l'uomo, che ne ha cercato il segreto della robustezza nella composizione chimica della  seta. Da sola, tuttavia, questa non può spiegare la capacità delle ragnatele di resistere a forze come quelle sviluppate dai venti di un uragano.

Ora un gruppo di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology e del Politecnico di Torino è riuscito a risolvere il mistero, scoprendo attraverso sofisticate simulazioni al computer il progetto strutturale complessivo che permette alla ragnatela simili prestazioni.

I segreti ingegneristici della tela del ragno

Lo studio, pubblicato sulla rivista "Nature", ha dimostrato in primo luogo che, come prevedibile, quando una qualsiasi parte della ragnatela viene perturbata, essa reagisce in modo complessivo, permettendo al ragno di accorgersi della presenza di un insetto intrappolato. Tuttavia, i filamenti radiali e quelli a spirale hanno ruoli diversi nell'attenuazione del movimento, e quando le sollecitazioni sono particolarmente forti, alcuni di essi vengono sacrificati per permettere alla rete nel suo complesso di sopravvivere.

Il concetto di cedimenti selettivi localizzati nella ragnatele è interessante poiché diverge dai principi strutturali in gioco in molti materiali biologici, osservavano i ricercatori: per esempio, i diversi componenti costitutivi dell'osso distribuiscono lo stress su tutta la struttura, che in tal modo, però, prima di un cedimento tende a essere danneggiata complessivamente.

I segreti ingegneristici della tela del ragnoS

imulazione del comportamento strutturale della ragnatela eseguita da S. Cranford & M.J. Buehler/MIT

Al contrario, una tela di ragno è organizzata in modo da mostrare una risposta non lineare allo stress che le conferisce una maggiore resistenza ai difeti strutturali rispetto a quella esibita dai materiali che hanno un comportamento elastico lineare o elastico-plastico. In particolare, questo comportamento non lineare permette di sacrificare aree locali in modo che un cedimento non pregiudichi la funzionalità complessiva della ragnatela, anche se con una capacità ridotta. Per esempio, quando il problema riguarda un filamento radiale, la ragnatela si deforma di più di quando è interessato un filamento a spirale. Tuttavia, quando entrambi i tipi di filamento sono sotto grande stress solo uno cede.

Si tratta, osservano gli autori, di una strategia intelligente, se l'alternativa è quella di dover fare un'intera, nuova ragnatela, un compito che richiede un impegno energetico tutt'altro che indifferente per il ragno. Gli ingegneri, concludono i ricercatori, potrebbero imparare dalla natura e adottare le strategie di progettazione più appropriate per specifiche applicazioni.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit