Text Size
Giovedì, Ottobre 22, 2020
Scienza e Futuro Il motore termico più piccolo del mondo

La teoria delle due Lune, la galassia avvolta dalla materia oscura ed il relitto del Columbia ritrovato in Texas

Anche se osservando la Luna dalla Terra ne vediamo sempre la stessa metà, ci potremmo aspettare che l’altra abbia un aspetto molto simile. Invece non è proprio così: fin da quando, grazie alle sond...

Gli alieni del tipo nordico tra di noi: il caso Ummita

1. Premessa Il fenomeno Ummita non è qualcosa che può essere liquidato in poche parole. I soli due fattori della durata che si estende sicuramente dalla fine degli anni ‘60 fino ai primi anni del ...

La nuova teoria sull'origine della Sacra Sindone

Un’esplosione di energia sarebbe all’origine della formazione della Sacra Sindone. E’ciò che emerge da uno studio dal titolo ‘Immagine sulla formazione corporea della Sindone di Torino. Compendio ...

L'ufo inquadrato dalla Nasa durante la missione STS-48

In questo breve filmato girato nel 1991 durante la missione shuttle STS-48 dalla Nasa c'è celata sullo sfondo una strana sequenza di immagini. In questo caso, il filmato mostra un oggetto non identif...

Alcuni testimoni dichiarano: lo Stargate esiste ed è una tecnologia extraterrestre

Lo Stargate 'A' è simile ad un ponte o 'wormhole' teorizzato da Einstein-Rosen, attraverso il quale lo spazio-tempo viene distorto da intensi campi gravitazionali provocato dal collasso di alcune ...

Circa 2000 delfini avvistati in branco nel Sud della California

Un branco enorme di delfini è stato ripreso nei giorni scorsi da spettatori stupiti da una barca chiamata Dana Pride adibita al monitoraggio di squali e delfini nel Sud della California che è stata ...

  • La teoria delle due Lune, la galassia avvolta dalla materia oscura ed il relitto del Columbia ritrovato in Texas


    Publish In: News Astronomia
  • Gli alieni del tipo nordico tra di noi: il caso Ummita


    Publish In: Le Prove
  • La nuova teoria sull'origine della Sacra Sindone


    Publish In: Uomini e Misteri
  • L'ufo inquadrato dalla Nasa durante la missione STS-48


    Publish In: Le Prove
  • Alcuni testimoni dichiarano: lo Stargate esiste ed è una tecnologia extraterrestre


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Circa 2000 delfini avvistati in branco nel Sud della California


    Publish In: Uomini e Misteri

Il motore termico più piccolo del mondo


Un motore termico su scala micrometrica è stato per la prima volta realizzato da ricercatori dell'Università di Stoccarda e del Max Planck Institut per i sistemi intelligenti, che lo descrivono in un articolo pubblicato su "Nature Physics".

Spesso una tecnologia che opera senza inconvenienti a dimensioni macroscopiche può manifestare problemi inaspettati sie viene riprodotta a scale molto più piccole perché nei due ambiti intervengono leggi diverse. Ma così non è stato, con i dovuti accorgimenti, per il motore messo a punto da Clemens Bechingere e Valentin Blickle: "Abbiamo sviluppato il più piccolo motore a vapore del mondo o, per essere più precisi, il più piccolo motore Stirling, e scoperto che la macchina riesce veramente a svolgere un lavoro", ha detto Bechinger. "La cosa non era affatto ovvia, perché la macchina è così piccola che il suo movimento è ostacolato da processi microscopici che non sono di alcuna rilevanza nel macromondo."


Nel motore termico inventato quasi 200 anni fa da Robert Stirling, un cilindro pieno di gas viene periodicamente scaldato e raffreddato in modo che il gas si espanda e si contragga, spostando un pistone. 

Nel nuovo motore le molecole di gas sono sostituite da una singola sferetta di plastica di soli tre micrometri (un micrometri equivale a un millesimo di millimetro) che galleggia in acqua. I fisici hanno sostituito il pistone, che si muove alternativamente su e giù in un cilindro, con un raggio laser la cui intensità è fatta variata periodicamente. Le forze ottica del laser limita in misura maggiore o minore il moto della particella di plastica, come nella compressione e nell'espansione del gas nel cilindro di un motore termico di grandi dimensioni.

Perché le due fasi di  compressione ed espansione non si annullino a vicenda e contribuiscano al lavoro, devono avvenire a temperature diverse, ottenute riscaldando il sistema durante l'espansione, con un ulteriore raggio laser, inoltre, che scalda improvvisamente l'acqua, ma consente anche di raffreddare non appena spento.

Le molecole d'acqua sono così in costante movimento e si scontrano con la microparticella. In queste collisioni casuali, la sferetta di plastica continua a effettuare uno scambio di energia con l'ambiente dello stesso ordine di grandezza della conversione di energia in lavoro della  micromacchina. "Ciò significa che la quantità di energia guadagnata varia notevolmente da ciclo a ciclo, e e fa sì che nel caso peggiore la macchina si fermi un attimo, ossia 'perda colpi' ", spiega Blickle. Il fenomeno non si avverte con le macchine macroscopiche perché queste convertonocirca 20 ordini di grandezza di energia in più e queste piccole energie di collisione non sono importanti.

Nonostante questo inconveniente, ha osservato Bechinger, "i nostri esperimenti ci offrono una panoramica iniziale nel bilancio energetico di un motore termico che operi in dimensioni microscopiche. Anche se la nostra macchina non fornisce ancora alcun lavoro utile, non ci sono ostacoli termodinamici, in linea di principio, che vietino questo in piccole dimensioni".


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit