Text Size
Martedì, Ottobre 23, 2018
Scienza e Futuro Il primo esoscheletro robotico comandato dal pensiero

I misteriosi test del drone spaziale americano X37B

WASHINGTON - E' tornato nello spazio per la quarta volta il misterioso X-37B, il veicolo spaziale della Us Air Force che ricorda una sorta di shuttle di dimensioni ridotte, impiegato come piattafo...

Il Vulcano Popocatepetl torna a far parlare di sè con una intensa attività Ufo

Ancora una volta, il famoso Vulcano Popocatepetl è tornato a far parlare di sé, per via di una straordinaria attività UFO-Orbs registrata il 17 giugno 2016 attraverso una telecamera a infrarossi, ...

La straordinaria resistenza della tela del ragno che resiste agli uragani

La resistenza delle tele intessute dai ragni ha sempre affascinato l'uomo, che ne ha cercato il segreto della robustezza nella composizione chimica della  seta. Da sola, tuttavia, questa non può spi...

Ice Cube, il laboratorio sotterraneo nel Polo Sud a caccia di neutrini

C'erano 23 gradi sotto zero, in una delle giornate più calde dell'anno, quando l'ultimo "occhio" di IceCube è stato calato a due chilometri e mezzo di profondità nel ghiaccio antartico. Un drappe...

Lo straordinario video dell'Ufo che seguiva una cometa nei cieli russi

Il 29 Giugno sui cieli russi, a San Pietroburgo, è stato avvistato l'ennesimo ufo. Il testimone è rimasto molto sorpreso dell'avvistamento in quanto è avvenuto in modo inconsueto. Il testimone stava...

Esperienze extracorporee

L'espressione esperienza extracorporea, nota anche con gli acronimi O.B.E e talvolta O.O.B.E. (dall'ingleseout-of-body experience), sta ad indicare tutte quelle esperienze, per lo più sensoriali, in c...

  • I misteriosi test del drone spaziale americano X37B


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Il Vulcano Popocatepetl torna a far parlare di sè con una intensa attività Ufo


    Publish In: Le Prove
  • La straordinaria resistenza della tela del ragno che resiste agli uragani


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Ice Cube, il laboratorio sotterraneo nel Polo Sud a caccia di neutrini


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Lo straordinario video dell'Ufo che seguiva una cometa nei cieli russi


    Publish In: Le Prove
  • Esperienze extracorporee


    Publish In: Uomini e Misteri

Il primo esoscheletro robotico comandato dal pensiero


Un passo importante verso la creazione di un esoscheletro robotico comandato direttamente dall'attività cerebrale volontaria da far indossare a pazienti gravemente paralizzati

Senza muovere alcuna parte del corpo, alcune scimmie sono state in grado di sfruttare la propria attività elettrica cerebrale per controllare il movimento delle mani di un avatar virtuale, entrare in contatto con degli oggetti e, al contatto, di distinguere i differenti tipi di trama che li caratterizzavano.

Il risultato fornisce un'ulteriore conferma della possibilità, in prospettiva, di creare un esoscheletro robotico comandato direttamente dall'attività cerebrale volontaria da far indossare a pazienti gravemente paralizzati in modo che possano esplorare e ricevere un feedback dal mondo esterno.

L'eccezionale risultato è stato ottenuto da ricercatori della Duke University, che illustrano la loro ricerca in un articolo pubblicato in anteprima on line su Nature. In passato erano già stati realizzati esperimenti che avevano mostrato la possibilità di muovere cursori sul monitor di un computer, o anche arti artificiali con il solo pensiero, ma questa è la prima volta che si riesce a realizzare una comunicazione di questo tipo a due vie, in modo cioè che il soggetto riceva un feedback dall'oggetto toccato.

Anche se gli oggetti virtuali utilizzati in questo studio apparivano alla vista identici, erano stati progettati in modo da avere una trama "tattile" all'esplorazione con la mano virtuale: la differente tessitura degli oggetti veniva espressa da minime variazioni nei segnali elettrici trasmessi al cervello delle scimmie, realizzate attraverso un modello matematico che simulava la risposta tattile a una tessitura reale.

"Un giorno, in un prossimo futuro, i pazienti tetraplegici potranno usufruire di questa tecnologia non solo per muovere di nuovo braccia e mani e per camminare, ma anche per sentire la consistenza degli oggetti posti nelle loro mani, o sperimentare il fondo del terreno su cui passeggiare con l'aiuto di un esoscheletro robotico indossabile", ha detto Miguel Nicolelis, condirettore del Centro di neuroingegneria al Duke University Medical Center e autore senior dello studio.

"Questa è la prima dimostrazione di un'interfaccia cervello-macchina-cervello che stabilisca un collegamento diretto, bidirezionale tra un cervello e un corpo virtuale (BMBI)", ha osservato Nicolelis. "In questo BMBI, il corpo virtuale è controllato direttamente dalla attività del cervello dell'animale, mentre la sua mano virtuale genera informazioni di feedback tattile che vengono inviate attraverso una microstimolazione elettrica a un'altra regione della corteccia cerebrale dell'animale."


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit