Text Size
Lunedì, Luglio 24, 2017
Scienza e Futuro Il primo esoscheletro robotico comandato dal pensiero

La prima stampante 3D che crea i tessuti umani artificiali

Una stampante in 3D potrà essere utilizzata per ricreare tessuti umani artificiali capaci di sostituire le cellule danneggiate. La stampante – costruita su misura da Gabriel Villar, autore princi...

I superlampi, viaggiare alla velocità della luce e gli specchi sulla Luna

Sono super lampi centinaia di volte più intensi dei comuni fulmini. Appaiono sopra le zone equatoriali e possono essere un disturbo per gli aerei. La loro esistenza è nota da 16 anni, ma solo oggi s...

La sorpresa nel trovare silice su Marte, i raggi energetici lanciati da una giovane stella ed il lancio della sonda DAMPE cinese

La silice è abbastanza comune sulla Terra, dove può essere trovata sotto forma di quarzo. I ricercatori adesso stanno studiando questo composto chimico su Marte, dove è stato trovato qualche mese...

I 5 casi più clamorosi di avvistamenti Ufo avvenuti nel 2014

Il 2 luglio di ogni anno, data simbolica perché è quella del presunto crash di Roswell, si tiene una giornata dedicata agli avvistamenti Ufo nel mondo. E nell’occasione sono eletti i cinque casi più...

La scoperta del pianeta solitario che viaggia nell'Universo, il mistero dell'assenza di metano su Marte ed il pianeta nella fascia di abitabilità della stella HD40307

La sua identità è ancora in attesa di conferma ma, se le ipotesi sono corrette, l’oggetto denominato  CFBDSIR2149 sarebbe un pianeta solitario che si sposta nello spazio assieme a un gruppo di ...

La prima sonda NanoSail-D a vela solare, la Stardust e la cometa Tempel1 e la sonda Glory che verrà lanciata a Febbraio

Dopo rovinosi fallimenti e imprevisti dell'ultimo momento, il volo spaziale basato sulla vela solare si prende la sua rivincita. Merito della NanoSail-D, sonda NASA che grazie a un colpo di fortuna...

  • La prima stampante 3D che crea i tessuti umani artificiali


    Publish In: Scienza e Futuro
  • I superlampi, viaggiare alla velocità della luce e gli specchi sulla Luna


    Publish In: News Astronomia
  • La sorpresa nel trovare silice su Marte, i raggi energetici lanciati da una giovane stella ed il lancio della sonda DAMPE cinese


    Publish In: News Astronomia
  • I 5 casi più clamorosi di avvistamenti Ufo avvenuti nel 2014


    Publish In: La Nostra Storia
  • La scoperta del pianeta solitario che viaggia nell'Universo, il mistero dell'assenza di metano su Marte ed il pianeta nella fascia di abitabilità della stella HD40307


    Publish In: News Astronomia
  • La prima sonda NanoSail-D a vela solare, la Stardust e la cometa Tempel1 e la sonda Glory che verrà lanciata a Febbraio


    Publish In: News Astronomia

Il primo esoscheletro robotico comandato dal pensiero


Un passo importante verso la creazione di un esoscheletro robotico comandato direttamente dall'attività cerebrale volontaria da far indossare a pazienti gravemente paralizzati

Senza muovere alcuna parte del corpo, alcune scimmie sono state in grado di sfruttare la propria attività elettrica cerebrale per controllare il movimento delle mani di un avatar virtuale, entrare in contatto con degli oggetti e, al contatto, di distinguere i differenti tipi di trama che li caratterizzavano.

Il risultato fornisce un'ulteriore conferma della possibilità, in prospettiva, di creare un esoscheletro robotico comandato direttamente dall'attività cerebrale volontaria da far indossare a pazienti gravemente paralizzati in modo che possano esplorare e ricevere un feedback dal mondo esterno.

L'eccezionale risultato è stato ottenuto da ricercatori della Duke University, che illustrano la loro ricerca in un articolo pubblicato in anteprima on line su Nature. In passato erano già stati realizzati esperimenti che avevano mostrato la possibilità di muovere cursori sul monitor di un computer, o anche arti artificiali con il solo pensiero, ma questa è la prima volta che si riesce a realizzare una comunicazione di questo tipo a due vie, in modo cioè che il soggetto riceva un feedback dall'oggetto toccato.

Anche se gli oggetti virtuali utilizzati in questo studio apparivano alla vista identici, erano stati progettati in modo da avere una trama "tattile" all'esplorazione con la mano virtuale: la differente tessitura degli oggetti veniva espressa da minime variazioni nei segnali elettrici trasmessi al cervello delle scimmie, realizzate attraverso un modello matematico che simulava la risposta tattile a una tessitura reale.

"Un giorno, in un prossimo futuro, i pazienti tetraplegici potranno usufruire di questa tecnologia non solo per muovere di nuovo braccia e mani e per camminare, ma anche per sentire la consistenza degli oggetti posti nelle loro mani, o sperimentare il fondo del terreno su cui passeggiare con l'aiuto di un esoscheletro robotico indossabile", ha detto Miguel Nicolelis, condirettore del Centro di neuroingegneria al Duke University Medical Center e autore senior dello studio.

"Questa è la prima dimostrazione di un'interfaccia cervello-macchina-cervello che stabilisca un collegamento diretto, bidirezionale tra un cervello e un corpo virtuale (BMBI)", ha osservato Nicolelis. "In questo BMBI, il corpo virtuale è controllato direttamente dalla attività del cervello dell'animale, mentre la sua mano virtuale genera informazioni di feedback tattile che vengono inviate attraverso una microstimolazione elettrica a un'altra regione della corteccia cerebrale dell'animale."


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit