Text Size
Domenica, Novembre 19, 2017
Scienza e Futuro La macchina che legge il pensiero è sempre più vicina

Il velivolo degli antichi egizi del 200 a.c.

Nel 1898 uno strano oggetto alato fu rinvenuto nella tomba di Pa-di-lmen, a Saqqara, in Egitto, datata circa 200 a.C. La nascita dell'aviazione doveva ancora arrivare, quindi, l'oggetto fu semplice...

Magic Plant,Il futuro dell'agronomia spaziale

MAGIC PLANT, si chiama così il prototipo di pianta che potrebbe rivoluzionare l'agronomia spaziale. Si tratta di una specie di tabacco australiano la cui genetica può rivelarsi utile come studio d...

L'Ufo immortalato da Google Earth sui cieli sudafricani

Se di tanto in tanto vi domandate se siamo soli nell'universo e se gli ufo esistano per davvero, forse una risposta potrebbe arrivarvi dal web. Google Earth (ma solo nella sua ultimissima version...

Ecco come l'agenzia americana IARPA si proietta nel futuro

Per essere assunti alla Iarpa potrebbe essere sufficiente scrivere nel curriculum la vostra  buona idea. In che senso buona? Un'idea "che possa  portare alla nazione (Usa, ndr) un vantaggio schiacc...

La croce scolpita sulla roccia di Marte fotografata dal rover Opportunity

Le prove che un'antica civiltà abbia popolato Marte nei tempi passati continuano ad aumentare. L'ultima prova è una foto scattata dal rover Opportunity della Nasa dove rivela, su una roccia, un croc...

Alla ricerca delle onde gravitazionali

La frontiera attuale per lo sviluppo della conoscenza dell'Universo è la prova delle onde gravitazionali che sono onde di metrica dello spazio-tempo dovute alla presenza di masse in movimento con un m...

  • Il velivolo degli antichi egizi del 200 a.c.


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Magic Plant,Il futuro dell'agronomia spaziale


    Publish In: Scienza e Futuro
  • L'Ufo immortalato da Google Earth sui cieli sudafricani


    Publish In: Le Prove
  • Ecco come l'agenzia americana IARPA si proietta nel futuro


    Publish In: Scienza e Futuro
  • La croce scolpita sulla roccia di Marte fotografata dal rover Opportunity


    Publish In: Le Prove
  • Alla ricerca delle onde gravitazionali


    Publish In: Tecnologia Spaziale

La macchina che legge il pensiero è sempre più vicina

Sembra fantascienza, eppure un team di ricercatori dell'Università di Princeton ha scoperto come usare la risonanza magnetica per capire cosa ti frulla per la testa. Non sono ancora in grado di dire esattamente a cosa stai pensando, ma diamogli tempo.

A quanto pare ogni parola attiva una specifica area del cervello che, una volta individuata, permette di indovinare a grandi linee se stai pensando a una carota piuttosto che a una mucca. Non sono due parole che mi sono inventata sul momento ma fanno parte della lista usata per l'esperimento in questione.

Come funziona? In una prima fase è stato chiesto ai volontari di concentrarsi su queste - e altre parole - mentre il loro cervello veniva, per così dire, fotografato. Una volta associata la mappa alle parole, i ricercatori sono stati in grado capire a quale parola stavano pensandoilluminano le stesse aree del cervello. monitorando in tempo reale la loro attività cerebrale e confrontandola con le radiografie. E hanno scoperto che parole concettualmente simili, come animali o vegetali,

Il passo successivo, spiegano i ricercatori, è quello di allargare il vocabolario associato alla mappa del cervello anche a concetti più astratti - come idee, sentimenti ed emozioni - nella speranza di ridare (in parte) la parola a chi non può più comunicare in altro modo.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit