Text Size
Giovedì, Settembre 21, 2017
Scienza e Futuro I microprocessori dei computer del futuro

Il video di due Ufo avvistati sulla Luna

Nel video seguente, realizzato da un amatoriale, viene mostrato un Ufo.....sulla Luna. Infatti si vedono due luci distinte che vanno da un luogo ad un altro sul nostro amato satellite. Che ci siano ...

La task force segreta dei russi per studiare e comunicare con gli Ufo

L’Unione Sovietica stava facendo passi da gigante, forse sopravanzando persino gli Stati Uniti, con chiare implicazioni sull'ipotesi extraterrestre. Le recenti rivelazioni sono opera di ex ufficiali d...

Casa Matusita, la casa degli orrori più infestata del mondo

A Lima, in Perù, all’incrocio tra Avenida Wilson e Avenida Espana, un tempo sorgeva un carcere, conosciuto come Panopticon, proprio come quello di cui parlava Jeremy Bentham, poi ripreso, tra gli ...

San Malachia e la profezia sull'ultimo dei Papi

Malachia O'Morgair (Maelmhaedhoc O'Morgair) (Armagh, 1094 - 2 novembre 1148), fu arcivescovo di Armagh, è venerato come santo dalla Chiesa cattolica. La devozione dei fedeli gli attribuisce diversi ...

Le misteriose rocce trovate nel villaggio Sarakseevo in Russia che mostrano i segni di una cività tecnologica prima della nostra

Sul nostro pianeta esistono oggetti che sfidano la logica e che non dovrebbero esistere. Questi misteriosi artefatti, denominati Oopart, sono “fuori posto”, in quanto presentano tecnologie che ...

Un Ufo è stato visto e filmato in pieno giorno in Perù

Un avvistamento alieno sorprendente ha lasciato molti nella nazione del Perù in uno stato di shock e in cerca di risposte, ma il governo peruviano sta negando nonostante le prove video dei testimoni. ...

  • Il video di due Ufo avvistati sulla Luna


    Publish In: Le Prove
  • La task force segreta dei russi per studiare e comunicare con gli Ufo


    Publish In: Le Prove
  • Casa Matusita, la casa degli orrori più infestata del mondo


    Publish In: Uomini e Misteri
  • San Malachia e la profezia sull'ultimo dei Papi


    Publish In: Profezie passate e future
  • Le misteriose rocce trovate nel villaggio Sarakseevo in Russia che mostrano i segni di una cività tecnologica prima della nostra


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Un Ufo è stato visto e filmato in pieno giorno in Perù


    Publish In: Le Prove

I microprocessori dei computer del futuro

Chip realizzati con dipoli magnetici di dimensioni nanoscopiche dissiperebbero solo 18 millielettronvolt di energia per ogni operazione a temperatura ambiente, il minimo consentito dalla seconda legge della termodinamica

I computer del futuro potranno fare affidamento su microprocessori magnetici che consumano la minima quantità di energia concessa dalle leggi della fisica, grazie a una nuova analisi condotta da un gruppo di ingegneri elettronici dell’Università della California, a Berkeley.

Gli attuali chip per microprocessori al silicio funzionano grazie al flusso di correnti elettriche che generano un’enorme dispersione di energia in forma di calore. L’inconveniente potrebbe però essere evitato con microprocessori che impieghino dipoli magnetici di dimensioni nanoscopiche per le operazioni logiche, la memorizzazione e lo switching che teoricamente non richiederebbero elettroni in movimento.

Simili chip dissiperebbero solo 18 millielettronvolt di energia per ogni operazione a temperatura ambiente, un valore pari al minimo consentito dalla seconda legge della termodinamica, noto anche come limite di Landauer. Si tratta di un valore un milione di volte inferiore rispetto all’energia per operazione consumata dagli attuali computer.

"Attualmente i computer funzionano grazie all'elettricità: muovendo elettroni lungo un circuito è possibile elaborare l'informazione"; ha spiegato Brian Lambson, ricercatore del Dipartimento di ingegneria elettronica e computer science dell'UCB. "Un computer magnetico, per contro, non implicherebbe il moto di elettroni. Si potrebbe elaborare l'informazione utilizzando i magneti; e se questi ultimi possono essere realizzati in dimensioni nanoscopiche possono anche essere posti in interazione e riprodurre in tal modo tutte le funzioni di cui abbiamo bisogno".

"In linea di principio si potrebbero realizzare circuiti reali in grado di funzionare appena al di sopra del limite di Landauer", ha agiunto Jeffrey Bokor, codirettore del Center for Energy Efficient Electronics Science (E3S), parte della National Science Foundation degli Stati Uniti. "Anche rimanendo un ordine di grandezza oltre tale limite si otterrebbe un'enorme riduzione del consumo di energia nei dispositivi elettronici: si tratterebbe di una vera rivoluzione".


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
www.prestitionline.it
jeux gratuit