Text Size
Martedì, Maggio 30, 2017
Scienza e Futuro Il lampo più potente e brillante mai osservato

Nelle remote paludi della Spagna sorgeva Atlantide

Un gruppo di ricercatori internazionali ha annunciato di avere scoperto il punto in cui sorgeva la leggendaria città di Atlantide, identificandolo nelle remote paludi della Spagna sud-occidentale...

Ibernazione e animazione sospesa, il futuro per i viaggi spaziali

L'animazione sospesa è un rallentamento delle normali funzioni vitali dell'individuo senza causarne la morte, indotto mediante mezzi esterni. Al di fuori della fantascienza, l'applicazione di quest...

I futuri muscoli artificiali saranno costruiti con le fibre polimeriche

Protesi ed esoscheletri degni di Terminator o Robocop potrebbero presto essere realizzati a costi contenuti e con l'ulteriore vantaggio di non pesare troppo. A dimostrarlo è un gruppo di ingegneri d...

Le forze aeree dello Sri Lanka entrano in allerta a causa degli Ufo

Lo stato asiatico dello Sri Lanka è andato in allerta aerea per 24 ore a causa dei numerosi avvistamenti degli Ufo in tutta l'area. Shiras Jalaldeen, il comandante delle forze aeree dello Sri Lanka ...

L'Ufo gigante (quasi invisibile) immortalato in Texas

Il 7 Marzo 2013 un pilota della città di Sant Antonio in Texas è rimasto sbalordito della foto mostratagli da uno dei suoi passeggeri che aveva scattato proprio durante l'atterraggio. La foto mostra...

Isao Machii: il moderno samurai che riesce a colpire con la spada anche i proiettili

Quando uno cerca di immaginare come sarebbe un samurai vero ai giorni nostri, senza dubbio si può fare riferimento a Isao Machii. Infatti non solo è un grande maestro delle arti degli antichi samura...

  • Nelle remote paludi della Spagna sorgeva Atlantide


    Publish In: Civiltà Misteriose
  • Ibernazione e animazione sospesa, il futuro per i viaggi spaziali


    Publish In: Scienza e Futuro
  • I futuri muscoli artificiali saranno costruiti con le fibre polimeriche


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Le forze aeree dello Sri Lanka entrano in allerta a causa degli Ufo


    Publish In: Le Prove
  • L'Ufo gigante (quasi invisibile) immortalato in Texas


    Publish In: Le Prove
  • Isao Machii: il moderno samurai che riesce a colpire con la spada anche i proiettili


    Publish In: Uomini e Misteri

Il lampo più potente e brillante mai osservato


Secondo gli autori, almeno il 10 per cento della massa della stella viene convertito in energia e irraggiato come radiazione X e radiazione gamma più energetica

Il lampo di luce più brillante mai osservato proviene dal centro di una galassia distante 3,8 miliardi di anni luce dove un buco nero sta risucchiando materia da una stella: l’ipotesi è stata ora confermata da una nuova ricerca degli astronomi di un’ampia collaborazione internazionale a cui hanno partecipato tra gli altri gli astronomi dell’Università di Warwick e dell’Università della California a Berkeley, che ne riferiscono sull’ultimo numero della rivista Science.

Quando la sonda Swift Gamma Burst Mission rivelò il lampo di luce nella costellazione del Drago, gli astronomi pensarono si trattasse di un burst di raggi gamma da una stella in fase di collasso. Il 31 marzo tuttavia Joshua Bloom dell'UC Berkeley cominciò a ipotizzare che non si trattasse di un burst tipico se non per il fatto che emetteva getti ad alta energia, come se una stella delle dimensioni del Sole fosse inghiottita da un buco nero un milione di volte più massiccio.

Le approfondite analisi dei dati di Swift e le successive osservazioni dell'Hubble Space Telescope e del Chandra X-ray Observatory hanno confermato l'intuizione iniziale di Bloom. Ciò che rendeva speciale l'evento, denominato Sw 1644+57, era la sua lunga durata e il fatto che appariva nel centro di una galassia posta a 4 miliardi di anni luce di distanza da noi.

Poiché si ritiene che la maggior parte delle galassie contengano un buco nero massiccio al loro centro, un burst di lunga durata potrebbe essere l'effetto di forze marea di una stella che sta per essere inghiottita.

"Questo burst ha prodotto un'incredibile quantità di energia nell'arco di un periodo di tempo molto ampio, e l'evento è ancora in corso a più di due mesi e mezzo di distanza”, ha spiegato Bloom, professore associato di astrnomia dell'UC Berkeley. “Ciò avviene perché nel processo viene rilasciata una notevole quantità di energia”.

Bloom e colleghi nel loro lavoro ipotizzano che almeno il 10 per cento della massa della stella venga convertito in energia e irraggiato come radiazione X e radiazione gamma più energetica da un getto relativistico che fuoriesce lungo l'asse di rotazione. E la Terra sembra proprio essere lungo la direzione di osservazione del getto.


"L’unica spiegazione trovata finora per le dimensioni, l’intensità, la scala temporale e il livello di fluttuazione dell’evento osservato è che un buco nero al centro di quella galassia abbia smembrato una stella per un effetto di marea”, hanno concluso i ricercatori. “Il buco nero in rotazione ha creato i due getti, uno dei quali punta verso la Terra.”


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit