Text Size
Lunedì, Maggio 21, 2018
Scienza e Futuro Il super atomo che sarà sfruttato per i device elettronici molecolari del futuro

Scoperti i primi pianeti extragalattici,le comete del sistema solare e i cambiamenti di Giove

Tra i pianeti della nostra galassia c’è forse un intruso. Lo hanno individuato gli astronomi all’interno del gruppo di Helmi, un insieme di stelle con orbite anomale. Probabilmente il gruppo è ciò ...

La merce del futuro verrà consegnata tramite droni, ora anche Google sperimenta un proprio modello

NEW YORK - Google sfida Amazon nella battaglia per i droni. Mountain View annuncia di essere impegnata a sviluppare un sistema di droni per le consegne di prodotti. I primi test sono stati condot...

L'Ufo ripreso in pieno giorno da una troupe televisiva russa

Come ormai accade sempre più spesso, un altro Ufo è stato filmato ma, questa volta a riprenderlo era una troupe televisiva russa che ha ripreso il misterioso oggetto in Russia il quale non emetteva,...

La mano di Dio

Devo dire che quando ho visto la foto, non volevo crederci. E subito mi è venuta in mente l'immagine del celebre Galactus, il padrone dell'Universo immaginato da Stan Lee nei fumetti di Silver Surfe...

Tre Ufo in formazione filmati mentre sorvolano Quebec in Canada

In Quebec, in Canada mentre dei viaggiatori percorrevano l'autastrada, hanno notato qualcosa di insolito nel cielo ed hanno ben pensato di filmarlo. Nei cieli canadesi, in quel momento, stavano pass...

La cometa Lovejoy visibile nei primi giorni di Gennaio, l'ipotesi alternativa sull'energia oscura e l'avvicinamento della sonda Dawn al pianeta nano Cerere

Il 2015 si apre con una piacevole sorpresa nei cieli serali: il passaggio della cometa C/2014 Q2 o più semplicemente Lovejoy, dal nome del suo scopritore, l’astrofilo australiano Terry Lovejoy. La...

  • Scoperti i primi pianeti extragalattici,le comete del sistema solare e i cambiamenti di Giove


    Publish In: News Astronomia
  • La merce del futuro verrà consegnata tramite droni, ora anche Google sperimenta un proprio modello


    Publish In: Scienza e Futuro
  • L'Ufo ripreso in pieno giorno da una troupe televisiva russa


    Publish In: Le Prove
  • La mano di Dio


    Publish In: L'Universo e il Sistema Solare
  • Tre Ufo in formazione filmati mentre sorvolano Quebec in Canada


    Publish In: Le Prove
  • La cometa Lovejoy visibile nei primi giorni di Gennaio, l'ipotesi alternativa sull'energia oscura e l'avvicinamento della sonda Dawn al pianeta nano Cerere


    Publish In: News Astronomia

Il super atomo che sarà sfruttato per i device elettronici molecolari del futuro

In futuro potrebbero essere sfruttati per creare dispositivi elettronici molecolari, più veloci, dotati di maggiore memoria e utilizzabili nei computer quantistici

Una nuova classe di "super-atomi" dalle singolari caratteristiche magnetiche e in grado di riprodurre il comportamento di differenti elementi della tavola periodica è stato ottenuto da un gruppo di ricercatori della Virginia Commonwealth University, che riferiscono i loro risultati in un articolo pubblicato online sui Proceedings of the National Academy of Sciences.

Il super-atomo è costituito da un gruppo di atomi di magnesio magnetizzati, un elemento normalmente non-magnetico, che in futuro potrebbe essere sfruttato per creare dispositivi elettronici molecolari, più veloci, dotati di maggiore memoria e utilizzabili nei computer quantistici.

"La nostra ricerca dischiude una nuova possibilità per conferire caratteristiche magnetiche a elementi altrimenti non magnetici, grazie a un'associazione controllata con un singolo atomo dalle proprietà magnetiche. Un risultato importante è stato quello di scoprire quale combinazione di atomi può portare a una 'specie' stabile", ha osservato Shiv N. Khanna, uno degli autori dello studio.

Un atomo è in una configurazione stabile quando il suo guscio elettronico esterno è completo e ben distanziato da quelli che non lo sono, così come avviene nei gas inerti. Nel super-atomo questo può essere ottenuto sfruttando il fatto che in esso gli orbitali elettronici 'abbracciano' più atomi - e non solo uno, come avviene normalmente - consentendo in opportune condizioni il completamento del guscio esterno. I ricercatori hanno scoperto che, nel caso del magnesio, il cluster diventa stabile quando gli atomi di magnesio attorno a quello di ferro sono otto.

Secondo Khanna, il nuovo cluster ha esibito un momento magnetico pari a quattro magnetoni di Bohr, l'unità utilizzata per esprimere il momento magnetico a scala atomica. Si tratta cioè di un valore doppio rispetto a quello di un atomo di ferro allo stato solido. Del centinaio di elementi che formano la tavola periodica, solamente nove di essi mostrano proprietà magnetiche allo stato solido.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit