Text Size
Lunedì, Luglio 24, 2017
Scienza e Futuro La vecchia candela di accensione delle auto verrà sostituita dalle candele laser

L'enigma di Marcahuasi, il luogo delle sculture di pietra di 85 secoli fa

Marcahuasi è un luogo mitico: per alcuni è il centro magnetico e gravitazionale del pianeta e fu abitato, 85 secoli fa, da una prodigiosa civiltà; per altri è solo uno spettacolare altipiano a ben 400...

Il misterioso "ufo" rivelato sotto il mar Baltico da un sonar

Per ora, si tratta di un oggetto non identificato sommerso. Ma, una strana formazione circolare, in profondità, sotto il Mar Baltico ha suscitato grande entusiasmo tra gli appassionati di UFO che pe...

Gli smartphone del futuro, ecco come saranno

"IL MERCATO degli smartphone è ormai maturo". Il mantra si ripete in ogni angolo del mondo, ed è una verità indiscutibile che già era evidente da qualche tempo. Gli smartphone che arriveranno nei ...

Lo strano essere (rettiliano?) che cambia forma in diretta tv nella conferenza di Obama

Durante una conferenza del presidente americano Obama qualcosa di strano è andato in onda in diretta nelle tv nazionali. Sullo sfondo dell'inquadratura si nota un uomo (?) della sicurezza dalle stra...

Il buco nero super massiccio vicino a noi, la creazione di una cometa artificiale e la pioggia di ferro sulla Terra causata da esplosioni di Supernovae

I buchi neri supermassicci sono giganti cosmici, con masse che vanno da qualche milione fino a miliardi di volte quella del Sole. Si pensa che al centro di quasi tutte le galassie ce ne sia uno...

Exosuit, la tuta morbida ultratecnologica per tornare a camminare

Un aiuto robotico per far tornare a camminare soggetti con problemi motori. L’idea è di Conor Walsh, trentacinquenne irlandese che fa ricerca alla Harvard University, e non è affatto peregrina. H...

  • L'enigma di Marcahuasi, il luogo delle sculture di pietra di 85 secoli fa


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Il misterioso "ufo" rivelato sotto il mar Baltico da un sonar


    Publish In: Le Prove
  • Gli smartphone del futuro, ecco come saranno


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Lo strano essere (rettiliano?) che cambia forma in diretta tv nella conferenza di Obama


    Publish In: Le Prove
  • Il buco nero super massiccio vicino a noi, la creazione di una cometa artificiale e la pioggia di ferro sulla Terra causata da esplosioni di Supernovae


    Publish In: News Astronomia
  • Exosuit, la tuta morbida ultratecnologica per tornare a camminare


    Publish In: Scienza e Futuro

La vecchia candela di accensione delle auto verrà sostituita dalle candele laser

C’è una componente dei motori a scoppio a benzina che è rimasta sostanzialmente immutata per 150 anni: la candela di accensione. Le cose potrebbero presto cambiare grazie allo sviluppo di sistemi di accensione laser, che garantirebbero veicoli più puliti, efficienti ed economici.

Finora infatti i laser abbastanza potenti da accendere la miscela aria-combustibile sono stati troppo voluminosi per essere integrati in un motore di veicolo. La difficoltà sembra ora superata, stando a quanto annunciato da ricercatori giapponesi che illustreranno il loro laser multifascio alla Conference on Lasers and Electro Optics (CLEO: 2011) in programma a Baltimora dall’1 al 6 maggio prossimi.

Secondo Takunori Taira degli Istituti nazionali di scienze naturali, a capo del gruppo di ricerca, le candele di accensione convenzionali costituiscono una barriera al miglioramento del consumo di combustibile e alla riduzione delle emissioni di ossidi di azoto (NOx). Queste ultime possono essere limitate utilizzando miscele più “magre”, cioè con una percentuale inferiore di benzina.

Le candele possono accendere miscele più magre ma solo se si aumenta la tensione tra i due elettrodi, a spese però della durata delle stesse candele e con un conseguente aumento dei costi.

Un altro limite delle candele convenzionali è dovuto al fatto che esse si posizionano sulla sommità del cilindro e accendono inizialmente la miscela che si trova in prossimità. Il metallo circostante, che si trova a una temperatura inferiore tende così ad attenuare la fiamma proprio nel punto da cui comincia a propagarsi. I laser per contro possono essere focalizzati proprio al centro della miscela. Senza attenuazione, la combustione si espande in modo più simmetrico e tre volte più velocemente che nel caso convenzionale.

Infine i laser accendono la miscela nell’arco di alcuni nanosecondi, contro i millisecondi necessari alle candele convenzionali.

Taira e colleghi hanno realizzato un laser con due segmenti a ittrio-alluminio-gallio (YAG), il primo dopato con neodimio e il secondo con cromo. La combinazione dei due costituisce un potente laser di soli 9 millimetri di diametro per 11 di lunghezza.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit