Text Size
Sabato, Giugno 24, 2017
Scienza e Futuro Invertiti i processi di invecchiamento, primi passi verso l'immortalità

Trovata la prima stella supergigante ibrida, Due pianeti per una stella velocissima e l'immagine più profonda, dettagliata e colorata dell'Univers

Immaginate di dovere identificare che tipo di motore possiede un’automobile, senza sbirciare sotto il cofano, utilizzando solo delle analisi chimiche. Con ogni probabilità, dalla composizione dei ...

Quelle fotocelle che si assemblano sa sole

Le piante com’è noto sono un ottimo modello dei “dispositivi” di conversione dell’energia luminosa, non solo il termini di efficienza ma anche di affidabilità.Ora, dopo decenni di rice...

Coscienti solo di giorno, mentre di notte si paralizzano. Il mistero dei bambini del Sole

Attivi di giorno, in 'coma' di notte. La comunità scientifica si interroga sul caso di Shoaib Ahmed e Abdul Rasheed, 9 e 13 anni, del Pakistan. Nel corso della giornata sono attivi e vivaci, com...

Il piccolo asteroide che sfiorerà la Terra, il superammasso di Galassie dove ci troviano noi stessi e lo strano comportamento della magnetosfera

Un “piccolo” asteroide, soprannominato 2014 RC, passerà molto vicino alla Terra domenica prossima, 7 settembre, ma non ci saranno rischi per il nostro pianeta. Al momento del massimo avvicinamento,...

Il pianeta nano Makemake, il buco nero della nostra galassia ed i vuoti cosmici per l'energia oscura

Makemake è un pianeta nano, come Plutone, e si trova al di là dell’orbita di quest’ultimo. La sua lontananza, le dimensioni ridotte (il diametro è circa la metà di quello della Luna), il fatto ch...

I numerosi avvistamenti sempre più frequenti in Cina

Eventi di UFO e alieni stanno diventando quotidiani in Cina, provocando il panico tra alcuni cittadini e curiosità in altri. In risposta a questa situazione il governo cinese ha preso l'insolita...

  • Trovata la prima stella supergigante ibrida, Due pianeti per una stella velocissima e l'immagine più profonda, dettagliata e colorata dell'Univers


    Publish In: News Astronomia
  • Quelle fotocelle che si assemblano sa sole


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Coscienti solo di giorno, mentre di notte si paralizzano. Il mistero dei bambini del Sole


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Il piccolo asteroide che sfiorerà la Terra, il superammasso di Galassie dove ci troviano noi stessi e lo strano comportamento della magnetosfera


    Publish In: News Astronomia
  • Il pianeta nano Makemake, il buco nero della nostra galassia ed i vuoti cosmici per l'energia oscura


    Publish In: News Astronomia
  • I numerosi avvistamenti sempre più frequenti in Cina


    Publish In: Le Prove

Invertiti i processi di invecchiamento, primi passi verso l'immortalità

Per la prima volta un gruppo di ricercatori del Dana-Farber Cancer Institute è riuscito a invertire parzialmente, in un gruppo di topi, i danni degenerativi correlati all'età, osservando un nuovo aumento della massa cerebrale, e di quella dei testicoli, e il recupero di funzioni mentali precedentemente deteriorate.

Il risultato, descritto in un articolo pubblicato su Nature, è stato ottenuto su topi ingegnerizzati in modo da poter controllare l'azione della telomerasi. La telomerasi è un enzima che permette la ricostituzione dei telomeri, le strutture poste alle estremità dei cromosomi che vengono via via accorciate a ogni divisione cellulare, fino ad arrivare a un punto in cui, non potendo essere più ulteriormente accorciati, bloccano la possibilità di divisione della cellula, che va così rapidamente incontro a processi di senescenza.

Nei loro esperimenti i ricercatori non hanno somministrato nuova telomerasi ai topi, ma hanno fatto in modo che venisse riattivata la telomerasi naturale.

In particolare hanno creato dei topi ingegnerizzati nei quali il gene per la telomerasi TERT fosse dotato di un "interruttore" in modo da poterla attivare e disattivare a piacere. In una prima fase della ricerca, hanno quindi disattivato questo enzima provocando un invecchiamento molto precoce nei topi. Successivamente hanno riattivato la telomerasi, osservando un notevole recupero nelle funzioni che essi avevano perso nel corso della rapida senescenza.

Le ricadute applicative dei risultati ottenuti - in primo luogo le patologie che comportano una senescenza precoce - sono comunque ancora lontane, osservano i ricercatori, dato che vi sono molti problemi da risolvere.

"Quale sia l'impatto su un normale processo di invecchiamento è una questione molto più difficile, ma è degno di nota il fatto che la perdita della telomerasi sia associata ai disturbi legati all'età e dunque la sua riattivazione potrebbe alleviare il declino dell'organismo", osserva Ronald A. DePinho, che ha diretto lo studio.

Un mese dopo la riattivazione della telomerasi, raccontano i ricercatori, la massa cerebrale era tornata ai livelli normali, erano presenti nuove cellule nervose giovani, si osservava la ricostituzione della mielina attorno a quelle in cui lo strato di quella sostanza si era assottigliato e i testicoli producevano nuove cellule spermatiche tanto da migliorare la loro fertilità.

I ricercatori sottolineano che gli animali non hanno mostrato segni dello sviluppo di tumori, un problema che peraltro necessita di un ulteriore approfondito studio in quanto proprio la costante attivazione di questo enzima chiave consente alle cellule tumorali di essere potenzialmente "immortali".

"Questa inversione senza precedenti del declino correlato all'età nel sistema nervoso centrale e in altri organi vitali per la salute del mammifero adulto giustifica l'esplorazione di strategie di ringiovanimento attraverso la telomerasi per le patologie correlate all'età", concludono i ricercatori, anche se va tenuto presente che i processi di invecchiamento, complessivamente, coinvolgono una molteplicità di meccanismi che vanno al di là e prescindono dalle funzionalità dei telomeri.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit