Text Size
Lunedì, Novembre 20, 2017
Scienza e Futuro Bioluminescenza: come la scienza rende brillanti gli esseri viventi

Il geode di Coso, il manufatto impossibile di 500.000 anni fa

Uno degli oggetti "impossibili", che sono stati trovati dove non avrebbero dovuto essere è il famoso  geode ritrovato nei pressi di olancha, in California, nelle montagne di Coso, il 13 febbraio 1961,...

Exosuit, la tuta morbida ultratecnologica per tornare a camminare

Un aiuto robotico per far tornare a camminare soggetti con problemi motori. L’idea è di Conor Walsh, trentacinquenne irlandese che fa ricerca alla Harvard University, e non è affatto peregrina. H...

La battaglia Ufo di Basilea del 1566

Il 7 agosto 1566 dischi e sfere volanti comparvero in gran numero nel cielo di Basilea e furono osservati in tutto il cantone Svizzero. Un'incisione dell'epoca, conservata alla Biblioteca centrale...

Le venti nuove professioni che ci saranno nel futuro

Quali saranno i lavori del futuro? Quali nuove professioni vedranno la luce grazie al continuo progresso della scienza e della tecnologia? Quali occupazioni emergenti si affermeranno? Tentare di ris...

Ufo nei cieli inglesi ripreso da Paul Sinclair

                      Il tabloid britannico The Sun ha pubblicato oggi sul suo sito web un video, amatoriale, girato a Scarborough, nel nord dell'Inghilterra. La clip, finita subito...

La base sotterranea di Dulce e l'incredibile scontro a fuoco contro gli alieni

Secondo gli ufologi che sostengono la sua esistenza, questa base sotterranea fungerebbe da guscio, per nascondere una cooperazione tra l’esercito statunitense e inglese e alcune razze aliene. Non è ...

  • Il geode di Coso, il manufatto impossibile di 500.000 anni fa


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Exosuit, la tuta morbida ultratecnologica per tornare a camminare


    Publish In: Scienza e Futuro
  • La battaglia Ufo di Basilea del 1566


    Publish In: Le Prove
  • Le venti nuove professioni che ci saranno nel futuro


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Ufo nei cieli inglesi ripreso da Paul Sinclair


    Publish In: Le Prove
  • La base sotterranea di Dulce e l'incredibile scontro a fuoco contro gli alieni


    Publish In: Le Prove

Bioluminescenza: come la scienza rende brillanti gli esseri viventi

Di organismi dotati di bioluminescenza ce ne sono molti sul nostro pianeta, basti pensare alle lucciole. La bioluminescenza è un fenomeno attraverso il quale alcuni esseri viventi sono in grado di emettere energia luminosa attraverso una reazione chimica.

Tra gli organismi bioluminescenti si contano molluschi, pesci, insetti, vermi, funghi. Ma possiamo includere un'altra categoria di organismi bioluminescenti: esseri viventi geneticamente modificati dall'uomo per brillare, incrociando frammenti di DNA estratti da animali dotati di questa caratteristica.

Il primo animale fluorescente ad essere commercializzato è stato il medaka, o pesce del riso, lanciato sul mercato a Taiwan nel 2003. Fu subito seguito dal GloFish, un pesciolino tropicale reso fluorescente e venduto in molti Paesi del mondo.

Gatti
Nel 2007, la Gyeongsang National University di Jinju City, Sud Corea, ha creato due gatti che brillano se esposti a luce ultravioletta. Il gene per produrre la proteina fluorescente è stato aggiunto nelle cellule epiteliali di gatto.




Maiali
Il naso del maialino sulla sinistra mostra che è stato compiuto con successo l'inserimento di geni fluorescenti estratti da una medusa. I maiali sembrano essere vittime predilette per le modifiche al genoma: un esempio è Enviropig, che emette meno fosforo di maiali tradizionali.




Bertucce
All' Università Keio di Tokyo sono state create nel 2009 Kei e Kou, due bertucce transgeniche. Il loro genoma è stato modificato per rendere i piedi fluorescenti. Questa modifica ha aperto la strada verso lo studio più approfondito di processi degenerativi neurologici.
http://www.telegraph.co.uk/science/science-news/5393751/Fluorescent-GM-monkeys-could-help-find-Parkinsons-cure.html






Pesci
Di pesci bioluminescenti ne esistono già in natura. Ma il pesce angelo non è uno di questi. Nel 2012 sarà disponibile al grande pubblico un pesce angelo che si illumina alla luce ultravioletta, creato dall'Istituto di Biologia Organica e Cellulare di Taipei, Taiwan.




Topi
Nel 2004, i ricercatori della University of Pennsylvania hanno creato dei topi che brillano di luce verde se esposti agli ultravioletti.


Tabacco
La Iowa State University, nel lontano 1986, inserì il gene della bioluminescenza delle lucciole all'interno di piante di tabacco. La proteina delle lucciole non necessita di luce ultravioletta per brillare, per cui le piante di tabacco brillavano in qualunque situazione di luminosità.




Cani
Nel 2009, gli scienziati della Seoul National University hanno creato il primo cane geneticamente modificato dotato di fluorescenza rossa. "Ruppy" è stato il primo clone di un cane geneticamente modificato. La luminescenza è stato solo un effetto secondario che ha dimostrato l'effettiva diversità genetica della creatura clonata.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit