Text Size
Domenica, Settembre 24, 2017
Scienza e Futuro Bioluminescenza: come la scienza rende brillanti gli esseri viventi

Dalle analisi scientifiche preliminari i frammenti di Roswell non sono di origine terrestre

Un insegnante presso il New Mexico Institute a Roswell potrebbe aver scoperto la prima prova scientifica di detriti fabbricati e provenienti da un altro pianeta. Inoltre, questi detriti sono sta...

Il mistero archeologico nel deserto della Giordania che confonde i ricercatori."Le ruote i pietra"

Nel marzo del 2006, mentre sorvola i campi di lava nera vicino l’oasi di Azraq in Giordania, il satellite QuickBird fotografa una serie di rozze sagome a forma di ruota. Le dimensioni di queste ...

Dal Giappone il cane robot che guiderà i ciechi

E' in grado di guidare il padrone indicando, con voce femminile, il percorso e gli ostacoli. Il debutto dell'animale meccanico risale al 2005 ma la sua prima versione non riusciva a superare nemme...

Gli ufo filmati mentre atterravano in Texas ed in Cina

Interessante immagine acquisita dalla  CCTV  mostra apparentemente un atterraggio di un disco volante.La  foto e la relazione di questo avvistamento sono stati presentati al MUFON che ora sta indaga...

La misteriosa origine dei monoliti di Asuka in Giappone

Asuka affonda le sue origini nel periodo della storia giapponese definito Jidai Kofun (250-552 d.C.), caratterizzato dalla realizzazione di numerosi tumuli funerari. La zona è conosciuta anche...

L'acqua dei pianeti solitari vaganti, l'alternativa alla materia oscura e il nuovo telescopio JAMES WEBB

Pianeti solitari che vagano nella nostra galassia. Non sappiamo se esistono ma in teoria nulla vieta che un pianeta venga strappato dal suo sistema solare, ad esempio perché spinto via dalle pertur...

  • Dalle analisi scientifiche preliminari i frammenti di Roswell non sono di origine terrestre


    Publish In: Le Prove
  • Il mistero archeologico nel deserto della Giordania che confonde i ricercatori."Le ruote i pietra"


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Dal Giappone il cane robot che guiderà i ciechi


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Gli ufo filmati mentre atterravano in Texas ed in Cina


    Publish In: Le Prove
  • La misteriosa origine dei monoliti di Asuka in Giappone


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • L'acqua dei pianeti solitari vaganti, l'alternativa alla materia oscura e il nuovo telescopio JAMES WEBB


    Publish In: News Astronomia

Bioluminescenza: come la scienza rende brillanti gli esseri viventi

Di organismi dotati di bioluminescenza ce ne sono molti sul nostro pianeta, basti pensare alle lucciole. La bioluminescenza è un fenomeno attraverso il quale alcuni esseri viventi sono in grado di emettere energia luminosa attraverso una reazione chimica.

Tra gli organismi bioluminescenti si contano molluschi, pesci, insetti, vermi, funghi. Ma possiamo includere un'altra categoria di organismi bioluminescenti: esseri viventi geneticamente modificati dall'uomo per brillare, incrociando frammenti di DNA estratti da animali dotati di questa caratteristica.

Il primo animale fluorescente ad essere commercializzato è stato il medaka, o pesce del riso, lanciato sul mercato a Taiwan nel 2003. Fu subito seguito dal GloFish, un pesciolino tropicale reso fluorescente e venduto in molti Paesi del mondo.

Gatti
Nel 2007, la Gyeongsang National University di Jinju City, Sud Corea, ha creato due gatti che brillano se esposti a luce ultravioletta. Il gene per produrre la proteina fluorescente è stato aggiunto nelle cellule epiteliali di gatto.




Maiali
Il naso del maialino sulla sinistra mostra che è stato compiuto con successo l'inserimento di geni fluorescenti estratti da una medusa. I maiali sembrano essere vittime predilette per le modifiche al genoma: un esempio è Enviropig, che emette meno fosforo di maiali tradizionali.




Bertucce
All' Università Keio di Tokyo sono state create nel 2009 Kei e Kou, due bertucce transgeniche. Il loro genoma è stato modificato per rendere i piedi fluorescenti. Questa modifica ha aperto la strada verso lo studio più approfondito di processi degenerativi neurologici.
http://www.telegraph.co.uk/science/science-news/5393751/Fluorescent-GM-monkeys-could-help-find-Parkinsons-cure.html






Pesci
Di pesci bioluminescenti ne esistono già in natura. Ma il pesce angelo non è uno di questi. Nel 2012 sarà disponibile al grande pubblico un pesce angelo che si illumina alla luce ultravioletta, creato dall'Istituto di Biologia Organica e Cellulare di Taipei, Taiwan.




Topi
Nel 2004, i ricercatori della University of Pennsylvania hanno creato dei topi che brillano di luce verde se esposti agli ultravioletti.


Tabacco
La Iowa State University, nel lontano 1986, inserì il gene della bioluminescenza delle lucciole all'interno di piante di tabacco. La proteina delle lucciole non necessita di luce ultravioletta per brillare, per cui le piante di tabacco brillavano in qualunque situazione di luminosità.




Cani
Nel 2009, gli scienziati della Seoul National University hanno creato il primo cane geneticamente modificato dotato di fluorescenza rossa. "Ruppy" è stato il primo clone di un cane geneticamente modificato. La luminescenza è stato solo un effetto secondario che ha dimostrato l'effettiva diversità genetica della creatura clonata.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
www.prestitionline.it
jeux gratuit