Text Size
Domenica, Ottobre 20, 2019
Scienza e Futuro Bioluminescenza: come la scienza rende brillanti gli esseri viventi

Origine del Sistema Solare

L'ipotesi sull'origine del sistema solare che attualmente gode di maggior credito è quella della nebulosa, proposta inizialmente da Immanuel Kant nel 1755 e indipendentemente da Pierre-Simon Laplace. ...

I giganteschi flussi di particelle cariche della nostra galassia, consigli per vedere il cielo di Gennaio ed il successo cinese della missione spaziale Chang’e 2

Che il centro della Via Lattea, la nostra Galassia, fosse alquanto turbolento era ben noto da tempo. Ma non che da quelle zone fuoriuscissero giganteschi flussi  di particelle cariche, veri e prop...

Altre nuove prove della vita su Marte, i primi risultati di Alma e l'onda atmosferica gigantesca di Giove

C’è mai stata vita su Marte? Non lo sappiamo ma è molto probabile. A dircelo è la NASA, dopo le analisi eseguite dal rover Curiosity in missione sul pianeta. Curiosity ha scavato un piccolo buco i...

Scienziati italiani dimostrano che le piante apprendono e ricordano

LE PIANTE sono in grado di apprendere e di conservare memoria delle informazioni. Lo dimostra per la prima volta un esperimento realizzato al Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale ...

Mistero Satelliti Pioneer anni '70

 Sono state lanciate agli inizi degli anni '70. E tutti si aspettavano che le sonde Pioneer avrebbero rivoluzionato le nostre conoscenze sul sistema solare e oltre, lanciandosi nel cuore del misterios...

Lo scontro galattico immortalato da Hubble, i proiettili di dimensioni planetarie scagliati da un buco nero e lo studio dei pesci per i problemi legati lla microgravità

Solo lo spazio profondo può offrirci delle immagini così mozzafiato, come questa “macchia” luminosa a oltre un miliardo di anni luce di distanza da noi. Si tratta di IRAS 14348-1447, il risultato...

  • Origine del Sistema Solare


    Publish In: L'Universo e il Sistema Solare
  • I giganteschi flussi di particelle cariche della nostra galassia, consigli per vedere il cielo di Gennaio ed il successo cinese della missione spaziale Chang’e 2


    Publish In: News Astronomia
  • Altre nuove prove della vita su Marte, i primi risultati di Alma e l'onda atmosferica gigantesca di Giove


    Publish In: News Astronomia
  • Scienziati italiani dimostrano che le piante apprendono e ricordano


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Mistero Satelliti Pioneer anni '70


    Publish In: Tecnologia Spaziale
  • Lo scontro galattico immortalato da Hubble, i proiettili di dimensioni planetarie scagliati da un buco nero e lo studio dei pesci per i problemi legati lla microgravità


    Publish In: News Astronomia

Bioluminescenza: come la scienza rende brillanti gli esseri viventi

Di organismi dotati di bioluminescenza ce ne sono molti sul nostro pianeta, basti pensare alle lucciole. La bioluminescenza è un fenomeno attraverso il quale alcuni esseri viventi sono in grado di emettere energia luminosa attraverso una reazione chimica.

Tra gli organismi bioluminescenti si contano molluschi, pesci, insetti, vermi, funghi. Ma possiamo includere un'altra categoria di organismi bioluminescenti: esseri viventi geneticamente modificati dall'uomo per brillare, incrociando frammenti di DNA estratti da animali dotati di questa caratteristica.

Il primo animale fluorescente ad essere commercializzato è stato il medaka, o pesce del riso, lanciato sul mercato a Taiwan nel 2003. Fu subito seguito dal GloFish, un pesciolino tropicale reso fluorescente e venduto in molti Paesi del mondo.

Gatti
Nel 2007, la Gyeongsang National University di Jinju City, Sud Corea, ha creato due gatti che brillano se esposti a luce ultravioletta. Il gene per produrre la proteina fluorescente è stato aggiunto nelle cellule epiteliali di gatto.




Maiali
Il naso del maialino sulla sinistra mostra che è stato compiuto con successo l'inserimento di geni fluorescenti estratti da una medusa. I maiali sembrano essere vittime predilette per le modifiche al genoma: un esempio è Enviropig, che emette meno fosforo di maiali tradizionali.




Bertucce
All' Università Keio di Tokyo sono state create nel 2009 Kei e Kou, due bertucce transgeniche. Il loro genoma è stato modificato per rendere i piedi fluorescenti. Questa modifica ha aperto la strada verso lo studio più approfondito di processi degenerativi neurologici.
http://www.telegraph.co.uk/science/science-news/5393751/Fluorescent-GM-monkeys-could-help-find-Parkinsons-cure.html






Pesci
Di pesci bioluminescenti ne esistono già in natura. Ma il pesce angelo non è uno di questi. Nel 2012 sarà disponibile al grande pubblico un pesce angelo che si illumina alla luce ultravioletta, creato dall'Istituto di Biologia Organica e Cellulare di Taipei, Taiwan.




Topi
Nel 2004, i ricercatori della University of Pennsylvania hanno creato dei topi che brillano di luce verde se esposti agli ultravioletti.


Tabacco
La Iowa State University, nel lontano 1986, inserì il gene della bioluminescenza delle lucciole all'interno di piante di tabacco. La proteina delle lucciole non necessita di luce ultravioletta per brillare, per cui le piante di tabacco brillavano in qualunque situazione di luminosità.




Cani
Nel 2009, gli scienziati della Seoul National University hanno creato il primo cane geneticamente modificato dotato di fluorescenza rossa. "Ruppy" è stato il primo clone di un cane geneticamente modificato. La luminescenza è stato solo un effetto secondario che ha dimostrato l'effettiva diversità genetica della creatura clonata.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit