Text Size
Mercoledì, Agosto 12, 2020
Scienza e Futuro Il primo passo verso la comunicazione quantistica

Padre Crespi e la cospirazione per nascondere la verità sulla storia dell'umanità

Padre Carlo Crespi nacque a Milano nel 1891 e morì nel 1982. E’ stato un prete missionario salesiano che ha vissuto nella piccola città di Cuenca, in Ecuador, per più di 50 anni, dedicando la sua...

Il mistero delle carcasse di strane creature trovate in giro nel Mondo

In questi ultimi anni diversi cadaveri di strane creature sono venuti allo scoperto. Il mistero è che finora non si conosce nè a che specie appartengano nè da quale specie derivino. Qualcuno ipotizz...

L'antica acqua di Marte, l'inserimento nel campo gravitazionale di Cerere della sonda Dawn e un altro passo in avanti verso la scansione del buco nero supermassiccio della nostra galassia

Una serie di mappe della distribuzione atmosferica dell’acqua marziana, realizzate da un gruppo di ricercatori della NASA guidati da Geronimo Villanueva grazie ad alcuni tra i maggiori telescopi t...

Dopo un avvistamento Ufo nasce un ibrido tra un maiale e un alieno in Guatemala

Ha la testa mezzo uomo-mezzo Et 13:01 - In un villaggio del Guatemala, a Santa Cruz El Chol, dopo l'avvistamento di un Ufo, è nato un maialino con una testa a metà tra il volto umano ...

La scoperta della 14ma luna di Nettuno, la nube che incontra un buco nero e la breve 2da passeggiata di Parmitano nello spazio

Piccola e sfuggente era sempre passata inosservata anche se, come ha ironicamente dichiarato Mark Showlter del SETI Institute “Chiunque avrebbe potuto scoprirla”. È un piccolo oggetto in orbita in...

I reperti di Hueyatlaco e l'uomo di 300.000 anni fa che non dovrebbe esistere

  Nei primi anni Settanta, alcuni archeologi statunitensi scoprirono alcuni strumenti ed armi in pietra in località Hueyatlaco, in Messico. Fra questi reperti figuravano punte di freccia e di lan...

  • Padre Crespi e la cospirazione per nascondere la verità sulla storia dell'umanità


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Il mistero delle carcasse di strane creature trovate in giro nel Mondo


    Publish In: Uomini e Misteri
  • L'antica acqua di Marte, l'inserimento nel campo gravitazionale di Cerere della sonda Dawn e un altro passo in avanti verso la scansione del buco nero supermassiccio della nostra galassia


    Publish In: News Astronomia
  • Dopo un avvistamento Ufo nasce un ibrido tra un maiale e un alieno in Guatemala


    Publish In: Le Prove
  • La scoperta della 14ma luna di Nettuno, la nube che incontra un buco nero e la breve 2da passeggiata di Parmitano nello spazio


    Publish In: News Astronomia
  • I reperti di Hueyatlaco e l'uomo di 300.000 anni fa che non dovrebbe esistere


    Publish In: Oopart Archeomisteri

Il primo passo verso la comunicazione quantistica

Il dispositivo si basa sugli effetti d’interferenza quantistica in vapori di rubidio all’interno di guide d’onda cave realizzato su un chip al silicio utilizzando tecniche produttive standard

Un minuscolo dispositivo ottico costruito su un chip al silicio ha raggiunto la più bassa velocità di propagazione della luce mai ottenuta finora, grazie a una riduzione di un fattore 1200. L’incredibile risultato, che apre la strada a nuove applicazioni nel campo della trasmissione d’informazioni tramite segnali elettromagnetici, è descritto in un articolo apparso sulla rivista Nature Photonics.

La possibilità di controllare impulsi laser su una piattaforma intergrata di chip è ritenuto uno dei passi fondamentali verso la realizzazione di reti di comunicazione quantistiche completamente ottiche.

“La luce lenta e altri effetti di coerenza quantistica sono fenomeni ben noti dal punto di vista teorico, ma per sfruttarli in termini pratici occorre integrarli in una piattaforma che possa essere prodotta in serie e funzioni a temperatura ambiente o più alta: entrambi gli obiettivi sono stati raggiunti grazie alla nostra ricerca”, ha sottolineato Holger Schmidt, professore di ingegneria elettronica della Baskin School of Engineering at the University of California, Santa Cruz.

Sebbene sia ormai routinaria la trasformazione di dati tramite fibre ottiche alla velocità della luce, le operazioni di elaborazione delle informazioni e di instradamento richiedono ancora la conversione di segnali di luce in segnali elettronici. Un’elaborazione dei dati completamente ottica richiederebbe dispositivi affidabili e compatti in grado di rallentare, immagazzinare ed elaborare gli impulsi di luce.

Il dispositivo realizzato da Schmidt e colleghi si basa sugli effetti d’interferenza quantistica in vapori di rubidio all’interno di guide d’onda cave realizzato su un chip al silicio utilizzando tecniche produttive standard.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit