Text Size
Martedì, Ottobre 17, 2017
Razze Aliene I Nordici

Ufo avvistati a Roma da tre militari

Roma, 8 giu. ''Misterioso avvistamento nei cieli di Roma. Tre soldati hanno denunciato di aver avvistato e filmato un oggetto volante con tre punti luminosi sospeso nel cielo. L'avvistamento è av...

Rapiti dagli alieni: l'incredibile caso di Antonio Villas Boas

La data: 22 febbraio 1958 Il soggetto: Antonio Villas Boas. La posizione: Il Chirurgo Dott. Olavo T. Fontes, Rio De Janeiro. La dichiarazione dei testimoni: Dott. Olav...

Il volto marziano di Cydonia

Il Volto su Marte (talvolta anche detto Faccia su Marte o Volto di Cydonia) è un'ampia area della superficie del pianeta Marte, situata nella regione di Cydonia. Misura approssimativamen...

Il tempio di re Salomone

Uno dei posti più famosi delle ere antiche è senza dubbio il tempio di re Salomone, il re famoso per la sua leggendaria saggezza donata da Dio stesso, famoso per la costruzione e per la ricchezza che ...

I superscienziati si riuniscono per risolvere la (ipotetica) fine del mondo

CI SIAMO talmente abituati a vederlo minacciato da un'apocalisse al cinema, che si tratti di disastri climatici, asteroidi giganti o alieni mostruosi, che quasi non ci pare uno scenario possibile...

Scienziati italiani dimostrano che le piante apprendono e ricordano

LE PIANTE sono in grado di apprendere e di conservare memoria delle informazioni. Lo dimostra per la prima volta un esperimento realizzato al Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale ...

  • Ufo avvistati a Roma da tre militari


    Publish In: Le Prove
  • Rapiti dagli alieni: l'incredibile caso di Antonio Villas Boas


    Publish In: Le Prove
  • Il volto marziano di Cydonia


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Il tempio di re Salomone


    Publish In: La Nostra Storia
  • I superscienziati si riuniscono per risolvere la (ipotetica) fine del mondo


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Scienziati italiani dimostrano che le piante apprendono e ricordano


    Publish In: Scienza e Futuro

I Nordici


Gli umanoidi di tipo Beta hanno aspetto perfettamente umano, al punto da potersi mescolare tra noi senza alcun problema di poter essere scoperti. Indossano tute bianco-azzurre, cinture che stringono la vita e gioielli dorati. Sono molto carini ai contattisti, ovvero ai sensitivi che asseriscono di aver stabilito una forma di contatto, fisico o mentale, con i "fratelli spaziali". A tale tipo apparterrebbero gli alieni che negli anni settanta contattarono il catanese Eugenio Siragusa con numerosi incontri ravvicinati sull'Etna e il contattista Billy Meyer in Svizzera

Essi, definiti da alcuni "angeli della Bibbia", sarebbero venuti per salvarci.  Esisterebbe poi una variazione detta Beta-2 costituita da individui  di pelle scuro-olivastra decisamente perfidi sarebbero in contrasto con i Beta, caratterizzati dal loro abbigliamento nero e dall'uso di veicoli scuri che avrebbero l'intenzione di ostacolare il "contatto" Alcuni li chiamano  M.I.B.(Man in black) o Uomini in Nero anche se alcuni studiosi sostengono che questi ultimi sarebbero in realtà individui terrestri utilizzati per nascondere alla popolazione mondiale il fenomeno UFO. Inoltre Steiger accenna anche le Beta-F, entità che compaiono come delle visioni ai giovani sensitivi, scambiate, a volte, anche per la Vergine Maria (Apparizioni mariane, Fatima, Lourdes ecc.).

Si distinguono, però, in questa categoria gli Ummiti. La loro collocazione, a detta di diversi contattisti spagnoli, è su Ummo, un pianeta distante 14,6 anni luce da noi, presso la stella Wolf 424. Gli Ummiti sono individui alti e biondi  distinguibili da un europeo nordico soltanto per la mancanza dell'epiglottide. Sembrerà insolito ma i pochi testimoni di incontro con gli Ummiti sostengono che essi parlino con una voce tipo Paperino e presentino chiazze a scaglie sulla pelle. Si sarebbero segretamente installati sulla Terra circa dagli anni '50, sulla montagna francese del Cheval Blanc a La Janvie.Qui avrebbero osservato per alcuni anni il comportamento di noi umani, poi, per mettersi in contatto con noi avrebbero pensato di... scrivere lettere ad ufologi di tutto il mondo! Difatti arrivarono migliaia di lettere, soprattutto ad ufologi e contattisti spagnoli, recanti come simbolo di identificazione, una  sorta di croce a sei braccia (come una    doppia  E). Il mistero sembra comunque stato risolto nel 1993 grazie al  ricercatore spagnolo Javier Sierra, il quale identificò in Jose' Luis Jordan Pegna, un parapsicologo paranoide fanatico per il sovrannaturale, il "mittente ummita". E' uno dei tipici fatti di falso di cui l'ufologia  è costellata e che hanno fatto scemare la credibilità di operatori e testimoni del settore



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit