Text Size
Venerdì, Settembre 20, 2019
Profezie passate e future Secondo i calcoli di Gerardo Aldana c'è un'errore nei calendari Maya

Presentato il nuovo schermo prototipo di Microsoft

Uno schermo trasparente che crea un ambiente tridimensionale con cui interagire direttamente senza altri dispositivi. E' il prototipo realizzato dalla sezione di Microsoft "Applied Sciences Group...

Il buco nero super massiccio vicino a noi, la creazione di una cometa artificiale e la pioggia di ferro sulla Terra causata da esplosioni di Supernovae

I buchi neri supermassicci sono giganti cosmici, con masse che vanno da qualche milione fino a miliardi di volte quella del Sole. Si pensa che al centro di quasi tutte le galassie ce ne sia uno...

Ariel Sharon il rabbino profeta e la sua ultima profezia

E' da poco tempo che il mondo ha dato l’ultimo addio ad Ariel Sharon, che si è spento a 85 anni dopo gli otto mesi trascorsi in coma  in seguito ad un ictus. Un eroe, per gli Israeliani; un assassino,...

Il successo del razzo europeo Vega, i problemi economici della NASA per Marte e la forma regolare degli ammassi globulari

Pochi giorni fa dal Centro Spaziale Europeo di Kourou, nella Guyana Francese, è partito con successo Vega, il razzo europeo progettato e realizzato da Avio, gruppo italiano leader del settore aero...

Ufo piramidale sopra il Cremlino

Una enorme piramide in aria, proprio sopra il Cremlino, rimasta lì per ore e grande centinaia di metri. E' la presunta astronave aliena che ha creato il panico in Russia, grazie ad un video amator...

Il paraplegico che tornò a camminare. La speranza per il futuro

UN PARAPLEGICO, paralizzato da 5 anni, è tornato a muoversi con un sistema che prende i segnali elettrici cerebrali e li trasferisce ai muscoli. L'uomo, un ventiseienne statunitense, ha fatto, un...

  • Presentato il nuovo schermo prototipo di Microsoft


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Il buco nero super massiccio vicino a noi, la creazione di una cometa artificiale e la pioggia di ferro sulla Terra causata da esplosioni di Supernovae


    Publish In: News Astronomia
  • Ariel Sharon il rabbino profeta e la sua ultima profezia


    Publish In: Profezie passate e future
  • Il successo del razzo europeo Vega, i problemi economici della NASA per Marte e la forma regolare degli ammassi globulari


    Publish In: News Astronomia
  • Ufo piramidale sopra il Cremlino


    Publish In: Le Prove
  • Il paraplegico che tornò a camminare. La speranza per il futuro


    Publish In: Scienza e Futuro

Secondo i calcoli di Gerardo Aldana c'è un'errore nei calendari Maya

La fine del mondo potrebbe essere rimandata. Non di molto però: secondo Gerardo Aldana, ricercatore dell'università di Santa Barbara in California, gli archeologi moderni avrebbero commesso degli errori nel convertire l data indicata dagli antichi maya. Secondo i calcoli di Aldana la fine del mondo non avverrà il 21 dicembre 2012.

Gli scienziati maya erano in grado di effettuare osservazioni dirette e dettagliate del cielo e le loro rilevazioni dei cicli dei vari pianeti erano registrate nei loro codici cartacei e nei geroglifici sulla pietra. Un computo realizzato sul calendario maya (il calendario è stato 'convertito' con il nostro, il gregoriano, con calcoli effettuati sulla cosiddetta 'costante GMT'), assieme ad un riferimento epigrafico sul Monumento 6 di Tortuguero è alla base del fenomeno che associa un evento di significativa discontinuità storica alla data summenzionata. In base a queste 'rivelazioni', il 21 dicembre 2012 sarebbe per i maya il giorno della fine del mondo.

LA SCOPERTA DI ALDANA - Ma c’è di più. Nuovi studi propongono nuove letture della profezia apocalittica dei maya. Un nuovo studio, effettuato dal professor Gerardo Aldana dell’università di Santa Barbara in California, sposterebbe la data profetica del 21 dicembre 2012 di 50 o anche 100 anni. Lo spiega in un capitolo del suo nuovo libro, Calendars and Years II: Astronomy and Time in the Ancient and Medieval World", Aldana pone dubbi sul modo in cui fino a oggi il calendario maya è stato convertito con il nostro calendario gregoriano.

LA COSTANTE GMT - Aldana ha trovato diversi punti deboli negli studi di Lounsbury. Altri le avevano trovate in precedenza, ma, dice Aldana, senza formulare perché l’intero sistema GMT è sbagliato in partenza, era impossibile darne una visione chiara. L’ipotesi del GMT dunque "cadrebbe come cade un castello di carte". Secondo il ricercatore alcuni degli eventi riportati dai maya sarebbero sbagliati: "In un documento si è trovato che il re maya Balaj Chan K'awiil scelse la data per una battaglia vedendo sorgere un astro chiamato Chak Ek- dice Aldana. - Gli studiosi moderni ritengono che sia Venere, ma secondo i miei calcoli è più probabile che fosse un meteorite, quindi l'uso di questa data per la costante ha generato un errore''. Aldana presenta altri casi dubbi che lui ha risolto: i calcoli sulla fine del mondo risultano sbagliati di un periodo minimo di due mesi, anche se secondo il ricercatore è possibile che l'errore sia di decenni o addirittura di un secolo.

QUANDO FINIRA’ IL MONDO? - Aldana ci lascia tutti però sul più bello, e con il fiato sospeso: "Non ho alcuna idea di quando il mondo finirà, ho preferito concentrarmi a spiegare perché il calcolo GMT è sbagliato". La data secondo cui i maya ipotizzano la fine del mondo dovrebbe essere posposta di circa 100 anni. Messo alle strette però, un calcolo preciso Aldana lo avrebbe fatto: il mondo finirà il 21 febbraio 2013. A questo punto, i catastrofisti di tutto il mondo è meglio si cerchino un altro antico calendario su cui calcolare quando finirà questo povero vecchio mondo.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit