Text Size
Giovedì, Novembre 14, 2019
Profezie passate e future Il 2012 e le profezie degli antichi egizi

Le rocce perfettamente scolpite fotografate da Curiosity su Marte

La nuova immagine registrata dalla MastCam del Curiosity Rover, ovvero la SOL 1448,  mostra uno strano oggetto con angoli definiti e linee rette, mezzo sepolto nel terreno. È questa la prova finale ...

Gli astronomi: troveremo gli alieni cercando tracce di inquinamento nei pianeti; il successore del James Webb Space Telescope e come è nata la stella più vecchia della nostra galassia

C’è qualcuno lì fuori? È la domanda che tutti da sempre ci facciamo, ma più di tutti gli astronomi e gli appassionati di vita extraterrestre. Se cerchiamo forme di vita aliena nell’Universo sem...

John Titor - L'Uomo venuto dal futuro

John Titor è un sedicente crononauta che si è fatto conoscere pubblicamente attraverso alcuni forum di Internet ad accesso libero.Il suo primo post, con nickname TimeTravel_0, è del 2 novembre 2000 ...

Il meteorite caduto sulla Luna, il record dei rover su Marte e la nebulosa M57 ricreata in 3D

Un lampo di luce sulla Luna, così luminoso da essere visibile anche da terra a occhio nudo. E’ comparso lo scorso 17 marzo, ma è stato scoperto solo il mese dopo guardando un video. Esiste infatti...

Brain to Brain, il primo esperimento che ha collegato 2 cervelli da un continente all'altro

  Un'interfaccia che mette in comunicazione diretta il cervello di due ratti, trasferendo informazioni dall'uno all'altro. A realizzarla è stato un gruppo di neuroscienziati della Duke University ...

Il nuovo Large Binocular Telescope e il ritorno della sonda Hayabusa

Il telescopio LBT, in Arizona, ha superato perfino l’Hubble Space Telescope, che si trova in orbita e che è considerato l’imbattibile rivale dei telescopi terrestri. Tutto merito di un sistema di o...

  • Le rocce perfettamente scolpite fotografate da Curiosity su Marte


    Publish In: Le Prove
  • Gli astronomi: troveremo gli alieni cercando tracce di inquinamento nei pianeti; il successore del James Webb Space Telescope e come è nata la stella più vecchia della nostra galassia


    Publish In: News Astronomia
  • John Titor - L'Uomo venuto dal futuro


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Il meteorite caduto sulla Luna, il record dei rover su Marte e la nebulosa M57 ricreata in 3D


    Publish In: News Astronomia
  • Brain to Brain, il primo esperimento che ha collegato 2 cervelli da un continente all'altro


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Il nuovo Large Binocular Telescope e il ritorno della sonda Hayabusa


    Publish In: News Astronomia

Il 2012 e le profezie degli antichi egizi


Anche se non tutti lo sanno ma anche gli antichi egizi sembrano avere una profezia che lega il 10.450 a.c con il 2012.

Per la verità ci si è sempre chiesto ‘come’ si siano potute costruire delle opere come le piramidi, che già viste da fuori intimoriscono per la loro enormità, ma la cosa più stupefacente sono i resoconti di chi le ha viste all’interno, i cunicoli, le finestrelle aperte verso l’esterno non a casaccio ( infatti non sarebbero soltanto prese d’aria, ma da accurate analisi computerizzate, sembrerebbero orientarsi perfettamente con le stelle della Cintura di Orione come la si osservava nel cielo di Giza nel 10.450 a.C. ), le giunture interne dei blocchi in pietra ( incredibilmente accurate ), particolari lavorazioni di sarcofagi in pietra ( che a detta di alcuni esperti sarebbero potute essere state ottenute ‘solo’ con strumenti che gli egizi non possedevano ), e tanto altro.

Le tre piramidi e la Sfinge si trovano nella piana di Giza .
Lo schema sul quale sono costruite le piramidi rispetto al fiume Nilo è particolare; ossia la diagonale che le unisce è l’immagine riflessa della Via Lattea relativamente alle tre stelle della Cintura di Orione visibili dalla Terra come lo erano nel 10.450 a.C.

Tutti noi conosciamo dallo studio della Storia umana che la Civiltà egizia ebbe origine e poi si sviluppò intorno al 3.100 a.C. , mentre le opere monumentali della piana di Giza si fanno risalire al 2700-2500 a.C.
Alcune date però non sembrano coincidere: se si osservano gli innumerevoli studi di ingegneri e geologi sulla Sfinge sembrerebbe che la stessa sia da datare intorno al 10.500 a.C.
Si dice questo a causa di tutta una serie di elementi geologico-fisici; le erosioni presenti sulla superficie della Sfinge  sarebbero dovute non solo all’effetto del vento, della sabbia e delle tempeste che si sono verificate nel deserto, ma anche a continue, copiose e insistenti precipitazioni che si sarebbero abbattute sul territorio, secondo gli esperti, circa nel 10.500 a.C. in corrispondenza dell’era  post-glaciale.
La Sfinge quindi sarebbe stata costruita in quel periodo, rivolta con lo sguardo verso est, dove sorge il sole; il sole a quell’epoca sorgeva nella costellazione del Leone ( la Sfinge ha il corpo di un leone accovacciato ).

Il “Libro dei Morti “è insieme una raccolta di formule religiose e di indicazioni che gli egizi sembrano dare a chi avrebbe poi letto. Si pensa servissero al defunto come mezzo di collegamento con l’aldilà verso il quale esso arrivava dopo la morte terrena, verso Osiride, Dio  della morte e dei defunti, che in cielo è rappresentato dalla costellazione di Orione( che spessissimo ricorre !) .

Ci sono nel “Libro dei Morti“ alcune frasi interessanti, una soprattutto la citiamo: 

“ Calcolando e tenendo in debito conto i giorni e le ore propizie delle stelle di Orione e delle dodici divinità che le reggono…la sesta tra esse pende sull’orlo dell’abisso, nell’era della disfatta del demonio”.

Le dodici divinità sarebbero le dodici costellazioni dello zodiaco che, come un gigantesco orologio avevano permesso agli astronomi egizi di sezionare il tempo.
Con delle conoscenze avanzate della matematica avevano studiato la precessione degli equinozi, argomento già visto nell’articolo precedente sui Maya, avevano suddiviso il tempo in periodi di 2160 anni, corrispondenti ciascuno a un segno dello zodiaco, e avevano predetto per un percorso completo un ciclo di 25.920 anni.
Calcolarono che quattro segni, considerati fissi, avrebbero corrisposto ad altrettanti momenti chiave della storia del nostro Pianeta, eventi di grande portata e di natura diversa.
Circa 26.000 anni fa sotto il segno dell’Acquario, la razza umana fece un salto evolutivo con la comparsa dell’uomo di Cro-magnon. Quando la Terra entrò in Leone terminò la glaciazione con modifiche floro-faunistiche di eccezionale  importanza. Circa 6500 anni fa, nel Toro l’umanità iniziò a svilupparsi. Oggi siamo sotto i Pesci, era che dovrebbe concludersi nel 2012 con il passaggio di nuovo nel segno dell’Acquario, la sesta era …ciò se si inizia a contare le costellazioni da quella indicata dalla Sfinge, ossia il Leone…l’era dell’abisso e della disfatta del demonio, secondo il “Libro dei morti"

Video realizzato da Voyager sulle antiche profezie egizie



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit