Text Size
Sabato, Novembre 17, 2018
Oopart Archeomisteri Il mistero archeologico nel deserto della Giordania che confonde i ricercatori."Le ruote i pietra"

Limite dell'Universo Conosciuto

Fin dall'inizio dei tempi l'uomo, scrutando il cielo, si è sempre chiesto quanto effettivamente l'Universo fosse grande.La risposta probabilmete non l'avremo mai, ma,grazie alle notevoli scoperte scie...

Rapiti dagli alieni: l'incredibile caso di Antonio La Rubia

L'allucinante esperienza di Antonio La Rubia Proseguendo l'opera di rivisitazione di episodi a torto poco noti e dibattuti della casistica internazionale relativa al contatto con le entità degli ...

Come conosciamo la distanza delle stelle e delle galassie in astronomia

Le stelle,sono corpi celesti simili al Sole, ma posti a enormi distanzeda noi. È per questo motivo che sono così piccole e deboli rispetto al Sole.Le stelle hanno distanze molto diverse tra loro. La m...

Il misterioso vortice temporale analizzato dagli scienziati in Antartide

Un team di scienziati britannici ed americani si sono imbattuti accidentalmente in un evento alquanto misterioso e bizzarro mentre lavoravano su un progetto comune riguardante lo studio dei feno...

Il mistero della scialuppa abbandonata sull’Isola di Bouvet nel circolo polare artico

Se c’è un luogo che può definirsi ‘in mezzo al nulla’, questo è certamente l’isola di Bouvet, un pezzo di terra vulcanico di 50 km² situata nell’oceno Atlantico, a sudovest del Capo di Buona Speranz...

Gli ultimi avvistamenti Ufo analizzati dal programma inglese "this morning"

Eliminato dalla ripetizione normale iPlayer. Questo video contiene diversi filmati UFO e la testimone Bridgette Barclay ed un acceso dibattito tra Gary Heseltine e d il Professor Chris French di Cop...

  • Limite dell'Universo Conosciuto


    Publish In: Tecnologia Spaziale
  • Rapiti dagli alieni: l'incredibile caso di Antonio La Rubia


    Publish In: Le Prove
  • Come conosciamo la distanza delle stelle e delle galassie in astronomia


    Publish In: Tecnologia Spaziale
  • Il misterioso vortice temporale analizzato dagli scienziati in Antartide


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Il mistero della scialuppa abbandonata sull’Isola di Bouvet nel circolo polare artico


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Gli ultimi avvistamenti Ufo analizzati dal programma inglese "this morning"


    Publish In: Le Prove

Il mistero archeologico nel deserto della Giordania che confonde i ricercatori."Le ruote i pietra"

Nel marzo del 2006, mentre sorvola i campi di lava nera vicino l’oasi di Azraq in Giordania, il satellite QuickBird fotografa una serie di rozze sagome a forma di ruota.

Le dimensioni di queste ruote variano tra i 25 e i 70 metri di diametro.

Dopo aver tracciato un primo gruppo di formazioni, i ricercatori ne trovano un altro e un altro ancora: migliaia di ruote che a nord si estendono fino alla Siria e a sud fino all’Arabia Saudita.

La quantità, le dimensioni e l’area di estensione di queste ‘ruote’, sono a dir poco straordinarie.

Nessuno vive in questa landa arida e desolata, a parte le occasionali tribù nomadi di beduini, e questi strani raggruppamenti di strutture a forma di ruota, non sono presenti in nessun altra parte del mondo: gli archeologi sono perplessi.

Il primo mistero a cui si vorrebbe dare soluzione è l’identità dei costruttori di queste bizzarre strutture, mentre il secondo sarebbe quello di svelare il loro scopo. Per indagare sulle strutture, il professor David Kennedy dell’Università di Oxford si è recato di persona nel deserto giordano.

Kennedy nota che le ruote sono raggruppate secondo schemi precisi, con muri sporadici alti circa un metro. «La forma più semplice che ho potuto individuare è quella di un cerchio quasi perfetto, con un fulcro centrale dal quale si diramano dei raggi», spiega il ricercatore inglese. «Sembra proprio la ruota di un carro».

Direttamente dalla preistoria

Nei pressi delle strutture non sono state rinvenute iscrizioni o altri tipi di simboli, il che rende completamente sconosciuta l’identità dei loro costruttori. Non si fa menzione delle ‘ruote di pietra’ nemmeno nei testi antichi.

Solo i beduini sanno della loro esistenza: «ho chiesto loro cosa fossero e mi hanno risposto di non saperlo. Dicono che sono state costruite dagli ‘antichi’», racconta Kennedy.

Ed infatti le strutture sembrano essere molto antiche. Usando una tecnica chiamata ‘Optically stimulated luminescence (OSL)‘, gli archeologi fanno risalire le ruote a circa 8.500 anni fa, decisamente più antiche delle famose ‘Linee di Nazca‘.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit