Text Size
Lunedì, Agosto 19, 2019
Oopart Archeomisteri La strana coppa di 3800 anni fa ritrovata in Italia

Bob Dean e la sua ipotesi sull'origine della razza umana

Gli alieni ci scrutano. Robert Dean, ex membro della Nasa ed ex sergente maggiore nella Nato, pare non avere dubbi. Dean, che quest'estate ha tenuto un convegno in Calabria, non ha esitato a dire...

I poteri della mente: la visione a distanza o "Remote viewing"

La visione a distanza o Remote Viewing è la capacità di ottenere informazioni a distanza, nello spazio e nel tempo, usando solo le capacità mentali. Questo tipo di potere è stato molto studiato dai ...

La polarimetria: la nuova tecnica per trovare Pianeti abitabili

È una sorta di gioco di specchi astronomico quello utilizzato dai ricercatori del Very Large Telescope per osservare la Terra come se fosse un pianeta alieno. Infatti, la radiazione solare incide su...

L'incredibile monolite nero fotografato su Mercurio dalla sonda Messenger

Sembra che Marte non è l’unico pianeta del nostro sistema solare che ospita monoliti misteriosi. Secondo le immagini registrate dalle sonde spaziali, relative alla superficie di Mercurio, il pianeta...

Real mistery: il fantasma che si manifesta in un negozio americano

A fine giornata, in negozio americano, il commesso sistema i vari prodotti, quando ad un certo punto, succede qualcosa di strano. Intanto il carrello si era spostato da solo e poi continuavano a cad...

Il ragazzo cieco che riusciva a vedere, Ben Underwood

Ben Underwood era un ragazzo di origine afroamericana proveniente da Riverside in California. Fin dai primi anni di vita Ben ha dovuto combattere con un terribile nemico, un tumore che all’età di...

  • Bob Dean e la sua ipotesi sull'origine della razza umana


    Publish In: La Nostra Storia
  • I poteri della mente: la visione a distanza o "Remote viewing"


    Publish In: Uomini e Misteri
  • La polarimetria: la nuova tecnica per trovare Pianeti abitabili


    Publish In: Scienza e Futuro
  • L'incredibile monolite nero fotografato su Mercurio dalla sonda Messenger


    Publish In: Le Prove
  • Real mistery: il fantasma che si manifesta in un negozio americano


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Il ragazzo cieco che riusciva a vedere, Ben Underwood


    Publish In: Uomini e Misteri

La strana coppa di 3800 anni fa ritrovata in Italia

Ci sono solo tre ritrovamenti simili nel mondo, eppure la brocca è stata scoperta sotto soltanto sessanta centimetri di terra, rinvenuto lo scorso 9 marzo in una cava lungo il torrente Enza, in Emilia.

E' una coppa d'oro del peso di quasi mezzo chilo, alta poco piu' di dodici centimetri e con una lamina spessa circa un millimetro e mezzo, ha un delizioso manichetto ed e' in oro pressoche' purissimo, con rare tracce di argento e stagno.

Gia' questo farebbe della tazza rinvenuta a Montecchio Emilia, in provincia di Reggio Emilia, un reperto straordinario.

Ma se si pensa che risale all'antica eta' del Bronzo, vale a dire a un periodo compreso tra i 3800 e i 3700 anni fa, e che ha solo altri tre ritrovamenti simili nel mondo, e nessuno in Italia, ecco che il ritrovamento diventa assolutamente eccezionale.

L'oggetto, coperto da soli sessanta centimetri di terra, e' stato rinvenuto lo scorso 9 marzo in una cava lungo il torrente Enza, nel comune reggiano e, secondo gli studiosi, e' un ritrovamento che e' destinato a cambiare radicalmente alcune idee consolidate sui commerci e sugli scambi nell'Europa di quasi quattro millenni fa.

La tazza, in parte rotta da arature o lavori agricoli recenti, appare gia' schiacciata in antico: un danno forse intenzionale, probabilmente legato a uno specifico rituale. Nessuna tomba, struttura o cassetta di lastre conteneva il reperto, sepolto isolato in una semplice buca di nuda terra.

Gli studi sono appena all'inizio ma un dato e' certo: si tratta di un ritrovamento eccezionale che lega idealmente il territorio di Montecchio Emilia agli henges del Regno Unito e ai recinti del Nord Reno-Westfalia, le zone da cui provengono i pochi confronti esistenti.

"Questo ritrovamento dimostra quanto fosse ricca e articolata la rete di commerci quattromila anni fa - ha spiegato Filippo Maria Gambari, soprintendente per i beni archeologici dell'Emilia-Romagna -. L'Europa dell'eta' del Bronzo era di fatto una Europa unita: basti pensare che per fare un oggetto in bronzo servivano rame e stagno che erano concentrati solo in aree molto limitate molti distanti l'uno dall'altro. E non solo questo, se si pensa che l'ambra del Baltico arrivera' in quei periodi sino alle coste del Mediterrano".


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit