Text Size
Lunedì, Luglio 24, 2017
Oopart Archeomisteri Il tunnel segreto scoperto a Teotihuacan

Il tunnel segreto scoperto a Teotihuacan

Nel sito archeologico di Teotihuacan un gruppo di archeologi ha scoperto un tunnel che potrebbe rivelare molti indizi su una delle più importanti civiltà antiche della regione.

La prima indicazione dell’esistenza del tunnel si è avuta casualmente nel 2003, dopo le forti piogge a Teotihuacan, situata a circa 40 km dalla capitale messicana, si aprì un piccolo foro nel terreno.

Sei anni dopo, una squadra di archeologi sponsorizzata dall’Istituto di Antropologia e Storia del Messico (INAH) iniziò a scavare nel sito, uno dei paesi più visitati, con le sue piramidi torreggianti del Sole e della Luna.

Gli archeologi stimano che il tunnel potrebbe portare alla camere sepolcrali dei governanti di Teotihuacan, nessuno di loro identificato finora, e quindi spiegare alcune delle loro credenze.

“Sappiamo che Teotihuacan è stata costruita come una replica del modo in cui concepisce il cosmo, l’universo. Il tunnel che stiamo progettando, come se si trattasse di una ricreazione del mondo sotterraneo”, ha detto AFP archeologo Sergio Gomez.

Teotihuacan, che significa “luogo degli dei” è stato un centro religioso emerso al tempo di Cristo e divenne forse la città più influente in America del Nord prima che arrivassero gli spagnoli, con circa 200.000 abitanti al suo apice .

Si ritiene che Teotihuacan sia stata abbandonata nel VII secolo per causa economica, sociale e politica.

Teotihuacan, che copre una superficie di 25 km quadrati, è stato esplorato solo il 5%, nonostante gli scavi della città antica hanno più di un secolo.

Lo scorso agosto, dopo aver scavato circa 12 metri, gli archeologi hanno trovato quella che potrebbe essere l’ingresso al tunnel.

“È stato molto gratificante per trovare l’entrata del tunnel, perché dimostra che le ipotesi del progetto sono state corrette”, ha detto Gomez.
Gli esperti ritengono che il tunnel sia stato bloccato con pietre così deliberatamente.

Finora sono state rimosse 300 tonnellate di materiali diversi, quali piccoli oggetti di giada, conchiglie, ossa e altri materiali.

Una piccola telecamera-robot, in primo luogo utilizzata nella ricerca archeologica in Messico, ha esplorato un piccolo ingresso prima che gli archeologi siano stati in grado di venire, a novembre.

Tuttavia, con l’aiuto di un radar, a soli sette metri hanno scoperto quello che credono sia un 120 tunnel metro che corre il tempio del serpente piumato.

“E ‘un lavoro molto delicato ed attento. Dobbiamo registrare ogni cambiamento”, afferma Jorge Zavala, uno degli esperti coinvolti nel lavoro di scavo.

Le ipotesi suggeriscono che, alla fine del tunnel ci siano tre camere sepolcrali che contengono i resti dei governanti di Teotihuacan. Finora nessuna tomba di monarca era situata nel sito, che era già abbandonato all’arrivo degli Aztechi, nel 1300.

Il lavoro proseguirà per anni, ma i ricercatori non sono solo concentrati sulla ricerca di tombe.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit