Text Size
Sabato, Novembre 18, 2017
News Astronomia La scoperta della 14ma luna di Nettuno, la nube che incontra un buco nero e la breve 2da passeggiata di Parmitano nello spazio

Il mistero delle macchie circolari scoperte in Angola chiamate "i cerchi delle Fate"

Secondo quanto scrive Science Now, «Walter Tschinkel potrebbe non aver risolto il mistero dei cerchi delle fate, ma si può dire che sono vivi». Si tratta di decine di migliaia di macchie di terre...

La lettera segreta del presidente J. F. Kennedy alla CIA sugli Ufo pochi giorni prima di morire

Le autorità statunitensi hanno divulgato il contenuto di una lettera scritta da John F. Kennedy alla Cia, dieci giorni prima di essere ucciso a Dallas il 22 novembre 1963. Nella missiva, finora i...

I 10 importanti passi avanti nella scienza avvenuti nel 2012

La fine dell’anno è tempo di bilanci e il mondo della scienza non fa eccezione. Mentre "Nature" ha scelto di sottolineare gli eventi più importanti dal punto di vista delle politiche della ricerca e...

Le molecole organiche complesse create dalle stelle,l'immenso campo magnetico dei buchi neri e l'assenza di civiltà aliene su 100.000 galassie

Un recente studio ha dimostrato che le molecole organiche complesse, che sono alla base delle cellule e quindi anche della vita sulla Terra, si sono create nella fase di formazione stellare, sopra...

Le macchie solari su Proxima Centauri, gli strani anelli che ruotano nel senso opposto al pianeta j1407b e la nascita della vita generata dalla luce stellare

Dallo scorso agosto, quando è stata annunciata la scoperta di un pianeta in zona abitabile che le orbita attorno, Proxima Centauri, la stella più vicina alla Terra, è oggetto di grandissima attenzi...

Il cargo incenerito, il nuovo rover Curiosity e i 13 segnali dallo spazio

Riempito di spazzatura e lasciato bruciare nel suo rientro in atmosfera. E’ stata questa la fine del cargo giapponese della serie HTV: una fine ingloriosa solo in apparenza perché in realtà tutto si è...

  • Il mistero delle macchie circolari scoperte in Angola chiamate "i cerchi delle Fate"


    Publish In: Uomini e Misteri
  • La lettera segreta del presidente J. F. Kennedy alla CIA sugli Ufo pochi giorni prima di morire


    Publish In: Le Prove
  • I 10 importanti passi avanti nella scienza avvenuti nel 2012


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Le molecole organiche complesse create dalle stelle,l'immenso campo magnetico dei buchi neri e l'assenza di civiltà aliene su 100.000 galassie


    Publish In: News Astronomia
  • Le macchie solari su Proxima Centauri, gli strani anelli che ruotano nel senso opposto al pianeta j1407b e la nascita della vita generata dalla luce stellare


    Publish In: News Astronomia
  • Il cargo incenerito, il nuovo rover Curiosity e i 13 segnali dallo spazio


    Publish In: News Astronomia

La scoperta della 14ma luna di Nettuno, la nube che incontra un buco nero e la breve 2da passeggiata di Parmitano nello spazio

Piccola e sfuggente era sempre passata inosservata anche se, come ha ironicamente dichiarato Mark Showlter del SETI Institute “Chiunque avrebbe potuto scoprirla”. È un piccolo oggetto in orbita intorno al pianeta Nettuno, una luna della cui esistenza non ci si era ancora accorti e la cui scoperta è avvenuta quasi per caso. Showlter stava studiando immagini d’archivio dei sottili anelli di Nettuno, ottenute grazie al telescopio Hubble nel 2009. Accortosi della presenza di un piccolo punto chiaro, ha esaminato anche immagini del 2004 e del 2005, tutte di pubblico dominio, trovando conferma ai suoi sospetti. S/2004 N 1, questa la sigla identificativa, è quindi la 14esima luna di Nettuno, ora in attesa di un nome più consono alla famiglia di cui fanno parte anche Tritone, Nereide, Larissa. Secondo le prime stime, sarebbe la piccola delle 14: il suo diametro non misurerebbe più di 20 Km.

LA NUBE E IL BUCO NERO


Il Very Large Telescope, in Cile, ha osservato cosa succede nelle vicinanze del buco nero gigante annidato nel centro della nostra Galassia. È stata così registrata la drammatica deformazione subita da una nube di gas trovatasi a passare da quelle parti. I dati del VLT mostrano che la nube è stata stirata come fosse un enorme elastico: la parte frontale ha superato il punto di massimo avvicinamento a una distanza appena sufficiente a non farsi inghiottire, e ora, sottoposta a una sorta di enorme effetto fionda , si muove a una velocità impressionante, più di 10 milioni di chilometri all’ora, circa l’1% della velocità della luce. La possibilità di seguire le fasi di questo evento fornisce dati senza precedenti sugli effetti della gravità estrema.

RIENTRO ANTICIPATO
La seconda passeggiata spaziale di Luca Parmitano è stata più breve del previsto. Il rientro anticipato per lui e Chris Cassidy, dopo solo un’ora e 32 minuti contro le 6 ore e mezza previste, è stato deciso in seguito alla segnalazione, da parte di Parmitano, della presenza di acqua all’interno del casco. Nessun allarme, ma le anomalie richiedono attenzione e la sicurezza passa in primo piano: le operazioni extraveicolari possono attendere, nel frattempo gli ingegneri cercano l’origine della perdita.

Video


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit