Text Size
Sabato, Settembre 23, 2017
News Astronomia Due pianeti attorno a due Soli scoperti da Kepler e le molecole di zucchero scoperte nello spazio

Tyche, il nuovo pianeta che potrebbe essere Nibiru

  Mentre WISE continua a mappare il cielo ad una risoluzione nel vicino infrarosso mai raggiunta in precedenza, cresce l'attesa per la possibile scoperta di quello che è noto in tutto il ...

L'agroalimentare usa la tecnologia a levitazione Maglev

La tecnologia nota come Maglev, finora utilizzata per ridurre la resistenza all'avanzamento dei treni ad alta velocità, ha trovato un'inaspettata applicazione in campo agroalimentare S...

La misteriosa creatura catturata in Namibia

Gli abitanti del posto si sono imbattuti in questa strana creatura mentre stavano effettuando una battuta di caccia in Namibia. Secondo il testimone la creatura è stata avvistata mentre era alla ri...

La prima testimonianza fotografica della storia sugli Ufo

Il 12 agosto 1883, l'astronomo José Bonilla ha segnalato che aveva osservato 283 oggetti all'osservatorio di Zacatecas nel Messico, l'osservazione era durata oltre due ore e 48 dello stesso giorno....

Il mistero di Billy Milligan. L'uomo che ospitava dentro di sè 24 personalità

William Stanley Milligan (alla nascita William Stanley Morrison), meglio conosciuto come Billy Milligan (Miami Beach, 14 febbraio 1955 – Columbus, 12 dicembre 2014) è stato un criminale statunitense...

La materia programmabile è diventata realtà

La lastra di materia programmabile                   Un team di ricercatori del MIT ha messo a punto una lastra di materiale sintetico capace di assumere da sola le f...

  • Tyche, il nuovo pianeta che potrebbe essere Nibiru


    Publish In: Profezie passate e future
  • L'agroalimentare usa la tecnologia a levitazione Maglev


    Publish In: Scienza e Futuro
  • La misteriosa creatura catturata in Namibia


    Publish In: Uomini e Misteri
  • La prima testimonianza fotografica della storia sugli Ufo


    Publish In: Le Prove
  • Il mistero di Billy Milligan. L'uomo che ospitava dentro di sè 24 personalità


    Publish In: Uomini e Misteri
  • La materia programmabile è diventata realtà


    Publish In: Scienza e Futuro

Due pianeti attorno a due Soli scoperti da Kepler e le molecole di zucchero scoperte nello spazio

Niente paura, il telescopio spaziale Kepler della NASA non ha cominciato a vedere doppio. Specializzato nella ricerca di pianeti extrasolari, ha individuato un sistema planetario molto particolare. Pensiamo a un pianeta che gira intorno a una stella e poi moltiplichiamo tutto per due: otterremo il sistema Kepler 47, quello osservato dal telescopio. Ovvero due pianeti in orbita intorno a una coppia di stelle, che ruotano cioè a loro volta intorno al comune centro di massa. Di stelle con più di un pianeta intorno ne sono state individuate molte, e ci si era anche già imbattuti nel caso di un pianeta con due soli, ma la doppia coppia rilevata da Kepler, a 5000 anni luce da noi, in direzione della costellazione del Cigno, è una novità. Una delle due stelle è simile al nostro Sole, l’altra è circa tre volte più piccola. Dei due pianeti, invece, uno ha un diametro pari a tre volte quello della Terra, ma è troppo vicino alle sue stelle. L’altro ha dimensioni simili a quelle di Urano e con tutta probabilità è gassoso e quindi inospitale. Si troverebbe, però, nella cosiddetta fascia di abitabilità, ovvero alla giusta distanza dalle due stelle. Si tratta del pianeta sbagliato nel posto giusto? Può essere, ma se intorno ad esso ci fosse una luna sufficientemente grande, sarebbe molto interessante approfondirne la conoscenza.

UNA DOLCE SCOPERTA PER ALMA


Si chiama glicoaldeide, ma in sostanza si tratta di zucchero e la sua presenza è stata rilevata dagli astronomi che utilizzano ALMA, l’imponente rete di radiotelescopi situata nel deserto di Atacama in Cile. Questa volta lo zucchero non si trova dentro alle tazzine del caffè, ma in un posto in cui non ci aspetteremmo di trovarlo. Invece, scoprire che nel gas caldo intorno a una giovane stella simile al Sole sono presenti anche molecole di zucchero è un’importante conferma.
Come ha puntualizzato Jes Jørgensen , del gruppo che ha condotto la ricerca “questa particolare molecola è uno degli ingredienti per la formazione dell’RNA, che – come il DNA a cui è legato – è uno degli elementi costitutivi della vita. In altre parola significa che intorno a certe stelle, lì nel posto e al momento giusto, dove potranno formarsi i pianeti, ci sono gli ingredienti giusti, quelli che possiamo considerare i mattoni della vita. La glicoladeide era stata già vista nello spazio, fra stella e stella, ma questa è la prima volta che viene trovata così vicina a una stella simile al Sole.



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
www.prestitionline.it
jeux gratuit