Text Size
Martedì, Maggio 23, 2017
News Astronomia I 50 nuovi pianeti scoperti da HARPS, il pianeta con 2 Soli e lo Space Launch System dela Nasa

Giove

Giove orbita attorno al Sole ad una distanza media di 5,20 unità astronomiche e compie una rivoluzione in 11,8565 anni siderali. L'orbita del pianeta è inclinata di 1,305° rispetto all'eclittica e d...

L'ultimo atto di una stella dilaniata da un buco nero, una nuova classe di stelle iperveloci ed i nuovi progetti ambiziosi della NASA

Una sorgente di raggi X si accende misteriosamente nel cielo e dopo qualche anno, altrettanto misteriosamente, scompare. Il luogo è una galassia nana distante circa 800 milioni di anni luce da noi...

Le 10 scoperte del 2010 che cambieranno il nostro futuro

Nel mese di agosto gli astronomi dell’ ESO (European Southern Observatory) hanno scoperto un sistema solare gemello del nostro. Si trova nella costellazione dell’Hydrus a 127 anni luce dalla Terra...

I nuovi dati sulla velocità dei neutrini,i risultati delle analisi della polvere di Hayabusa ed il numero dei Pianeti vagabondi

Più veloci della luce solo per pochi mesi. E’ quanto accaduto ai famosi neutrini sparati dal CERN di Ginevra verso i laboratori del Gran Sasso. Lo scorso settembre il clamoroso annuncio che i neut...

Il cadavere alieno ritrovato in Perù

Un altra prova che gli alieni sono qui viene questa volta dal Perù dove dei contadini hanno deciso di mettere in rete il video della creatura aliena. Il filmato, che impazza su Dailymotion e negli a...

Il misterioso caso degli alieni benevoli

Numerosi sono gli incidenti in cui presunti alieni sono considerati responsabili di ogni scelleratezza: dai rapimenti alle mutilazioni animali, dagli esperimenti genetici a forme di possessione, d...

  • Giove


    Publish In: L'Universo e il Sistema Solare
  • L'ultimo atto di una stella dilaniata da un buco nero, una nuova classe di stelle iperveloci ed i nuovi progetti ambiziosi della NASA


    Publish In: News Astronomia
  • Le 10 scoperte del 2010 che cambieranno il nostro futuro


    Publish In: Scienza e Futuro
  • I nuovi dati sulla velocità dei neutrini,i risultati delle analisi della polvere di Hayabusa ed il numero dei Pianeti vagabondi


    Publish In: News Astronomia
  • Il cadavere alieno ritrovato in Perù


    Publish In: Le Prove
  • Il misterioso caso degli alieni benevoli


    Publish In: Le Prove

I 50 nuovi pianeti scoperti da HARPS, il pianeta con 2 Soli e lo Space Launch System dela Nasa

Altri 50 pianeti extrasolari si aggiungono in un sol colpo agli oltre 600 finora conosciuti. Merito di HARPS, strumento europeo di alta sensibilità in funzione in Cile, le cui misure hanno permesso di dedurre l'esistenza dei pianeti. Quando poi si è calcolata la massa ecco una gradita sorpresa: non tutti e 50 sono pianeti gassosi, ma 16 sono di tipo roccioso, con masse che vanno da una a dieci volte quella della Terra.


Ma c'è ancora un'altra sorpresa: tra questi 16, uno potrebbe risultare un pianeta abitabile. E' vero che orbita abbastanza vicino alla sua stella, a una distanza che è circa un quarto di quella che separa la Terra dal Sole. Ma la sua stella è meno calda del Sole. I calcoli dicono quindi che sulla superficie del pianeta devono esserci temperature simili alle nostre.
Se ci fosse un'atmosfera e acqua, questa potrebbe trovarsi allo stato liquido. E l'acqua liquida è ritenuta un elemento essenziale per il possibile sviluppo della vita. Ulteriori misure in un futuro prossimo ci diranno se quel pianeta possiede o no tali requisiti. Ma anche se non li avesse, rappresenta comunque un nuovo passo in avanti verso la scoperta di un pianeta simile al nostro. Scoperta che, di questo passo, potrebbe avvenire già in questo decennio.

DUE STELLE PER UN PIANETA
È un pianeta extrasolare come tanti altri: si trova a 200 anni luce da noi, è freddo, gassoso e decisamente non adatto a ospitare la vita. Kepler-16b, questo il suo nome, non avrebbe nulla di speciale se non fosse per il fatto che orbita intorno a due stelle. Gli appassionati di Guerre Stellari ricorderanno il doppio tramonto sullo sfondo, quando ci si trovava sul pianeta di Luke Skywalker: se solo Kepler-16b fosse roccioso, probabilmente godrebbe di uno spettacolo simile. La scoperta è stata fatta grazie al telescopio Kepler, della NASA, specializzato proprio nel dare la caccia ai pianeti extrasolari osservando come fanno diminuire la luminosità della propria stella nel momento in cui si trovano a passarle davanti lungo la nostra linea di vista. Nel caso in questione, le stelle ad essere impercettibilmente oscurate sono ben 2: Kepler-16b è quindi il primo esempio confermato di pianeta circumbinario, ovvero in orbita intorno a una coppia di stelle.


DAGLI SHUTTLE AI RAZZI
Rimasta orfana delle gloriose navette shuttle, la NASA punta a un nuovo programma, con il quale intende spingere molto più in là le frontiere dell’esplorazione spaziale. Si tratta dello Space Launch System (SLS): razzi a stadi in grado di portare in orbita fino a 143 tonnellate di carico, come spedire nello spazio ben 75 SUV! A seconda del tipo di missione, SLS può essere adibito al trasporto di rifornimenti, strumentazione scientifica o equipaggio umano ospitato all’interno di una apposita capsula. Grazie allo sviluppo di questo progetto, la NASA riuscirebbe a contenere i costi senza dover rinunciare ai suoi ambiziosi obiettivi. La missione umana su Marte, ad esempio, potrebbe essere realizzata proprio per mezzo di SLS.




blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit