Text Size
Lunedì, Agosto 02, 2021
News Astronomia I 50 nuovi pianeti scoperti da HARPS, il pianeta con 2 Soli e lo Space Launch System dela Nasa

Cosa resterà di noi: la preoccupazione degli scienziati per l'obsolescenza programmata

QUALCHE GIORNO fa ho trovato in un cassetto un vecchio Cd-Rom di Encarta, l'enciclopedia multimediale di Microsoft. Ho provato a farlo girare sul pc ma non ci sono riuscito. "Vecchio" di vent'anni...

Gustavo Adolfo Rol,l'uomo che ha vissuto tra due mondi

Gustavo Adolfo Rol (Torino, 20 giugno 1903 – Torino, 22 settembre 1994) , laureato in giurisprudenza, è stato un dirigente bancario (Banca Commerciale Italiana), poi antiquario, pittore e sensitivo it...

Cosa occorre agli astronauti per andare nello spazio

Tutte le missioni spaziali con uomini a bordo richiedono i requisiti minimi per la sopravvivenza degli astronauti, i quali si trovano a vivere in un ambiente ostile come lo spazio. Per questo moti...

I fantasmi della metropolitana di Londra

La metropolitana di Londra (inglese: London Underground) è la più antica rete metropolitananewyorkese, la seconda al mondo per estensione, è dotata di 368 km di rete, anche se sono in corso dei lavori...

L'esperimento delle 100 scimmie

Nell’arcipelago giapponese esiste una scimmia il cui nome è Macaca Fuscata. Il comportamento di questa scimmia è stata studiata per circa 30 anni. L’esperimento di cui ti voglio parlare inizia nel 19...

Le 10 più importanti scoperte scientifiche avvenute nel 2013

Immunoterapia efficace contro i tumori, mini-organi artificiali e nuove tecniche di imaging per studiare il cervello, celle fotovoltaiche a basso costo e nuove prove del collegamento tra supernove e ...

  • Cosa resterà di noi: la preoccupazione degli scienziati per l'obsolescenza programmata


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Gustavo Adolfo Rol,l'uomo che ha vissuto tra due mondi


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Cosa occorre agli astronauti per andare nello spazio


    Publish In: Tecnologia Spaziale
  • I fantasmi della metropolitana di Londra


    Publish In: Uomini e Misteri
  • L'esperimento delle 100 scimmie


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Le 10 più importanti scoperte scientifiche avvenute nel 2013


    Publish In: Scienza e Futuro

I 50 nuovi pianeti scoperti da HARPS, il pianeta con 2 Soli e lo Space Launch System dela Nasa

Altri 50 pianeti extrasolari si aggiungono in un sol colpo agli oltre 600 finora conosciuti. Merito di HARPS, strumento europeo di alta sensibilità in funzione in Cile, le cui misure hanno permesso di dedurre l'esistenza dei pianeti. Quando poi si è calcolata la massa ecco una gradita sorpresa: non tutti e 50 sono pianeti gassosi, ma 16 sono di tipo roccioso, con masse che vanno da una a dieci volte quella della Terra.


Ma c'è ancora un'altra sorpresa: tra questi 16, uno potrebbe risultare un pianeta abitabile. E' vero che orbita abbastanza vicino alla sua stella, a una distanza che è circa un quarto di quella che separa la Terra dal Sole. Ma la sua stella è meno calda del Sole. I calcoli dicono quindi che sulla superficie del pianeta devono esserci temperature simili alle nostre.
Se ci fosse un'atmosfera e acqua, questa potrebbe trovarsi allo stato liquido. E l'acqua liquida è ritenuta un elemento essenziale per il possibile sviluppo della vita. Ulteriori misure in un futuro prossimo ci diranno se quel pianeta possiede o no tali requisiti. Ma anche se non li avesse, rappresenta comunque un nuovo passo in avanti verso la scoperta di un pianeta simile al nostro. Scoperta che, di questo passo, potrebbe avvenire già in questo decennio.

DUE STELLE PER UN PIANETA
È un pianeta extrasolare come tanti altri: si trova a 200 anni luce da noi, è freddo, gassoso e decisamente non adatto a ospitare la vita. Kepler-16b, questo il suo nome, non avrebbe nulla di speciale se non fosse per il fatto che orbita intorno a due stelle. Gli appassionati di Guerre Stellari ricorderanno il doppio tramonto sullo sfondo, quando ci si trovava sul pianeta di Luke Skywalker: se solo Kepler-16b fosse roccioso, probabilmente godrebbe di uno spettacolo simile. La scoperta è stata fatta grazie al telescopio Kepler, della NASA, specializzato proprio nel dare la caccia ai pianeti extrasolari osservando come fanno diminuire la luminosità della propria stella nel momento in cui si trovano a passarle davanti lungo la nostra linea di vista. Nel caso in questione, le stelle ad essere impercettibilmente oscurate sono ben 2: Kepler-16b è quindi il primo esempio confermato di pianeta circumbinario, ovvero in orbita intorno a una coppia di stelle.


DAGLI SHUTTLE AI RAZZI
Rimasta orfana delle gloriose navette shuttle, la NASA punta a un nuovo programma, con il quale intende spingere molto più in là le frontiere dell’esplorazione spaziale. Si tratta dello Space Launch System (SLS): razzi a stadi in grado di portare in orbita fino a 143 tonnellate di carico, come spedire nello spazio ben 75 SUV! A seconda del tipo di missione, SLS può essere adibito al trasporto di rifornimenti, strumentazione scientifica o equipaggio umano ospitato all’interno di una apposita capsula. Grazie allo sviluppo di questo progetto, la NASA riuscirebbe a contenere i costi senza dover rinunciare ai suoi ambiziosi obiettivi. La missione umana su Marte, ad esempio, potrebbe essere realizzata proprio per mezzo di SLS.




blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit